Torta (vegan) alle ciliegie

Must Try

Crema salata agli arachidi

Una crema strepitosamente buona che ti lascerà senza parole a base di burro d'arachidi e salsa di soia. Perfetta per condire insalate, involtini primavera e vietnamiti con le cialde di riso.

Gelato al burro d’arachidi salato

Il gelato viene sempre prima di tutto. È la cosa che mi piace di più in assoluto. Sempre e per sempre. Questo al burro d'arachidi non credevo potesse essere così buono.

10 Primi piatti siciliani che non puoi perderti

La pasta alla norma e quella col macco. Il riso con l'ennese che profuma di zafferano e l'immancabile pasta al pistacchio senza dimenticare "a muddica". Scopri i dieci primi piatti irrinunciabili che non puoi perderti se sei in Sicilia.

La granita siciliana

La granita siciliana è un'istituzione. Acqua, frutta, zucchero. Deriva dalla neve e dai ricordi. Per sopravvivere all'afa c'è solo questo rimedio. E poi, ne racconta la magia dell'isola.
Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

Diventano orecchini solo poggiandole e come pop corn perché è vero proprio che una tira l’altra. Ti macchiano alla Pollock i vestiti d’Estate ma le perdoni e sono perfette per i disegni e le illustrazioni ( @maghetta con le ciliegie ha viaggiato tantissimo usandole come ruote delle biciclette, pesi da palestra, palloni da beach volley e infinito altro). Quando arrivano le ciliegie non si può non essere felici. A me piace tantissimo privarle del nocciolo, chiuderle nei sacchetti da freezer e usarle per deliziosi smoothie. Ci impieghi un po’ di tempo a snocciolarle, è vero ma la soddisfazione nel gustarle è tanta. Oggi ti propongo una ricetta vegana facile e veloce che ti piacerà. Ne ho certezza assoluta. Morbidissima, gustosa e leggera. Perfetta proprio per questo non solo per colazione e merenda ma anche come chiudi pasto; magari accompagnando il tutto con qualche pallina di gelato (o panna montata).

Il forno d’Estate?

Sì lo so il forno con questo caldo per alcuni è fuori uso ma onestamente la sera a me piace accenderlo. Quando magari comincia a tirare un pochino di venticello (utopia al momento). E poi ho il mio ventilatore da borsetta -perché per principio e vicina all’emergenza Riscaldamento Globale sto accendendo il climatizzatore solo in caso di strettissima necessità*– e me lo sono attaccata come ciondolo al collo.

Non temo niente!

*mai acceso sinora, se non quando viene mamma che soffre troppo il caldo e non vorrei che si sentisse male

La Ricetta

  • 260 grammi di farina di farro (ma anche con la farina classica)
  • 65 grammi di farina integrale
  • 80 grammi di nocciole tritate (anche le mandorle vanno bene)
  • 360 ml di yogurt di soia
  • 170 grammi di sciroppo d’acero
  • 100 ml di olio di cocco (puoi usare anche quello di girasole)
  • il succo e la scorza grattugiata di un limone
  • un cucchiaino di aceto di sidro di mele (facoltativo)
  • 350 grammi di ciliegie snocciolate
  • un cucchiaio di bicarbonato
  • un cucchiaino e mezzo di lievito per dolci
  • mezzo cucchiaino di vaniglia bourbon in polvere
  • una punta di cucchiaino di cannella in polvere
  • una puntina di cucchiaino di curcuma in polvere

La teglia sarà perfetta una da 23×30 circa

Setaccia le farine insieme e aggiungi a queste il bicarbonato, il lievito, un pizzico di sale, la vaniglia, la cannella e la curcuma. Aggiungi poi le nocciole tritate e mischia per bene. In un’altra ciotola metti lo yogurt, lo sciroppo, l’olio e il succo e la scorza del limone. Infine aggiungi l’aceto ma questo è un passaggio facoltativo. Unisci poi gli ingredienti liquidi a quelli secchi e mescola per bene tutto con un cucchiaio di legno. Non occorre mescolare troppo.

Distribuisci il composto e cuoci nel forno preriscaldato per 35-40 minuti. Servi dividendo a quadrotti se vuoi; è molto carina servita così.

 

Forse potrebbe interessarti leggere...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le mie Storie in Cucina

Articoli recenti

Le polpette di melanzane di mamma

La mamma ha sempre ragione anche quando non ce l'ha. In cucina poi non ne parliamo. Se la mamma dice "a occhio" allora tu devi fare "a occhio", fine del discorso.

Il Cantalupo con la feta

Un piatto facile, veloce e strepitoso. La feta con l'anguria, da anni, è una certezza ma con il cantalupo hai mai provato?

Le Ricette di Mamma – Siciliane a base di pesce

Ti racconto alcune delle ricette siciliane che mia mamma prepara da sempre. Delle preparazioni che non sono solo piatti ma scrigni di ricordi, giorni e vita. Un tour tra cuore e tavola.

Le melanzane più buone! Come le fa mamma

Una delle ricette che amo di più e che mangio sin da piccola. Che sa di tradizione, amore e casa.

Crema salata agli arachidi

Una crema strepitosamente buona che ti lascerà senza parole a base di burro d'arachidi e salsa di soia. Perfetta per condire insalate, involtini primavera e vietnamiti con le cialde di riso.

More recipes like this