La Torta (del reggente) a strati strapiena di cioccolato? Prinzregententorte!

Must Try

La frolla con i fiori

I fiori si possono ammirare, coltivare, regalare e mangiare. Sì, esistono dei fiori eduli perfetti per zuppe, insalate e dolci sorprendenti.

La Panna Cotta al tè matcha

Un dolce gustoso, facile e fresco caratterizzato dall'inconfondibile sapore del tè matcha. Perfetto per un dopo pasto ma anche per accompagnare un tè nero fumante caldo e avvolgente.

Semi di papavero e glassa di limone

Una delle preparazioni più buone mai preparate. Mi è sempre piaciuto moltissimo questo accostamento, quello dei limoni con i semi di papavero. Diversi dolci pasquali polacchi e dell’Est Europa hanno proprio i semi di papavero; anche il cozonac, per esempio, ha diverse volte il ripieno di semi di papavero. Il risultato -ma con una ricetta di Ottolenghi è facile- è sorprendente. Molto profumata, leggera e gustosa.

Tiramisù fragole e basilico e un dolce speciale

Un tiramisù molto profumato e fresco. Stupisce per leggerezza e freschezza questo dolce al cucchiaio di cui tutti sono ghiotti.
Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

La zia Luci sarà orgogliosa di me, perché oggi quella che ti offro (quanto lo vorrei davvero!) insieme a buon tè nero di Peter’s Tea House al cioccolato (buonissimo!) è la Prinzregententorte! Certo è che se mi dovessi sentire pronunciarla in lingua tedesca quel tè mi finirebbe dritto in faccia per le risate. È un dolce famosissimo soprattutto in Baviera e tradizionalmente viene composto da sette dischi di pasta biscotto che vengono alternati con questa delizia al cioccolato. Sai che io quando arriva Natale ho questa passione per il Pappamondo, no? Ricette tradizionali dal Mondo. Ricordi due anni fa? Ci siamo fatti un giro intorno al Globo assaporando, solo virtualmente purtroppo, tutte le delizie prelibate che ogni magnifico paese sforna. Perché mai non dovrei ricominciare a farlo? È pur sempre una nostra tradizione quella di viaggiare insieme tra fette di torta, piatti fumanti salati e curiosità, no? Spingendo sull’acceleratore della fantasia possiamo volare da una parte all’altra gustando ogni sorta di meraviglia e chiacchiere fino allo sfinimento su quanto sia bello un posto, un gusto e una tradizione piuttosto che un’altra. Domani poi sarà pure il compleanno della mia mamma e stasera alla mezzanotte qui si festeggerà. Non con questa perché mamma non è tanto da torta al cioccolato ma più da panettone e iris; sì Iris, quella preparazione dolciaria su cui tantissimo abbiamo disquisito. La tradizione, giustappunto, di famiglia impone che mamma oltre i regali scarti anche un bel vassoio di iris caldi caldi fumanti. Quest’anno mi sono prefissa, a dirla tutta, di prepararli io (mamma non leggere!) e di farle questa sorpresa (mamma arriva sempre un po’ in ritardo con la lettura dei post quindi sono in una botte di ferro. Del resto per il ritardo a leggere le cose avrei pur dovuto prendere da qualcuno, no?).

Capisco che può spaventarti all’apparenza e sembrare di difficilissima preparazione ma non è così, te lo assicuro.

È stata la prima volta che ho preparato questa torta, tanto somigliante per certi versi alla Torta Dobos che al contrario ho fatto diverse volte (anche con le lastre di caramello sopra, sì. Pura follia lo so), per cui ho deciso di adoperare una ricetta facile, veloce e senza fronzoli. Quale? Una ricetta che compare nei libri della Lidl di cuiti ho parlato ovunque e anche qui.

Libri che si riconfermano ancora una volta eccezionali. Non ne sbagliano davvero una! Con tutte le preparazioni non ho mai avuto problemi e sono sempre risultate perfette. E poi diciamocelo la Lidl è tedesca vuoi che sbagli questa ricetta? Giammai! Mi perdonerà ma sulla ricetta della Cassata siciliana avrei qualcosa da ridire ma nonostante questo è in lista perché mi incuriosisce parecchio anche questa versione “estrosa”. Divagazioni a parte la Torta del Reggente essendo molto scenografica e facile da preparare è perfetta per questi giorni di festa che ci accingiamo a organizzare. Sicuramente da inserire nella to do list qualora volessi fare davvero colpo e avessi poco tempo e per assurdo poca dimestichezza con i dolci. Con un buon tè nero amaro, o tisana/infuso agli agrumi, una fetta della torta del Reggente regalerà a te e i tuoi cari un momento che di sicuro sarà annoverato tra quelli indimenticabili. La reazione qui è stata di stupore, gridolini di gioia ed entusiasmo. Non da parte del torinese, che come ben sai non ama molto le preparazioni a base di cioccolato, ma per il resto: ovazione.

