Halloween: Apple Pie

Lo zucchero non c'è. Ma se vuoi mettercelo ben ci sta. Happy Halloween!

 

Che io abbia sviluppato nel tempo una vera e propria ossessione per le torte di mele in genere non è più un segreto per nessuno. Che io abbia sviluppato nel tempo una vera e propria collezione di ossessioni in generale, neanche. Ma questa è un’altra triste e drammatica storia che oggi non interessa (e neanche domani suppongo*disse ridendo istericamente e ticchettando velocemente come in preda a un delirio*).

L’apple pie è la torta di mele per eccellenza. Quella che ti immagini nel cestino di Cappuccetto per la nonna e quella che ti rifilano in ogni film -soprattutto horror che si rispetti- con tanto gelato e panna; che ci siano mele dentro o marmellate varie se non addirittura zucca nel periodo di Halloween e non solo. A proposito di questo Sto ancora cercando la pumpkin pie perfetta senza risultato. Nel caso dovessi farcela, ti farò sapere. Ci sono diverse interpretazione della classica Apple pie. Chi la fa come una crostata a strisce, chi ancora open faced e quindi senza la doppia crosta o chi ancora un po’ come gli pare (una tecnica apprezzata da me apprezzata sempre e comunque). Dopo aver fatto quella con la marmellata di ciliegia in onore di Twin Peaks lo scorso anno -con le sembianze di jack Skeletron di The nightmare before christmas- avevo proprio voglia di farne una semplicissima con la faccia di Jack O’Lantern.

Ed eccola

Farla è facilissimo. Ci stai davvero pochi minuti. Io l’ho fatta completamente senza zucchero perché viene buonissima uguale ma nel caso volessi adoperarlo aggiungilo alla mele: 4/5 cucchiai basteranno. Se sei goloso dacci dentro senza paura ancora di più.

Per la brisèe neutra che io uso sia per salati che dolci ho adoperato: 400 grammi di farina, 200 grammi di burro freddo e 100 grammi di acqua ghiacciata. Se non vuoi usare il burro vai di olio e regolati con la proporzione perché dipende dalla farina. Appena vedi che è tutto bello compatto è fatta. Fai riposare se vuoi ma non è strettamente necessario. Avvolto in pellicola per 20-30 minuti e via. Bastano 3-4 mele tagliate sottili. Aggiungo un generoso cucchiaio di cannella con zenzero, pepe e pizzico di sale ma se vuoi solo cannella o vaniglia. La mela la taglio con la mandolina così viene perfetta. Poi ricopro e via in forno a 200 per 45 minuti ma regolati tu perché dipende dallo spessore e dal forno. L’ho fatta bella grande e quindi intorno ai 25 la teglia. Ho ripetuto due volte l’operazione della brisèe ma se la fai più piccolina basterà solo un impasto.

Prima di infornare spennella con latte e butta giù un po’ di zucchero in superficie. Verrà ancora più buona, croccante e colorata al punto giusto.

Puoi servila come ti pare perché sai che c’è? È buonissima in tutti i modi!

 

Il Reel

Le ricette di Halloween

Le ricette di Halloween le trovi tutte cliccando qui. Sono divertenti, scenografiche e facilissime da realizzare. Sono tutte sane, vegetariane o vegane e di grande impatto. Ci sono preparazioni dolci e salate ma anche apparecchiature, tanti modi per decorare la casa, menù, film da vedere e tutto quello che serve per trascorrere un Halloween indimenticabile. 

La Guida

Clicca sopra l’immagine per accedere all’articolo su “La zucca di Halloween: tutto quello che c’è da sapere”. Come sceglierla, disegnarla, intagliarla e farla resistere il più possibile.

QUESTO POST È STATO PUBBLICATO IL: 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

Seguimi anche su Runlovers

Tutte le settimane mi trovi con una ricetta nuova dedicata a chi fa sport

MUST TRY