Home Tags Food blogger

food blogger

Istanbul: Ricette dal cuore della Turchia

Credevo di aver già parlato di Eat Istanbul: Viaggio nel cuore della cucina turca e solo adesso mi sono resa conto che così non...

Carne con latte di cocco, piselli e basilico nella slow cooker

Non mi sopporti più con questa slow cooker, lo so. Pure su RunLovers la settimana scorsa ho ammorbato migliaia di Runner da tutte le parti...

Homemade Apple Cider – Sidro di mele nella Crock Pot

Ricordo, come se fosse ieri, mia zia seduta su una poltrona che leggeva "Le regole della casa del sidro". Ero veramente molto piccola e...

In fissa con i waffle salati? Naaaaa

Non starò esagerando con tutti questi waffle? Giammai! Il dramma reale è che quelli salati, a mio avviso, sono cento volte più buoni di...

Torta di carote soffice speziata con glassa al cream cheese

Sarà banale o scontato ma l'autunno quanto l'inverno sa proprio di spezie. Non riesco proprio a rinunciarci. A volte faccio esperimenti, senza grandi pretese,...

This is Halloween! Halloween! Halloween! Halloween!

Mi rimbomba come un tormentone estivo nei due giorni precedenti alla notte del trentuno " "I am the one hiding under your stairs Fingers like snakes and spiders in my hair This is Halloween, this is Halloween Halloween! Halloween! Halloween! Halloween! In this town we call home"

“Lasagne” di zucchine con “ragù” di tofu

La Ricetta più virgolettata del web E lo so che se non mi conosci e sei capitato qui per caso sei già con la mazza...

La stramaledetta prova costume? Goma Wakame, Mon Amour

Da brava invasata di alghe, della Goma Wakame ho parlato diverse volte e giusto per annoiare anche tutta la comunità di running italiano anche su RunLovers. Insomma non mi sono mica risparmiata! Del resto mi sono anche "ammalata" di carotenemia, ricordi?

Sfogliamo tutti i libri di Jamie Oliver insieme?

Chi, impavidamente, mi legge da un po' sa che un decennio fa non ero proprio un'invasata di Jamie Oliver, al contrario della mia amata amica Cey (che manca dal panorama blog. Cosa che non smette di intristirmi a distanza di anni). Ero più una Nigella addicted, se vogliamo. La seguivo quando ancora non c'era questo foodismo (?) sfrenato. Quando toglieva lo spolverino e lo lanciava in aria per acchiappare la prima pentola e pastrocchiarsi le mani. Quando schizzava limone ovunque e io immaginavo cameraman riversi per terra acceccati che stoicamente continuavano a riprenderla. Quando insomma i due pargoli erano ancora piccoli e lei organizzava i pigiama party attaccando le lucette, che ora si trovano da Maison du Monde a ogni reparto mentre prima erano irreperibili, in quel piccolo giardino che sembrava più il cortile di mia zia Mimma pieno zeppo di piante. Con le sedie colorate. Jamie era troppo piccino per i miei gusti. Stupidamente non gli davo chissà quale credito. Mi faceva simpatia, confesso, ma non aveva quell'appeal che adesso ha dopo anni di gavetta e dopo essere diventata grande. In tutti i sensi. Senza neanche rendermene conto ho cominciato a volergli bene perché è entrato in casa mia. Ci ha portato sua moglie.

Le mie Storie in Cucina

A Must Try Recipe