Come moltiplicare il lievito di birra

U criscenti, come quello di nonna

Must Try

La carbonara di Asparagi

Una versione vegetariana di uno dei primi più amati in tutto il mondo.

Spinacino, Fragole e semi di papavero

La fragola è una vera trasformista e nelle insalate diventa l'ingrediente sorprendente. Con lo spinacino verde poi, fa faville.

Porridge alle fragole, pistacchio e semi di chia

Un porridge fresco con quella nota croccante e deliziosa del pistacchio. Un dolcetto a tutti gli effetti che ti farà cominciare la giornata sicuramente con un gran sorriso.

Fragole e olive nere: l’abbinamento vincente.

Le olive nere, quelle morbide e gustose, accostate alle fragole riescono a regalare noti di gusto uniche e imperdibili. Una semplice insalata che non passerà inosservata.
Iaia
Una che disegna, scrive, cucina e fotografa ma non fa bene nessuna della quattro cose.

Questo metodo l’ho visto sul canale di Chef Barbato che puoi trovare su YouTube.
Lo Chef Barbato fa un discorso commovente con profondo senso civico, in periodo di lockdown. Saccheggiare i supermercati, nel momento storico che stiamo vivendo, significa non pensare al prossimo. E noi dobbiamo farlo. Un ottimo metodo per dar la possibilità a tutti di panificare è non sprecare il lievito.
Ma come si moltiplica? È difficile? Assolutamente no. È come utilizzare u crescenti della nonna; un ottimo modo per risparmiare, non sprecare e soprattutto consentire a tutti di creare e mangiare pane fresco e altre leccornie.

Come si moltiplica?

Prendi il lievito di birra che hai (panetto di 25 grammi nel mio caso) e sbriciolalo all’interno di una ciotola. Aggiungi 25 grammi di acqua, ovvero il pari peso del tuo panetto e 60 grammi di farina 00 (o quella che preferisci. A patto che poi tu adoperi sempre e solo la stessa farina).
Dapprima metti l’acqua e sciogli bene. In seguito la farina e aiutati con una spatola inizialmente. Dopo aver fatto assorbire l’acqua alla farina e il lievito metti su un piano pulito e lavora per bene fino a formare un panetto liscio e ben compatto.
Metti in una ciotolina pulita.
 Ricopri con pellicola e metti in frigo.
Dopo 24 ore quello che hai ottenuto è un intero panetto di lievito di birra. Lo userai quindi con le stesse dosi che useresti avendo a disposizione del lievito di birra in panetto.
Ogni volta che vogliamo moltiplicare ancora il lievito ne dovremo prelevare 25 grammi e ripetere la stessa identica operazione.
Di nuovo in frigo altre 24 ore per riformalo e via.
All’infinito.
Si può fare anche con il lievito disidratato e si deve usare 1/3 del peso di quello fresco mentre le dosi di acqua e farina rimangono invariate.
Sciogli il lievito dapprima in acqua. Poi aggiungi la farina. Poi fai il panetto. Ciotolina. Pellicola. Frigorifero.

Deve essere ben chiuso il panetto perché deve sviluppare in un ambiente privo di ossigeno. Fare i fori in questo caso sarebbe controproducente perché si inciderebbe. Dobbiamo far sì solo che si sviluppino i microorganismi.
Il panetto non deve lievitare ma rimanere della stessa grandezza. L’odore dopo 24 ore sarà lo stesso del lievito di birra.
Puoi congelarlo e dura tre mesi. E quando lo scongeli devo farlo in frigo fino a quando è pronto per l’utilizzo.
La farina 00 ci mette meno tempo a trasformarsi in lievito di birra.
Lo Chef barbato consiglia di utilizzarlo dopo tre giorni da quando è stato fatto per la prima volta.

Ti ricordo che è la prima volta anche per me e che per qualsiasi dubbio o domanda controlla prima nel canale di Chef Barbato perché trovi tantissime curiosità.

