La mummia nel panino

Mummiankhamon (precedentemente Mummianvecchiankhaton) Signore dell'Alto e del Basso Egitto degli Insaccati Vegan In carica ~ 1333-1323 a.C. Predecessore Neferneferuaton

Mummiankhamon
(precedentemente Mummianvecchiankhaton)
Signore dell’Alto e del Basso Egitto degli Insaccati Vegan
In carica ~ 1333-1323 a.C.
Predecessore Neferneferuaton

Nome completo Nebkheperura Mummiankhamon (prec. Tutankhaton)
Nascita Probabile Akhetaton, ~ 1341 a.C.
Morte ~ gennaio/febbraio 1323 a.C.
Sepoltura KV62 (Tomba di Tutankhamon)
Luogo di sepoltura Valle dei Re Insaccati Vegan
Dinastia XVIII

Nebkheperura Mummiannkhamon è stato un faraone egizio appartenente alla XVIII dinastia dei Vegan Insaccati, durante il periodo della storia egiziana noto come Nuovo Regno o talvolta come impero. La scoperta del 1922 di Iaia LookGuarden della tomba quasi intatta di Mummiankhamon, i cui scavi furono finanziati da Lord Wurstelseitan, ricevette al tempo una copertura mediatica mondiale, suscitando un rinnovato interesse pubblico per l’Antico mondo degli insaccati Vegan in  Egitto, per il quale la maschera funeraria di Mummiankhamon, conservata nel Museo Egizio del Nippotorinesem, rimane il simbolo più popolare. Esibizioni di reperti provenienti dalla sua tomba hanno compiuto negli anni il giro del mondo.

 

Ok la smetto di dire fesserie. Che il Wurstel Mummy sia DOVEROSO scritto maiuscolo farlo per Halloween, si è capito già dieci anni fa. In ogni forma e salsa il Wurstel mummy, ovvero un wurstel arrotolato da sfoglia o brisèe poco importa. In questo caso un Wurstel di Tofu (Tofunkamon discendente di Soiankamon, sì. Ci siamo capiti) arrotolato da brisèe e infilato in un panino con tanta maionese di riso e Ketchup. So che alcuni non crederanno alla mias scoperta ma il wurstel di tofu reso Wurstel Mummy è buono assai. Il wurstel di tofu cotto nel forno ha un nonsochetuttoattaccatodi: Bontà. Più che sulla piastra. Più che sul micro. Più che bollito. Più che agguantato nella notte freddo di frigo. Nel forno il wurstel di tofu acquista quella dignità mai sperata. E arrotolato poi nella brisèe manco ne parliamo: BONO. Proprio un Mummiankhamon Bono da paura. Bono da paura potrebbe essere proprio inserito tra i diversi nomi e titoli nobiliari e divini. Da provare.

Neanche te lo spiego perché non voglio offenderti: acchiappi la brisèe già pronta o la sfoglia. Ricavi delle strisce. Arrotoli sul tofu. E poi infili nel forno a 180 per 20 minuti e ciao. Finito. Se lo infili in un paninosarcofago? Ottima idea! Ancor più scenografica.

Mummiankhamon BONO da paura è servito.

Le Ricette di Halloween

Le ricette di Halloween le trovi tutte cliccando qui. Sono divertenti, scenografiche e facilissime da realizzare. Sono tutte sane, vegetariane o vegane e di grande impatto. Ci sono preparazioni dolci e salate ma anche apparecchiature, tanti modi per decorare la casa, menù, film da vedere e tutto quello che serve per trascorrere un Halloween indimenticabile. 

QUESTO POST È STATO PUBBLICATO IL: 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

Seguimi anche su Runlovers

Tutte le settimane mi trovi con una ricetta nuova dedicata a chi fa sport

MUST TRY