Home / Articles Posted by Iaia (Page 164)

Aridaje con questa ciotolina e le lenticchie. No. Non c’è nè la misera patata avanzata insieme alla prova di besciamella nè il tartufo seccoebruttoepuzzolentocomeilprofumodiladygaga ( possiamo chiamare il Tartufo da oggi sempre così?) . C’è il radicchio, che aborro come il profumo alla vaniglia olioso di Body Shop (ma anche quello al cocco) con il quale piaceva farsi la doccia ad  una della terza C. Bontà sua un giorno, dopo aver deciso che una doccia poteva essere facilmente sostituibile a una boccettina oliosa intera di cocco Body Shop, ho dovuto chiamare mamma per venirmi a prendere. Emicrania feroce e narici in fiamme. Non era colpa mia se mi assentavo: dovevo disegnare. Non era colpa mia se andavo prima: erano gli altri a preferire il profumo alla doccia. Non era colpa mia se non andavo bene in matematica: avevo già capito che non mi sarebbe servita e allora perché perdere tempo santocielo?

Insomma non è mai colpa mia ( sì. La smetto).

Questa è meno peggio della patata triste ma solo io potevo abbinare le tagliatelle con alga spirulina insieme al radicchio e lenticchia. E questa volta non ho neanche la scusa dei colori perché diciamolo sì il radicchio si abbina vagamente un po’ alla forchetta adorabilmente a pois ma. Ma sono proprio al limite. Non si sentono solo le mie unghie che graffiano vetri come gatti ma una vera e propria fastidiosa strisciata con buuuuuuuuuuuu al fondo della sala. E arrivano già i primi pomodori. 

Giusto per cominciare a far intendere sin da subito che io di cucina non ne capisco davvero nulla. Solo che c’era una patata. Dovevo fare delle prove per la preparazione esatta della besciamella, manco fossi a Master Chef, e la lenticchia non è mai mancata da settembre qui (anche agosto, va). Il tartufo piace al Nippo (periodi sintattici slegati-ma-legati con punto. Bello il costrutto vero?). E quindi tutto dentro la ciotolina Ikea, che volevo fotografare con qualcosa di diverso dallo lo yogurt di soia, dove generalmente ceno (sì ho una perversione nei confronti di queste ciotoline). Il Nippo ha sentenziato un “credevo peggio”; sono promotrice della pera col pesce spada perché mai non dovrei esserlo della patata bollita ridotta in purea e insaporita con besciamella avanzata da prove? Qualcuno dovrà pure mangiare le mie prove, no?

Diciamo che quelle “tre” parole spese riguardo alla mia vincita del Biglietto d’Oro e relativa visita alla Fabbrica di Cioccolato Leone con la splendida Charlie e il RagioWillyWonka (come? non sei venuto con me a sognare  tra macchine  che ricordano il castello di Edward Mani di Forbice e gruppetti di Umpa Lumpa che nuotano in immense cascate e piscine di cioccolato? ahiahiahiahia. Cliccasubito qui!) non sono bastate. Perché quando si parla di Pastiglie Leone si fa in tempo a dire 942890382340982340982304238 cose e ne salti 20394823409823409823409824098234093428u203482340982304982304283402348203498 (ma anche qualcosina in più).

Nonostante siano le pastiglie quelle più conosciute, sono tantissimi i prodotti di eccellenza. E’ innegabile che io sia una bimba supersupersuper fortunata in quanto vincitrice del Biglietto d’Oro. Questo mi è valso (oltre allo strepitoso regalo di un nano tutto d’oro che solo Charlie poteva scovare nel paese delle meraviglie nanose. Insieme a un nano che fischia e a un coprichiavi nanoso) una fornitura secolare di caramelle, cioccolato, tartufi e. E io davvero ho più meraviglie Leone che nani e tazzine; giusto per dare un metro (chilometro) di paragone.

Ho deciso che, avendo a disposizione praticamente l’intera gamma, ogni settimana parlerò (delirerò) di un prodotto diverso. Perché il Mondo deve sapere cos’è la Croccosetta! *disse sventolando il suo mantello glitterato da Eroina.

E deve pure sapere che una volta mangiato il Tartufo, che sia bianco o nero, i dolori vanno via e l’estasi ti pervade.

Insomma mi autoproclamo (giuro, Charlie non ne sa nulla e sta giusto apprendendo adesso fissando il monitor con sguardo vitreo. Già la vedo. E vedo pure il Grande Ragio che mi denuncia per spaccio.di.delirio.pastiglioso.delirante) spiegatriceufficialedellemeraviglieLeone (tutto attaccato, così). Questo mi costringerà in primo luogo a dover mangiare NOVE CHILI di croccosette per stilare giudizi obiettivi (riassumibili in: “voglio morire con una croccosetta in bocca” ma sono professionale e voglio mangiarne appunto NOVE CHILI. Al giorno. Obiettiva. Voglio essere obiettiva). 

Insomma *si sistema i capelli e cerca di darsi un contegno.

Ho davvero una quantità smisurata di  meraviglie Leone in casa e molti prodotti, come i tartufi, che non avevo mai provato. Per non parlare di delizie al Pistacchio che vi faranno urlare al miracolo. Amore indissolubile al primo assaggio. Considerato che anche quest’anno sarà mio enorme piacere/onore  pasticciare ancora per/con  Charlie e Pastiglie Leone su Instagram (e rovinare così la reputazione di una delle più Grandi Aziende Storiche riconosciute in tutto il Mondo), direi di fare delle vere e proprie schede tecniche (molto professionali come solo io so fare, sì). E direi proprio di cominciare dalla Croccosetta che sarà protagonista della prima scheda ufficiale che pubblicherò a breve insieme a una Favoletta.

Cosa? Perché ho detto Favoletta? uhm. Perché ho pensato che Maghetta. Streghetta. Pastiglietta. Croccosetta. Favoletta (ineccepibile no?).

Sì. Visto che non ho potuto in alcun modo ricambiare l’affetto che ho ricevuto, e non solo in termini di prodotti dolciari, vorrei regalare a Charlie e al Mitico RagioWillyWonka una favoletta piccina picciò per ogni creatura che loro donano a noi. 

C’era una volta una Croccosetta presto su questi schermi. Preparate la copertina che Nonna Iaia sta arrivando…

Nel Frattempo cliccasubitoqui!

Pastiglie Leone su Instagram >>>>

Pastiglie Leone su Facebook>>>>

(ahem e moltemoltemolte novità sono poi  in arrivo. Se fossi giovane e yeah direi Steitanned, scritto così ma vista l’età e considerata la mia scarsa conoscenza del linguaggio giovanile direi semplicemente: scappatefinchépotete)


Anche quest'anno Maghetta Streghetta, con somma gioia (e incredulità), viaggerà nel mondo delle Stelle attraverso Sogni, piccole visioni e grandi bontà. Sul Canale Instagram Ufficiale Pan di Stelle che puoi trovare seguendo il nick @pandistelle (se non possiedi instagram puoi vedere tutto cliccando qui) compariranno

READ MORE

Sono sul Pianeta Consegna con Et. Luogo dove si deve consegnare un libro senza dimenticare nientenientenienteniente. E io so già che ho dimenticato tuttotuttotuttotutto. Le normali attività deliranti riprenderanno la prossima settimana. Quando verrò saggiamente licenziata. Mi mancate tanto. Ma siete con me, lo so. E

READ MORE