 

 

 

 

Il video su IGTV

View this post on Instagram

Questo metodo l’ho visto sul canale di Chef Barbato che puoi trovare su YouTube: https://www.youtube.com/user/ChefStefanoBarbato Lo Chef Barbato fa un discorso commovente con profondo senso civico. Saccheggiare i supermercati in questo momento significa non pensare al prossimo. E noi dobbiamo farlo. Un ottimo metodo per dar la possibilità a tutti di panificare è non sprecare il lievito. Nei prossimi giorni ti mostrerò come prosegue la mia avventura con il lievito madre e con un altro tipo di lievitazione che Sto sperimentando insieme a mia cognata e la mia amica Giulia. Ho deciso di fare un video riassuntivo in modo da mostrarti i diversi passaggi. Se tutto va bene manca davvero poco. Oggi però moltiplichiamo il lievito di birra! Un ottimo modo per risparmiare e soprattutto consentire a tutti di creare e mangiare pane fresco e altre leccornie. Come si moltiplica il lievito di birra partendo da un panetto? Prendi il lievito di birra che hai (panetto di 25 grammi nel mio caso) e sbriciolalo all’interno di una ciotola. Aggiungi 25 grammi di acqua, ovvero il pari peso del tuo panetto e 60 grammi di farina 00 (o quella che preferisci. A patto che poi tu adoperi sempre e solo la stessa farina). Dapprima metti l’acqua e sciogli bene. In seguito la farina e aiutati con una spatola inizialmente. Dopo aver fatto assorbire l’acqua alla farina e il lievito metti su un piano pulito e lavora per bene fino a formare un panetto liscio e ben compatto. Metti in una ciotolina pulita.
Ricopri con pellicola e metti in frigo. Dopo 24 ore quello che hai ottenuto è un intero panetto di lievito di birra. Lo userai quindi con le stesse dosi che useresti avendo a disposizione del lievito di birra in panetto. Ogni volta che vogliamo moltiplicare ancora il lievito ne dovremo prelevare 25 grammi e ripetere la stessa identica operazione. Di nuovo in frigo altre 24 ore per riformalo e via. All’infinito. Si può fare anche con il lievito disidratato e si deve usare 1/3 del peso di quello fresco mentre le dosi di acqua e farina rimangono invariate. Sciogli il lievito dapprima in acqua. Poi aggiungi la farina. Poi fai il panetto. Ciotolina. Pellicola. Frigorifero. CONTINUA COMMENTI ✨✨

A post shared by 𝗚𝗥𝗔𝗭𝗜𝗔 𝗚𝗜𝗨𝗟𝗜𝗔 𝗚𝗨𝗔𝗥𝗗𝗢 (@iaiaguardo) on

Forse potrebbe interessarti leggere...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le mie Storie in Cucina

Articoli recenti

La frolla con i fiori

I fiori si possono ammirare, coltivare, regalare e mangiare. Sì, esistono dei fiori eduli perfetti per zuppe, insalate e dolci sorprendenti.

Il poolish

Il poolish, altrimenti detto biga liquida, serve per consumare pochi grammi di lievito di birra. Un altro modo per consumare meno lievito e ottenere dei...

(Japanese) Tulip Sandwich

Di rara bellezza spicca il Tulip Sandwich, che regala uno splendido tulipano all'apertura. Questo modo tagliare il sandwich è tipico giapponese anche nella versione salata.

Il Latte di mandorla Siciliano

Per noi siciliani è sempre stata la bevanda estiva. Quella che bevi ghiacciata sotto il patio nella bottiglia di vetro. Uno scrigno di ricordi e bontà.

Torta al cioccolato vegana (la più buona since 2012!)

Era il 2012 quando per la prima volta pubblicavo questa ricetta sul Blog. Ne rimane traccia però solo un vecchio post che non ricordavo....

More recipes like this