Home / Carne  / La mia carne con le ciliegie che conquista tutti

La mia carne con le ciliegie che conquista tutti

Cucinare la carne con la frutta non è né una grande novità né una smania di esagerare e “mischiare”. Si ha un’idea -purtroppo sottolineato- ancora eccessivamente statica di molti alimenti. Ritrovarsi dell’ananas nell’insalata, del melone nella pasta e come in questo caso delle ciliegie nella carne non fa piacere a tutti. Questi limiti, talvolta insuperabili, trovano appiglio -oltre che in credenze sciocche- in una diffusa disinformazione. Moltissime culture gastronomiche hanno sempre fatto uso della frutta nelle preparazioni salate. Mi ritrovo, fastidiosamente in primis per me, a ticchettarlo perché fino a pochi giorni fa ancora leggevo letteralmente indignazione -termine usato con coscienza-  per l’accostamento del pollo con le ciliegie; per altro ricetta d’antan per i foodie. La prima sensazione che provo, onestamente, è dispiacere. Che ne sanno solo loro -mi dico- del pollo alle prugne (anche della Satrapi) del Europa Orientale, di quei gnocchi ripieni di prugne che fanno un odore incredibile, di quel pollo alle pesche iraniano. Senza andare lontano dalle polpette con la salsa di mirtilli passate alla storia nelle domeniche familiari tra mobili, mensole e progettazioni. La carne, particolarmente con la frutta rossa, si presta a infinite variazioni. C’è una ricetta che faccio molto spesso d’estate. Non è difficile intuire perché io raramente venga ricordata per piatti a base di carne -anche perché me la cavo poco meglio col pesce- eppure questa, che nel tempo ho variato, riscuote sempre tantissimo successo e da quando la faccio all’interno della mia slow cooker- crock pot- i complimenti non mi vengono affatto risparmiati. E allora ho deciso di trascriverla perché magari stupirà anche te. Io lo spero con tutto il cuore; come spero -qualora la provassi- che come sempre mi racconterai come è andata. È una delle cose, ripeto, che mi rende più felice. Leggere i tuoi racconti in cucina.

 

Come la cucino?

La carne è quella perfetta per gli spezzatini. Le ciliegie quelle buone del Santo Fruttivendolo di fiducia, che devi snocciolare, sì. Io vado a occhio ormai e fallo anche tu perché è proprio una ricetta che deve essere perfezionata secondo i tuoi gusti o quelli delle persone cui andrai a servirla. Diciamo che per un chilo di carne non metterei più di una ventina di ciliegie. Le puoi lasciare intere e denocciolate oppure tagliarle un po’. Puoi cuocere nella pentola normale ma se hai modo di provarla nella slow cooker direi che è ancora meglio. La carne deve cuocere infatti a fuoco bassissimo e lentamente. Raccolgo dentro una ciotolina la farina per infarinare i pezzi di carne con una bella e generosa dose di curcuma, curry, paprika e peperoncino. Aggiusto di sale e come dicevo impano i pezzi di carne, letteralmente. È importante dare una nota piuttosto piccante in modo che il tutto non risulti eccessivamente dolciastro per via delle ciliegie. Raccolgo quindi la carne in un recipiente grande e giro per bene in modo che i pezzi siano infarinati a dovere. Aggiungo adesso una generosa quantità di olio extra vergine di oliva e una manciata di pinoli. Solo dopo aggiungo pochissimo latte di cocco giusto per inumidire la carne. Regolati tu. Non devi bagnarla tutta o coprirla ma usare “la giusta” quantità di latte di cocco capace di bagnare tutte le parti di carne. Una volta fatto fai cuocere a fuoco lentissimo. Il vero segreto è quello. Potrebbe occorrere più latte di cocco o un minimo di acqua nel caso in cui non la cuocessi nella slow cooker. Servi il piatto ben caldo con un po’ di pane  integrale di segale tostato e il gioco è fatto.

 

Una che disegna, scrive, cucina e fotografa ma non fa bene nessuna della quattro cose.

Review overview
4 COMMENTS
  • lacinzietta 19/07/2017

    In Germania assaggiai una carne di cervo con marmellata buonissima e ancora me la ricordo. Per non parlare delle polpette svedesi con i mirtilli, o piu’ di preciso le kottbullar coi lingonberry! Ne mangerei a chili.

  • giulia 21/07/2017

    Trovo questa ricetta buonissima, nonostante io non sia una grande consumatrice di carne, ma adoro queste combinazioni carne-pesce-pasta con frutta…tutti che storcono il naso ma all’ikea si prendono tutti le polpette con i mirtilli e dovrebbero leggere le riviste di cucina che sono pienissime di questi abbinamenti…comunque tornando alla ricetta credo che alla prossima cena tra ragazze proverò a rifarla:P

  • Laura 06/08/2017

    Io sto guardando i tuoi video sulle crockpot perché devo scegliere il modello e vorrei parlare con te per avere dei consigli sui dubbi che ho
    Come posso fare a contattarti in pvt? Lau.ceres@libero.it oppure su fb Laura Ceresoli (Emilia Romagna) grazie mille

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi