Home / Articles Posted by Iaia (Page 162)

Grazie alla strepitosa efficienza di Max e BestiaBionda stamattina ho trovato su Dropbox il file pronto e la proclamazione della vincitriceeeeeeeee del librotto di Martha Stewart.

Credo sia la prima volta santapizzetta che la mia Ellllllli con 22 L vinca una tombola! Qui il video (BestiaBionda ha messo i Queen. Ora io amo Mercury manunsespossonopiùsentì. La prossima volta Hisaishi che si confà meglio *disse con fare antipatico). Ho già acquistato su Amazon e spedito all’indirizzo (mai stata così veloce santocielo. Devo preoccuparmi).

Nel frattempo visto che ho accumulato tantatantaroba cliccando qui c’è già un’altra Tombolata per Anziani correlata sempre alla Libreria di Iaia che terminerà Mercoledì.

Solo io quando vedo il polpo rido? Sono legatissima affettivamente a questo animale prima di tutto perché il mio papetto pescava piovre giganti quando ero piccina (vabbè pesavo 70 chili a sette anni. Piccina è un termine dolcissimo ma non applicabile alla realtà. Un po’ come quando il Nippo adesso mi chiama scricciolo e ti vedi spuntare un armadio a otto stagioni) ma la verità è che quando mi ritrovo davanti una delle figure animali visivamente più interessanti, insieme all’axolotl e alla medusa, penso sempre alla versione manga con il broncio enorme intento a sbaciucchiare. Cosa sto dicendo? (fesserie).

Eddai il polpo quello con il broncio che vuole baciarti! C’era sempre. Anche in Lamù (e anche in altri che non ricordo. Acutil Fosforo ammè!). E’ buffo il polpo. Basta farsi un giro anche in rete e guardare Octopus kawaii giusto per dire. Occhioni sgranati con quell’aria sempre un po’ inebetita. Si ha questa immagine fumettosa del polpo non proprio forte e coraggiosa. Potrebbe esserlo certo ma se ne ha una completamente diversa nell’immaginario visivo. Sarà perché proprio la conformazione, nonostante possa essere spaventosa, permette un movimento particolare, avvolgente e quasi danzante (a tratti inquietante come la medusa. Oh sì. Sto in fissa con i polpi e le meduse. E dirò di più. Non che importi ma. Ma li disegno anche molto spesso).