Home / Articles Posted by Iaia (Page 101)

 

 

E’ partito il conto alla rovescia. Sta per arrivare il sito di Sale & Pepe! *urlò salendo sulla sedia, improvvisando qualche passetto latinoamericano con la scioltezza di un bradipo anchilosato e agitando i capelli con il suo solito fare composto e professionale. 

E chi di più serio e contegnoso poteva comunicarlo alla nazione? Tutti tranne me e difatti eccomi qui a riconferma che l’Italia è in forte crisi. Ora, senza tirarla troppo per le lunghe (risate registrate in sottofondo):

essendo in uscita il Sito di Sale & Pepe (e mi unisco all’ovazione mista al quesito “maperqualeassurdomotivononcera?”; ma l’attesa verrà ripagata) giustamente si sta organizzando una sorta di party culinario virtuale. C’è forse qualcosa di più bello che cucinare tutti insieme? C’è forse qualcosa di più bello se a farlo sono proprio le fedelissime lettrici di Sale & Pepe che con matterello (faccio uno sforzo disumano a non scrivere mattarello, si sappia!) in mano si uniscono in un coro di evviva generale?

E fin qui me la sto cavando abbastanza bene nonostante non sia grado di spiegare facilmente come friggere un uovo, giusto?

 

Un’iniziativa strepitosa e social da ogni punto di vista che andremo a vedere nel dettaglio e nelle specifiche più sotto. Molto sinteticamente però va proprio interpretato come un party dove ogni amica porta la propria ricetta durante l’inaugurazione. Si assaggiano tutte e vince la migliore; quella che ha usato gli abbinamenti più convincenti e che l’ha presentata in modo eccelso.

 Cucini – Scatti – Invii la tua ricetta.

Questa verrà pubblicata e sarà votabile da tutti gli utenti della rete. Quelle che avranno ricevuto più voti saranno sottoposte alla Giuria che decreterà le tre migliori. I nomi delle tre migliori ricette verranno pubblicate sul sito di Sale & Pepe e potranno essere protagoniste Sabato 12 Aprile alle ore 17.30 dello showcooking che si terrà alla Food Experience Mondadori, allestito in occasione del Salone del Mobile di Milano dove sarà presente anche la Giuria.



Dei piselli spezzati, ma in versione gialla, ho parlato qui a proposito del tortino di quinoa; una ricetta vegana gluten free che ha riscosso un incredibile e inaspettato successo. Ho scoperto di avere una vera e propria passione ormai per i legumi secchi. Se freschi sono indiscutibilmente saporiti, anche nella loro versione disidratata non deludono; l’assenza di acqua anzi conferisce un gusto prezioso. Allo stesso modo delle fave quindi anche i piselli spezzati secchi sono dei fidi alleati della nostra dispensa. Un’alternativa molto più che valida a quelli surgelati in busta che si trovano negli ipermercati, che devono essere ahimè gli ultimi da afferrare (nella disperazione) e lanciare tra le nostre conserve casalinghe. Memore del fatto che i piselli (come le fave) sposati all’avocado riescono a innescare un miracoloso processo di infinita bontà al palato, ho voluto provare ancora una volta (sotto al post lascio qualche ricetta e videoricetta di questo connubio vincente).



Sto cercando in questi giorni nel mio personale vocabolario il verbo riflessivo arrendersi e dannazione non lo trovo. C’è una sensazione surreale ed estremamemente dolorosa che mi pervade proprio guardando queste foto. Non è passato neanche tanto tempo del resto, perché al massimo sarà un mese eppure paiono appartenere a ere zoologiche fa. Questa luce. Questa tovaglietta. Questo piatto. Sembra un fotogramma ritrovato sotto le alghe dell’oceano tra le trame di un relitto. La mia casa, come fosse nave, affondata da nubi di fumi e polveri e onde di piogge e lacrime. Che siano di risate o dolore. In questi due giorni di assenza che a me hanno pesato come anni non sono riuscita in nessun modo a pensare di parlare di intimità, casa, ricordi e cibo essendo al momento esule in patria. Pur abitandoci non vivo nella mia casa. Pur essendola non lo è più. Il disequilibrio dato dalla carenza dei miei movimenti abitudinari, spazi conosciuti e oggetti incontaminati da germi, in un attimo diventati preda di un terremoto emotivo capace di devastare quel briciolo di equilibrio rimastomi e precedentemente annientato dal dolore di papà. E’ come se tutto fosse successo insieme.

Una volta una mia amica mi ha detto che quando il Diavolo entra in casa non va più via. O per lo meno se si trova bene rimane un po’. A quanto pare ha trovato una dimora e anime che lo attraggono particolarmente, perché sta lì seduto e si gode lo spettacolo. Aspetta che ti offro un drink. Non ti muovere.