Lime Jell-O ! Occhi di rana in gelatina

Stupefacente!

Sono sicura che conosci il marchio Jell-O magari senza mai essertene reso/a conto e senza mai averlo visto realmente e acquistato. È uno di quei classici prodotti americani famosissimi che abbiamo visto e rivisto in tutte le salse. Negli ospedali americani hai fatto caso che servono sempre della gelatina colorata? E hai fatto caso che la stragrande maggioranza delle volte si vede pure il marchio Jell-O? Non fanno differenza i film horror dove la Jell-O è proprio un’indiscussa protagonista. Compare pure quando l’amico Michael Myers si aggira tra i corridoi dell’ospedale, giusto per dirne una. È davvero onnipresente. Ricordo di averla vista in uno shop online di prodotti americani ed era già nel carrello dopo tre nano secondi.

Jell-O è un marchio della famosissima Kraft. È stata inventata da un falegname -e sua moglie- nonché produttore di sciroppi per la tosse negli Stati Uniti. Da lì il successo è stato inarrestabile. Uno dei dessert più famosi d’America sino ad oggi dopo un secolo e più. Esiste ormai in tutti i gusti anche se i più famosi sono fragola, lampone, arancia e limone. Dopo declini delle vendite e inversioni di tendenza Jell-O ritorna in auge e nonostante tutto rimane sempre e comunque un prodotto incredibilmente amato e idolatrato. Si è avviata anche una produzione a marchio Jell-O che vanta più di cento prodotti.

Ma perché si serve in ospedale?

Se anche tu come me sei incuriosito dal sapere il perché sappi che ho svolto delle ricerche (do sempre priorità alle cose importanti, come vedi). Viene servito perché è molto facile da digerire, è un dolcetto colorato e anche gustoso -nei limiti del possibile e dei gusti- e ha pochissime calorie. Insomma: tentare di far felici con poco.

Eppure ci sono dei veri e propri fan sfegati di Jell-O. Ricordo di averlo visto anche nelle Streghe di Eastwitch e in moltissime pellicole. La gelatina è un must per Halloween, c’è poco da fare. E si presta benissimo a infinite variazioni e interpretazioni. Io per esempio sempre seguendo la linea di Frog eyes on the Rocks ne ho fatto una versione tutta al lime e aggiungendo le boba alla mela verde. Mela verde e lime: connubio perfetto! Anche e soprattutto dal punto di vista visivo. La notte di Halloween con un dolcetto del genere il successo è assicurato. Se non dal punto di vista gustativo -visto che la consistenza non è apprezzata da molti- almeno scenografico. Non sono tutti amanti della gelatina, è vero, ma tolta la consistenza un po’ horror il gusto non è affatto male. Anzi!

 

 

La Jell-O si prepara in due secondi. Acqua, bustina in polvere e via in frigo. Dopo un tot di ore diventa gelatina ed è pronta da gustare.

E tu? Che rapporto hai con la gelatina?

Le ricette di Halloween

Le ricette di Halloween le trovi tutte cliccando qui. Sono divertenti, scenografiche e facilissime da realizzare. Sono tutte sane, vegetariane o vegane e di grande impatto. Ci sono preparazioni dolci e salate ma anche apparecchiature, tanti modi per decorare la casa, menù, film da vedere e tutto quello che serve per trascorrere un Halloween indimenticabile. 

 

QUESTO POST È STATO PUBBLICATO IL: 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

Seguimi anche su Runlovers

Tutte le settimane mi trovi con una ricetta nuova dedicata a chi fa sport

MUST TRY