Figlia di un Maratoneta

Non ho foto di me al liceo. Non ho foto dei miei venti anni. Mi sono imposta di vedere cosa ci fosse dietro lo specchio, e l’obiettivo,  dopo aver perso ottanta chili. Sbagliando clamorosamente. Perché non è il peso a definire la tua bellezza, le tue qualità ma soprattutto il tuo valore. Ogni foto di me che condivido ha un significato particolare. Ti racconta un momento importante, felice o semplicemente triste e disperato. Non amo la mercificazione dell’immagine, la sovraesposizione, l’ostentazione e mostrare in serie -in modo ripetitivo, perpetuato, fotocopia- il riflesso di quello che si è, si vorrebbe essere o semplicemente non si sarà mai. Questa foto ti racconta? La prima volta che ho messo dei jeans. E che ho pulito male lo specchio con il vetril. Ti racconta una Domenica mattina prima di uscire con papà, dopo una corsa. Ti racconta che stavo perdendo i capelli e la mia vera pelle senza fondotinta e senza trucco. Non mi piace nulla di me. Sono campionessa del rimprovero nei confronti di me stessa. Sono spietata e cattiva. Masochista e violenta. Eppure quando per un attimo cerco di perdonami e mi guardo negli occhi ricordo perfettamente cosa e chi sono:

Sono figlia di Turi Guardo. Turi Puputuni.

Puputuni, in siciliano significa Upupa. Un soprannome che si è soliti dare nei piccoli paesi, un po’ come nei piccoli paesi di tutto il mondo. Cosa significa l’ho raccontato altrove. Sa di poesia, arte e colore. Quello che però oggi voglio raccontarti è che papà correva come io disegno. Nuotava come io scrivo. Andava in bici come io fotografo. Papà era l’atleta umile che non guarda i tempi e le distanze. Il gentiluomo che si ferma per aiutare chi corre più piano. Il campione che nasconde le medaglie e che se le fa vedere è per riderci su. Papà sognava la maratona di New York, che non ha potuto mai correre. E un giorno io la correrò al posto suo. Un giorno arriverò al traguardo. Mi farò una foto. Mi guarderò. E sarò finalmente orgogliosa di me. Il motivo più grande però ce l’ho già: essere figlia tua, papà.

Ecco perché sono una RunLovers

Perché RunLovers rappresenta lo spirito e l’essenza. E perché la corsa è la meditazione, che insieme a cucina e disegno, mi consente di vivere e provare a credere in me. Quando corro, quando parlo di corsa, quando scrivo su RunLovers raggiungo il mio papà. Tutto è cominciato da un pollo (leggi qui)  e da un Hollo chiamato Continuum come in una fiaba. Tutto è cominciato da un sogno che poi è diventato realtà. Leggimi su RunLovers perché non è solo corsa, ma vita.   Grazie a Sandro Siviero per la fiducia e la stima, che con amore sono ricambiati. Per aver creduto sempre in me, nelle mie idee e soprattutto idiozie. Grazie a Martino Pietropoli per l’altissimo contenuto visivo che regala e per le importanti riflessioni che ispirano.

Il Gelo Siciliano (e tutte le ricette)

Il gelo siciliano è un dolce al cucchiaio freschissimo, delicato e leggero molto consumato sull’isola, soprattutto durante la caldissima e afosa Estate. In realtà puoi trovarlo durante tutto l’anno ma è proprio in questa stagione che il gelo non può mancare. Famoso più nella parte occidentale, e soprattutto a Palermo tanto da diventare il dolce tradizionale della Festa di Santa Rosalia patrona della città, il gelo conquista sempre tutti proprio per la semplicità e leggerezza.

Un pranzo bilanciato, sano e buono: Salmone allo Yogurt e Riso al limone

  Ho parlato di questo pranzo su Runlovers diverso tempo fa. Lo scorso anno non ho potuto scriverci molto, proprio come è accaduto sul Blog...

Il pollo alla giapponese, che ti farà ricevere tanti complimenti

Se la cucina è la dimostrazione dell’amore io quando cucino la carne e il pesce ce ne metto il triplo di amore. E al...

I biscotti con la tahina di Yotam Ottolenghi

Biscotti, opera di Yotam Ottolenghi, che contengono la tahina. Generalmente questa crema viene adoperata in tantissime preparazioni salate -provala con le melanzane se non l'hai mai fatto oltre che con l'hummus- ma riuscirà a stupirti anche così. In chiave dolce e inaspettata.

Un centinaio di idee per la colazione

Cento idee e più per una colazione sana, variegata e gustosa. Su RunLovers ne ho scritte davvero tantissime e queste sono solo alcune. Scoprile insieme a me!

Le regole per sentirsi leggeri mangiando

Perché niente è subito. Soprattutto le cose belle e importanti. Ed essere leggeri con se stessi, il proprio corpo e con chi ami lo è come poche cose.

Cosa tenere in dispensa per colazione, pranzo, cena e moltissimo altro

La dispensa organizzata è il vero segreto per seguire una dieta sana ed equilibrata prima di tutto e per non farsi mai cogliere impreparata dalle voglie. Avere un'idea chiara degli indispensabili è un passo avanti per il successo personale. E soprattutto per l'ottima riuscita di una dieta bilanciata.

RunLovers è casa mia

Ogni settimana su RunLovers esce un mio nuovo articolo e ricetta, molto spesso corredata da un video, e non so mai se mettere l'aggiornamento...

L’importanza della quinoa

Mica su RunLovers i miei deliri sono andati in vacanza. Neanche a Ferragosto! Potevo farlo al fine di non tediare l'universo ma ormai è...

La campionessa che cade e si rialza e il plumcake di matcha e mirtilli

Di questo plumcake ne ho parlato diversi anni fa. Il connubio matcha-mirtilli è un idillio papillogustativo e francamente è difficile che qualcuno riesca a...

Rimanere in forma ed essere felici

Non faccio aggiornamenti sui miei articoli che escono settimanalmente su RunLovers -ogni Lunedì e Giovedì- da più di un mese. Sono VER-GO-GNO-SA. Scandendo bene...

Latte Vegetale in casa in pochi minuti?

https://youtu.be/HPBiL6EdIXo   Ho parlato del "latte" vegetale qui su RunLovers alcune settimane fa e ho deciso poi di tramutare il tutto in  VideoRicetta sul mio Canale Youtube...