Home / Articles Posted by Iaia (Page 170)

Il Nippotorinese è davvero molto felice. Ma davvero molto eh. Il fatto è che sto lavorando (anche) al mio progettino di Kodomoland e allora lo costringo a mangiare pappe divertenti ed entusiasmanti in ridicoli servizi che sto acquistando e che spero un giorno potranno essere

READ MORE

Una cheesecake fredda ? Una base biscottosa con delle paste di meliga che incontra una crema di formaggio fredda dove lasciar colare dell’ottimo cioccolato fondente e degli amaretti sbriciolati?

Una coccola domenicale ( ma anche lunedialè, martediale e occhei la finisco) per lasciarsi cullare dopo le fatiche immani a cui si è miracolosamente sopravvissuti. Una versione fredda nonostante sia inverno inoltrato perché tra tutte queste zuppette, legumi e pasticciotti di carne, seppur intervallati da qualche insalata fruttosa ed inusuale, si sentiva la mancanza un po’ di roba dolce. In realtà la scelta di pubblicare un certo tipo di piatti è dovuto al fatto che con l’arrivo del Natale il Gikitchen si trasformerà in un vero e proprio laboratorio dolciario perché dubito fortemente che compariranno molti piatti salati. Sì qualcosa fotograferò, ovvero quello che riuscirò a cucinare al Nippo in queste giornate frenetiche, ma contando che saranno per lo più piatti come petto di pollo arrostito- tofu con salsa di soia- seitan riscaldato al micro, dubito di poter farli passare per interessanti seppur abbellendo con cucchiaini e tovagliolini.

La salsa Worcester è davvero un’ottima alleata per marinare la carne. Me l’aveva detto il Nippo quando siamo andati a vivere insieme ed io aprivo insalata in busta sentendomi una persona adulta e matura che era uscita dal trauma “andare a vivere senza mammina che apparecchia” piuttosto decorosamente. Lui marinava sempre la carne con questa salsetta. Faceva hamburger e bistecche e anche tante preparazioni carine. Quando lavorava meno di adesso. Quando io non avevo ancora preso pieno possesso della cucina ma massaiesiculedantan e quando era un’altra vita, insomma.

Ancora adesso ama spadellare. A me piace vederlo cucinare perché è lento, preciso e meticoloso. Come in tutte le cose che fa. Qualche volta mentre aspetto al di là dell’isola. E sto disegnando, prendendo appunti, o semplicemente guardando le sue bellissime orecchie e i suoi occhi luccicanti, gli dico sempre che mi piacerebbe fargli un video mentre affetta la cipolla e compone un piatto.