I 12 Film Horror Cult e l’inizio della Rubrica di Halloween

Must Try

12 Ricette dolci facili, veloci e divertenti per Halloween

La ciambella dell'assassino, pupazzetti di Halloween, Le mummie con tanto cioccolato, Il tiramigiù di Halloween, Gli immancabili S'more, i ragnetti dolci, i cerotti insanguinati, gli occhi insanguinati, la merenda di Halloween, i tre dolcetti più facili e gustosi e i muffin vegani al cioccolato per un Halloween indimenticabile.

6 (e più) idee facili e veloci per arredare la casa a Halloween

Nella playlist Halloween del mio Canale Youtube trovi sessanta video dedicati ed è in continuo aggiornamento (ricoveratemi, sì). Ho deciso di raggrupparne sei, girati lo scorso anno, per idee velocissime e carine dell'ultimo minuto. Basta davvero pochissimo per rendere l'atmosfera unica e indimenticabile. Ti confesso che non sono ancora riuscita a intagliare una zucca o ad appendere una piccola ragnatela per casa. Il primo anno in assoluto (shhhh non dirlo a nessuno) che non riesco ma. Mai demordere! Entro sera cercherò, tra dita mozzate e dolcetti di ogni tipo e sorta, in qualunque modo di rendere accogliente la mia casetta per tutti gli adorabili mostri e fantasmi che vorranno presentarsi e cenare con noi. Nel frattempo magari faccio un bel ripasso anche io con questi video, che non guasta!

5 drink salutari e buonissimi per Ottobre (e Halloween!)

Ecco cinque bevande salutari, buonissime e facili da preparare per l'Autunno, o più nello specifico per l'imminente notte di Halloween. Purtroppo non sono riuscita...

Graham Cracker (vegano) per fare gli S’more

Di questo libro, regalo prezioso del mio amato amico Stefano, Cioccolato Vegan della Costigan ho parlato così tante volte (anche su youtube) che proprio...
Iaia
Una che disegna, scrive, cucina e fotografa ma non fa bene nessuna della quattro cose.

Giuseppe Marino di Slowfilm, che ti consiglio caldamente di seguire anche su Facebook, è un appassionato (e preparatissimo) cinefilo, nonché Amico. Il papà di Bianca, insomma. Chi mi segue sa di Emme e Bianca, orsù. Mi ha dato l’onore di suggerirmi/ci dei titoli del mio genere preferito nonostante lui sia appassionato di pellicole decisamente diverse, più impegnative e rare (è amico del Nippotorinese, sì. La faccio breve. Ci siamo capiti no? Anche lui coreani sottotitolati in Iraniano). Gli ho chiesto questo regalo perché oggi Uno Ottobre comincia Halloween con Iaia, la rubrichetta annuale che tengo sempre in questo periodo; preludio del Natale dove ammorbo tutto l’universo web con le mie natalate per due mesi e più. Dal 1 al 31 Ottobre infatti ogni giorno ci sarà un video a tema Halloween alle ore 14 mentre a sorpresa e in modo del tutto random (leggi: se mi rimane altro tempo perché mi piacerebbe tanto) un secondo video speciale -che non tratta solo di cibo- alle ore 21 proprio come questo. Prima di continuare a vaneggiare ti lascio l’interessantissima lista di Giuseppe. Confesso che mi manca un titolo (Pasto Nudo) e che rimedierò al più presto.

Una carrellata su titoli horror o quasi, fra classiconi e qualche esemplare più nascosto o alternativo, da uno dei minori esperti del settore.

di Giuseppe Marino.

Ichi the Killer, di Takashi Miike. Visione lisergica e ultraviolenta, eccessivo fino all’ironia. La camera non distoglie mai il suo sguardo, mettendo a dura prova il nostro.

Tetsuo, di Shinya Tsukamoto. Un incubo cyberpunk con pochi soldi e tanta follia.

Beyond The Black Rainbow, di Panos Cosmatos. Una delle cose più strane degli ultimi anni, fra videoarte, inquietudini e cinefilia vintage.

Antichrist, di Lars von Trier. L’orrore più profondo, quello rivolto verso di sé.

Alien, di Ridley Scott. Un magma nero, silenzioso, indistinto che vortica attorno alla figura meravigliosa di Sigourney Weaver.

L’Armata delle Tenebre, di Sam Raimi. Fantasy horror spassosissimo, cult immediato con la faccia obliqua di Bruce Campbell.

Il Pasto Nudo. Se qualcuno può permettersi di filmare l’infilmabile, questo è David Cronenberg.

Lasciami Entrare, di Tomas Alfredson. Di horror non c’è molto, ma è il più bel film sui vampiri e la diversità.

The Addiction, di Abel Ferrara. Altri vampiri, voraci, piegati dalla fame e l’astinenza, molto prima che i succhiasangue tornassero di moda.

Shining, di Stanley Kubrick. Anche se non sei un cultore del genere, l’ignoranza non basta a non citare Shining. Un film che ha segnato la storia del cinema e non la fa più dormire tranquilla.

Il video che segue è la sintesi della sintesi della sintesi dei miei 12 Film Horror Cult, ma ti dico sin da adesso che sono in costruzione altri cinque video divisi per genere dove parlo di sei film alla volta perché elencare in quattordici minuti dodici cult e spiegare un minimo quello che rappresenta per me l’horror è stato complicato, diciamo. Soprattutto lo è stato sopportare la mia voce. Si evince sin dalle prime parole che io legga; questo perché sarebbe stato impossibile per me andare a ruota libera ed essere quello che non posso aspirare a diventare: sintetica. Il risultato -sono sincera e come sempre non in cerca di approvazione- non mi piace. A maggior ragione perché avevo chiesto a Giuseppe di partecipare a questo video per me davvero importante. Questa forma di comunicazione attraverso video e voce come ho avuto già opportunità di dire diverse volte è nuova per me. Lo era anche la comunicazione attraverso la scrittura. Sono passati dieci anni e qualcosina (ina ina) l’ho capita. Magari tra dieci anni qualcosa anche in formato video sarà cambiata. E se non dovesse accadere poco importa perché l’intenzione era quella di condividere, sognare (incubi) e stare tutti un po’ più vicini. Su un divano a guardare un film insieme.

Grazie a Giuseppe (seguilo!) e a te che siederai sul divano con noi.

Forse potrebbe interessarti leggere...

3 COMMENTS

Rispondi a bestiabionda Cancel reply

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le mie Storie in Cucina

Articoli recenti

La Food- Disegnoterapia

Puoi concentrarti su di un piatto per impararne bene le forme e prenderci dimistichezza. L'importante è zero stress. Non pensare mai che tu non sia in grado di disegnare. Sai farlo. Ti stupirai.

Pancake vegani con il latte di mandorla

Non sono una fan dei pancake, perché mi piacciono più i waffle ma devo dirti che questi sono in assoluto i pancake più buoni mai provati.

Ti porto nel salone Vittoriano

Ti porto nel mio salone vittoriano per prendere un tè insieme. Ti racconto del progetto e ti mostro qualche angolo inedito.

La Primavera di Fernanda, la mamma

Di questa Primavera ho parlato tantissimo in svariate occasioni, perché mi ricorda mamma ed evoca tanti preziosi ricordi.

La carbonara di fave

Con le zucchine, con gli asparagi, con l'avocado e pure con le fave. La carbonara vegetariana è ricca, buona e sorprendente.

More recipes like this