Il pollo alla giapponese, che ti farà ricevere tanti complimenti

Must Try

Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

Se la cucina è la dimostrazione dell’amore io quando cucino la carne e il pesce ce ne metto il triplo di amore. E al grido di “che tutti i polli del mondo mi perdonino” comincio.
Una delle ricette che faccio più spesso e che ottiene sempre un incredibile successo è il classico pollo giapponese al sedano. Difficile non restarne estasiati. Primo perché è velocissimo e fare da facile. Secondo perché c’è la maionese -e a chi non piace?- nella ricetta classica ma si può sostituire con lo yogurt magro bianco. Terzo è uno di quei piatti che pur nella semplicità colpisce sempre perché diciamocelo basta dire: “stasera pollo alla giapponese!”, che tutti ohhhh ahhhh uhhh. Se dici pollo al sedano: ahem. uff. chestress.

Psicologia culinaria fine prima parte.

 

Vuoi altre ricette con il pollo? Allora devi cliccare qui perché su Runlovers ne ho fatte davvero tante. Non so se lo sai ma su Runlovers è cominciato tutto da un pollo.

La Ricetta del Pollo alla Giapponese

Semplicissima e senza bisogno di dosi e roba complicata ok? Essendo una ricetta tradizionale casalinga usiamo l’infallibile metodo della nonna e della mamma, ovvero “a occhio”.

Fai lessare il pollo o se preferisci piastralo. Dopo aver scelto il metodo di cottura che preferisci sfilaccialo. Dopo averlo sfilacciato versaci sopra poca salsa di soia (chiara è meglio ma va bene pure la classica. Potresti piastrarlo dopo averlo passato nella salsa di soia, sì). Gira per bene. In una ciotolina lavora della maionese con lo zenzero grattugiato -tanto quanto ne preferisci- e se vuoi aggiungi un po’ di spezie che ti piacciono di più. Il sale dipende dalla salsa di soia che andrai ad adoperare. Se non vuoi usare la maionese senza problemi adopera lo yogurt bianco naturale non zuccherato. Taglia a listarelle il sedano. Unisci tutto e via. Servito il pollo alla giapponese. Più buono l’indomani. Comodo da portare in ufficio. e se ci aggiungi il riso hai fatto pure un pasto completo.

 

Forse potrebbe interessarti leggere...

2 COMMENTS

Rispondi a Piccolalayla - Profumo di Sicilia Cancel reply

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le mie Storie in Cucina

Articoli recenti

More recipes like this