Home / DIY  / Come avere un terrazzo artistico: Frida in a pot

Come avere un terrazzo artistico: Frida in a pot

Mi avevano un po’ stufato i soliti vasi e allora un pomeriggio -di ferie- senza sapere esattamente cosa stessi facendo ho realizzato Sally e Jack. Pubblicando la foto su instagram mi sono resa conto, grazie ai commenti iper carini ed entusiasti che forse un’idea tanto cretina non era. O forse sì ma l’entusiasmo da “settimana di ferragosto” aveva colpito me e le adorabili creature stoiche che mi seguono e fanno compagnia. La frittata insomma era stata fatta. Allora ci ho preso un po’ la mano (leggi: da brava psicotica compulsiva) e ho fatto diverse prove. Questa è la prima Frida che ho realizzato (anche se ne sono susseguita altre che francamente preferisco) e filmato. Allo stato attuale delle cose ho la casa sommersa di vasi con facce. Progetto viva con la mia amata Ombrella. Ho mamma che ne vuole solo venti. Amici, parenti e mail con richieste di informazioni riguardo un’eventuale vendita. Che dire se non? Lusingata. Fosse per me altro che vendita! Starei a disegnare vasi notte e giorno e verrei a consegnarveli a casa, anche solo per ringraziare della compagnia, supporto e incoraggiamento. Perché non è mai scontato, dovuto e soprattutto ha sempre quel sapore di inaspettato. E non vorrei mai che questo cambiasse dentro me. Mai.

Insomma con un vasetto, degli acrilici, qualche piantina e fantasia senza limiti di questa tipologia vasosa (mi piace troppa. Ripeti con me VA-SO-SA) si può davvero creare un angolo -giardino, terrazzo, balcone, finestra, qualsiasicosaqualsiasi, magico. La scusa del “non so disegnare” mi spiace non regge. Ho provato a farne uno con semplicissimi pois. Una tempesta di pois. Oltre a svolgere un’azione anti stress di tutto rispetto il risultato è spettacolare. Non aggiungo oltre perché mi sa che tra Halloween, Autunno e Natale di questi vasi se ne avrà a noia.

Sì, sto già pensando a Halloween. Altrimenti come sopravviverei alla fine dell’Estate CHE ODIO. Perché io la odio dall’inizio. Alla fine. Mi piace fare le cose per bene.

Mi raccomando se cominci anche tu in preda ad un raptus a far vasi come me: #gikitchen #maghettastreghetta su tutti i social oppure commenti del tipo “cretina li ho fatti e ti ho taggato 2313123 volte ma sei la solita!!!”. Prima o poi me ne accorgo. Mi faresti felice se potessi vedere la tua opera e soprattutto fare la tua conoscenza.

Frida in a pot! Ricomincio da dei fiori in testa.

 

Una che disegna, scrive, cucina e fotografa ma non fa bene nessuna della quattro cose.

Review overview
3 COMMENTS
  • giulia 25/08/2016

    IO INVECE AMO L’ESTATE E DETESTO L’INVERNO MA SONO GUSTI, comunque quasi quasi provo a realizzare un vaso artistico pure io in una gironata libera da impegni….tanto stare senza far niente mi annoia:P

  • gluci77 30/08/2016

    L’Inge è un ottimo disegnatore così gli ho buttato lì l’idea di provare a realizzarne uno insieme… “certo, poi però dentro al vaso cerca di mettere qualcosa di diverso da una piantina, è matematico che tu la uccida nel giro di poche settimane…” U_U diciamo che non ho il pollice verde!!! L’idea però mi piace tantissimo!!!

  • Giulia Panna 10/09/2016

    Che meraviglia!!! 🙂 peccato che a londra non attecchisca mai niente…

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi