Il Pollo speziato nel limone e miele nella Slow Cooker

Must Try

Risotto con miele di manuka e yogurt

La Ricetta Facilissima e di ridicola preparazione. Lascio dorare la cipolla nell'olio extra vergine d'oliva e quando è ora metto il riso a tostare. Aggiungo...

La torta con la tahina e il cioccolato bianco nella Crock Pot

Perché fare una torta nella crock pot? Perché perdere quattro se non addirittura sei ore per una torta quando nel forno ci stai 40 minuti o se va male un'ora? Bella domanda. Io personalmente per curiosità. Perché rimango affascinata -e tanto- da questo calderone magico dove ficchi tutto dentro e poi vien fuori tutto buono, che siano verdure o riso o cereali o carni o pesce (per carni e pesce non garantisco ma le centinaia di persone e cavie adorabili sì). La risposta potrebbe essere: "perché voglio trovare la torta calda calda al mio arrivo dal lavoro" oppure "perché amo fissare quattro ore un elettrodomestico" o ancora "perché le cose cotte a  bassa temperatura le digerisco meglio" (certo con 200 grammi di burro risulta quasi fantascienza ma andiamo avanti). Non vi è una ragione. È tipo una religione. Se hai la crock pot poi devi testarla fino all'inverosimile. È tipo un passaggio obbligato per dimostrare al mondo che tu sei capace di fare anche una torta nella crock pot. È tipo un delirio di onnipotenza, insomma.

Le uova rosse per Pasqua

Che la Pasqua in Grecia sia molto sentita è un'informazione pressoché inutile perché lo sanno tutti. Viene onorata e celebrata ed elementi pagani e...

Il casatiello con un ingrediente a sorpresa

Il casatiello è immancabile nelle tavole pasquali dei napoletani ma la verità sai qual è? Che tutta la penisola se ne è perdutamente innamorata di questa ciambella salata deliziosa e ricchissima. Il casatiello è entrato ormai nelle case di tutti gli Italiani e non ha intenzione di uscirne (meno male!)
Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

Prima di parlare di pollo

Mi permetto di segnalarti che su La Cura -la nuova sezione del Maghetta.it- è uscito un articolo sul Bose ,mentre su Runlovers qualcosa che riguarda il Detox e c’entra come sempre Maestro Yoda.

 

E ora parliamo di pollo

Sul mio canale youtube – esattamente a questo link – trovi la playlist in continuo aggiornamento di tutte le ricette che ho preparato con la  Slow Cooker. Dovrei (devo) aggiornare le impressioni  dopo l’acquisto a distanza di mesi (un video sulle prime impressioni -a distanza di un mese- l’ho girato e lo trovi a fondo di questo post). So che in tantissimi hanno acquistato la pentola magica dopo le svariate chiacchierate su youtube e sentire l’entusiasmo mi commuove ogni volta, perché sapere di avere in qualche modo consigliato qualcosa di utile mi rende immensamente felice. Sembra che ci si faccia l’abitudine. Bene, a me non è mai successo di abituarmi ed è una delle cose che mi piace di più: emozionarmi per queste ragioni. Sapere di essere entrata in casa tua, nella tua vita in uno dei momenti più intimi. Grata, ecco. Ne sono grata.

Se capiti qui per caso ci tengo a sottolineare come sempre che non ho alcun contatto con l’azienda in questione. Per questo motivo anche se ti parlo della Crock Pot, mi riferisco alla mia esperienza personale con questo marchio. Ci sono anche altri marchi che distribuiscono Slow Cooker;  onestamente tempo fa ho voluto provare l’azienda leader e devo dire che non ho sbagliato.

Scarseggiano i video sulle ricette fatte con la Crock Pot, dopo la prima ondata iniziale sul Canale Youtube, non perché non la stia adoperando spesso. Anzi, la sto adoperando almeno quattro volte a settimana e adesso che l’Autunno è alle  porte: legumi a go go! A tal proposito ti anticipo che il video sui legumi e su quanto possa essere indispensabile la Crock Pot se ami il cibo veg è in fase di pubblicazione (i ceci vengono così buoni e morbidi -ma croccanti al tempo stesso- che l’ho abbracciata forte forte. Sì, ho abbracciato la mia Crock Pot. Dopo gli alberi è la nuova frontiera).

Ho addirittura acquistato un’altra Crock Pot più piccolina rispetto al modello top di gamma che vedi nel video. Più rudimentale, senza la possibilità di mescolamento e così via. Proprio quella base con tre pulsanti e devo dirti che mi trovo ancora meglio. Te ne parlerò di sicuro in un video o post dedicato (inserendo il terzo modello che ha mia mamma -ha ceduto anche lei, sì- perché siamo ormai una setta pericolosa e attiva). Oggi voglio parlarti di questo pollo facilissimo che puoi ovviamente fare in pentola, padella o forno ma che con la Crock Pot, o slow cooker come dir si voglia viene ancora più facile. Il metodo è sempre quello: metti tutto dentro e te ne dimentichi completamente, salvo poi trovare la cena pronta ed esserne immensamente felice.

