Home / Dolce (Page 23)

Le avevo preparate per Natale queste Ciambelline; o meglio le avevo preparate ad ottobre per Natale mentre scrivevo il Libro. Era tutto molto diverso. Non era giunta la notizia su papà ed io ero ancora nel Paese delle Meraviglie e non all’Inferno. Ma. Ma ecco. Le ho ritrovato nell’Archivio cercando altro e le riporto alle luce. Mi ero molto divertita ad appenderle in questo alberello che adoro.

E non sono arrivata alle 12.12 con il mio solito delirio . E forse non voglio più arrivarci. Potrebbe essere un buon proposito quello di non avere un programma preciso, no? Del resto sono stata, in questo 2012, troppo fiscale soprattutto con me stessa. L’appuntamento fisso, confesso, mi piace e non poco. Il primooooooprimaaaaaaaaaaa la gara. Tutti qui a  vaneggiare con l’adrenalina in corpo lottando fino all’ultimo secondo ( cosa sto dicendo?) ma.

Ma i programmi, è stato largamente constatato, ti ricordano un giorno all’improvviso e in maniera anche molto dolorosa che servono sì ma la nemesi ” imprevisto” vince sempre. Per dire che ho perso anche tempo e   stamattina mi sono molto divertita a fare un giro su Google Reader per leggere qualche buon proposito o wishlist del 2013. Vorrei essere una Fescion Blogger lo confesso perché pare che la 2.55 sia un obiettivo di vita e pure un rossetto mac.

Vorrei insomma essere una che al momento si  crogiola nell’amletico dubbio ” riuscirò a comprare una 2.55 e un rossetto mac?”. Ecco. Vorrei non avere un neurone funzionante. E invece quel mezzo non mi abbandona.

Non mi rimane che incendiare la mia insieme al rossetto Mac (oh però ammettiamolo sono nettamente superiori! Io ci ho tinteggiato pure  il cancello automatico e nonostante le  intemperie non va via. Forse piovesse struccante collistar bifasico ? ) e in un colpo di vita improvviso dire che no. Forse è meglio non avere programmi rigidi , schemi logici e post programmati. Ma solo divertirsi giornalmente e scrivere lasciando scorrere le dita.

L’avventura. “Oggi Iaia posterà nuove fantasmagoriche idiozie o ci lascerà fortunatamente orfani delle sue stupide parole?”.

La risposta posso anticiparla. Ci sarò. Sempre.

Questo sgambetto che il destino mi ha fatto e che incide pesantemente nella mia vita privata e lavorativa non avrà MAI la meglio. Proprio come il mostro che il mio papà eroicamente combatte ogni giorno.