Risotto con carciofi e ribes

Un risotto a dir poco sublime

Una delizia che stupirà con pochissimo.

Sai che non sono molto brava con la pasta ma stranamente con il riso me la cavo. Facciamo cavicchio con il vezzeggiativo? Non credo di doverti spiegare io come fare un buon risotto perché sono certa che saprai fare di meglio però ti racconto il mio. Semplicemente faccio un battuto di sedano, carota e cipolla ma trito tutto in modo che siano pezzetti piccolissimi. Lascio cuocere in olio extra vergine d’oliva. Aggiungo i cuori che ho preparato precedentemente. I cuori di carciofi li ho belli che puliti e leggermente sbollentati dopo averli tagliati a pezzetti davvero molto piccoli. Più piccoli sono, meglio cuoceranno. Giro per bene, sfumo con del vino bianco e aggiungo poi il riso. Lascio cuocere aggiungendo il brodo vegetale che ho preparato a parte finché il riso non è completamente cotto. Solo allora manteco con del burro per Pier e con poco yogurt di soia per me (mi piace tanto il contrasto acidino). Servo con dei ribes che ho lasciato congelare.

Sublime!

QUESTO POST È STATO PUBBLICATO IL: 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

Seguimi anche su Runlovers

Tutte le settimane mi trovi con una ricetta nuova dedicata a chi fa sport

MUST TRY