 

Come si prepara?

Prendi dei fusi di pollo e lasci la pelle. Li metti all’interno della crock pot con abbondante succo di limone e qualche fetta di limone o a metà a patto che la scorza sia lavata per bene e non trattata. Metti delle spezie, come zenzero-cumino-curcuma-paprika o dolce o piccante -curry o quelle che preferisci e un abbondante cucchiaio di miele. Puoi aggiungere poco olio ma non è necessario. Aggiusti di sale. Chiudi e via. Sei ore o quattro, dipende da che potenza HIGH o LOW vuoi usare e via. Il gioco è fatto. I fusi, come la carne e tantissimi altri alimenti, rilasceranno qualche liquido quindi non preoccuparti se ne vedrai tanto. Basterà poi servirlo con poco sughetto o quanto te ne piace. Questi fusi hanno sempre un incredibile successo. Lo hanno anche se li cucini al forno, ma la cottura lenta riesce a dare una consistenza molto morbida al pollo (anche al petto) e me lo hanno confermato ormai così tante persone che non posso non prenderne atto. Se la provi, come sempre, fammelo sapere perché mi fai felice.

Il sughetto lo puoi comunque restringere sul fuoco, se vuoi.

Forse potrebbe interessarti leggere...

10 COMMENTS

  1. Comunque la cottura con la pentola slow da veramente dipendenza. Poi per una rincoglionita come me che dimentica le pentole sul fuoco sono una vera salvezza. (e vogliamo parlare anche di quando la mattina l’accendi e quando torni a pranzo è tutto pronto e caldo?)

    • Ieri guardando i ceci, amore mio, ho pianto.
      Di solito faccio dei pasticci incredibili.
      Buttano schiuma-
      Prende a fuoco la casa.
      Devo star lì a girare e girare. A chiamare nonna che mi dice: non girare con il cucchiaio di acciaio! gira nel verso antiorario! Fai il balletto intorno all’isola! Adesso prega perché saranno duri!

      Li ho infilati lì.
      E CIAO.
      E non dico CIAONE perché non cedo alle mode ma se potessi dire CIAONE direi proprio CIAONE.

      E poi li ho trovati PERFETTI!
      Ormai sono la maga degli spezzatini e dei legumi. Tutti credono che io sappia cucinare.
      Se ci posso fare pure la pasta e il caffè allora sì che conquisterò il mondo e cucinerò per il figlio della Ferragni e Fedez (forse è incinta patatina dolce. Sono una loro fan sfegatata. Credo lo chiameranno Supreme. O Louis Vuitton. LI AMO)
      (come ci sono finita a parlare di loro non lo so. Ma loro hanno una crock pot? parliamone)

    • Luca ciao! (segue abbraccio)
      Come stai?
      Ho fatto pure il pollo (e lo spezzatino) alla birra.
      Sono sicura che impazzirai di gioia *_*

      • Ciao Iaia! Ah ti seguo sempre eh ma evito di dire shtupidaggini. Ma questo COSO mi fa impazzire. Sia per la cottura low che per la comodità della programmazione. Sei troppo avanti! Mega abbraccio a te!

    • Senti tu. Non ne hai mai dette stupidaggini e sei sempre stato incredibilmente incredibile.
      Non è che mi fai un regalo?
      Mi mandi un tuo indirizzo a iaia@maghetta.it (oppure su Facebook) che iaia deve fare una cosa.
      NON PUOI DIRMI DI NO*detto in siculo.

      Un abbraccionissimo <3 :*
      (ricorda la minaccia *sistemandosi la coppola)

  2. Ho scoperto l’esistenza dello slow cooker in America, la mia amica lo adorava visto che per lei cucinare era fonte di stress, è diventata un magico aiuto…io ancora devo decidermi a comprarla…però ora che so che fa ceci buonissimi-nel senso che li cuoce perfettamente-mi è venuta voglia inizierò a dare un’occhiata a vari negozi:D

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le mie Storie in Cucina

Articoli recenti

Gelato al burro d’arachidi salato

Il gelato viene sempre prima di tutto. È la cosa che mi piace di più in assoluto. Sempre e per sempre. Questo al burro d'arachidi non credevo potesse essere così buono.

Colazione dolce o salata?

Colazione dolce o salata? Un po' come essere o non essere? Che sia dolce o salata la colazione è necessaria per la tua salute.

Il terzo numero di Mag-azine

Il terzo numero di Mag-azine è dedicato ai profumi di Sicilia. Un'isola incredibile che non smette mai di farti sognare.

Crema salata agli arachidi

Una crema strepitosamente buona che ti lascerà senza parole a base di burro d'arachidi e salsa di soia. Perfetta per condire insalate, involtini primavera e vietnamiti con le cialde di riso.

10 Primi piatti siciliani che non puoi perderti

La pasta alla norma e quella col macco. Il riso con l'ennese che profuma di zafferano e l'immancabile pasta al pistacchio senza dimenticare "a muddica". Scopri i dieci primi piatti irrinunciabili che non puoi perderti se sei in Sicilia.

More recipes like this