Adesso mi tocca trasformarla in una versione veg, perché mi è proprio venuta voglia di provarla.

Le Curiosità

  • Il runner pelosetto è di Zara Home
  • Il piatto è un pezzo di antiquariato, regalo prezioso
  • Il cucchiaino è di una vecchia collezione di Zara Home natalizia
  • L’alzata è di H&M Home, collezione natalizia di qualche anno fa
  • Il piattino è di Maisons du Monde
  • La tazza (non ricordo bene, pardon) credo sia H&M Home (ho un’età)

 

La Ricetta

 

Ingredienti. Una torta da 12-14 fette circa

  • 200 grammi di farina
  • 450 grammi di burro
  • 250 grammi di zucchero
  • 50 grammi di amido
  • un cucchiaino di lievito in polvere
  • 125 ml di latte

 

  • 100 grammi di cioccolato semifondente
  • 150 grammi di zucchero a velo
  • 125 grammi di glassa al cioccolato

 

Preriscalda il forno a 200. Amalgama 250 grammi di burro con lo zucchero. Separa le uova. Unisci i tuorli alla massa di burro e zucchero. Incorpora gli albumi montati a neve ferma. Setaccia la farina e l’amido insieme con il lievito in polvere. Ungi uno stampo a cerniera e versa metà dell’impasto. Inforna per 10 minuti circa. Fai raffreddare e poi inforna l’altra metà di impasto e lascia raffreddare. Una volta freddi questi due pan di spagna taglia a metà.

Per la farcia scalda il latte e fai fondere il cioccolato mescolando. Fai raffreddare. Monta poi il burro a spuma e amalgama con lo zucchero a velo e il latte al cioccolato. Spalma poi le basi di “pan di spagna” e copri. Infine chiudi con la glassa al cioccolato.

Momenti da Instagram – Fermatempo

Seguimi sui due profili se ti fa piacere. A me farai felice

 

View this post on Instagram

Buongiorno ❤️ @ombretta.blasucci è riuscita, come sempre, a sintetizzare mondi e storie. Ma soprattutto noi e la nostra essenza. Attraverso un ombrello lei e un palloncino io come passaporte riusciamo a scavalcare insidie, accecare mostri e sfondare muri. Nel sottosopra, a Fantasia, a Hogwarts, nel vascello fantasma, nel nulla, a neverwhere e ovunque. Come nelle pagine dei libri più belli e nei momenti più commoventi di pellicole indimenticabili ci ritroviamo a guardarci e capire senza dire nulla. Ombretta é la parte di me migliore. Mi ricorda cosa tendo a dimenticare e per attimi, che sembrano infiniti, mi fa sentire in pace. Perché riesco ad amarmi attraverso lei. . . E oggi faremo sei tonnellate di disegni insieme quindi è di sicuro un Buongiorno e volevamo augurarlo anche a te ❤️😘

A post shared by 𝗚𝗥𝗔𝗭𝗜𝗔 𝗚𝗜𝗨𝗟𝗜𝗔 𝗚𝗨𝗔𝗥𝗗𝗢 (@iaiaguardo) on

Forse potrebbe interessarti leggere...

3 COMMENTS

  1. Ciao, voglio provare a fare questa ricetta, ma ho letto che si deve montare il burro e non l’ho mai fatto. Si monta come la panna? e qual’è la velocità migliore? Grazie 🙂

    • Ciao Ilaria,
      per montare il burro basta solo che sia a pomata, ovvero molto morbido e a temperatura ambiente e vai di frullino elettrico (o olio di gomito :-D! )
      Grazie a te per essere qui e per avermi scritto 🙂

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le mie Storie in Cucina

Articoli recenti

Happy Vegan Christmas

Un libro che racconta un Natale total veg saporito, bello e profumato. Karoline sorprende con semplicità e con una disarmante bellezza.

Christmas Tea Time

La storia del marchio Dammann Frères ce la raccontano i diretti interessati nel sito ufficiale. Si tratta di un’infinita gamma di tè pregiati. Sir...

Mele, uvetta e cipolla

Amo questo contorno. L'ho scoperto un po' di anni fa e da allora è stato amore infinito. Facile, veloce, total veg e perfetto per quando hai voglia di qualcosa di buono e sano.

Chicago Pizza

La Chicago pizza, o deep dish pizza, ha un impasto dai bordi molto alti che viene riempito da mozzarella, salsiccia, parmigiano e salsa marinara.

Le polpette di melanzane

La mamma ha sempre ragione anche quando non ce l'ha. In cucina poi non ne parliamo. Se la mamma dice "a occhio" allora tu devi fare "a occhio", fine del discorso.

More recipes like this