Jack O’Lantern in sfoglia

This is Halloween ! This is Halloween !

Ho visto questa idea su Chefclub brasiliano. Un account instagram e anche un blog molto famoso legato credo a un canale tv. Realizzano sempre delle ricette molto spettacolari ed esageratissime. Me ne sono immediatamente innamorata. La versione di Chefclub è a dir poco incredibile; la calotta di sfoglia che vedi è messa sopra una torta di mela irrorata poi con del rum e resa lanterna facendo un flambé. Mai visto nulla di simile. La ricetta perfetta per Halloween!

Però non ho grande dimestichezza con il cosino che incendia brûlé e flambé e tutto quello che finisce per è, ergo ho desistito. In realtà vorrei provarci il 31 -è proprio un chiodo fisso- ma non so proprio se io ne sia in grado. Nel caso in cui volessi vederlo ti consiglio di guardare il loro canale Instagram, che amo.

Ti lascio il video in modo che tu veda quanto sia semplice la realizzazione. Ti dico subito che con la sfoglia è dura. Ho fatto tre prove. Uno con la sfoglia comprata pronta: andata a male. Uno con la brisèe comprata pronta: andata benino. Una con la brisèe fatta in casa: andata meglio delle due precedenti versioni. Questo perché la sfoglia anche se oli tantissimo la carta stagnola al momento di sformare: si rompe. Ed è terribile vedere la tua piccola opera d’arte distrutta in pochi secondi senza alcun modo per poterla riparare. Con la brisèe pronta, sempre oliando bene, riesci a sformare perfettamente, ma. E dico ma: ci sono rischi che qualche pezzo si scolli perché è una brisèe effettivamente troppo sottile. Con quella fatta in casa: va tutto liscio come l’olio perché stirando con il matterello puoi regolare uno spessore leggermente più alto.

 

 

Il reel

QUESTO POST È STATO PUBBLICATO IL: 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

Seguimi anche su Runlovers

Tutte le settimane mi trovi con una ricetta nuova dedicata a chi fa sport

MUST TRY