Le meraviglie della betulla (contro la ritenzione idrica)

Must Try

Talasso Scrub e Olio rassodante sotto la doccia

Se mi leggi da un po' e conosci la mia storia sai che dopo aver perso ottanta chili -e non aver ancora fatto nessuna...

Gommage Sephora al tè verde e fiore di ciliegio

Diverso tempo fa durante i miei acquisti compulsivi sul sito della Sephora, perché devi sapere che amo acquistare quando sono schiava e preda dell'insonnia,...

Yogurt e miele per capelli morbidi e nutriti

Una delle maschere più veloci ed efficaci -insieme a quella di avocado- che faccio da anni sui capelli è proprio quella di yogurt e...

Curare i capelli con l’olio d’oliva

È incredibile come molte volte siamo alla spasmodica ricerca di prodotti che possano in qualche modo aiutare i nostri capelli, il nostro viso, il...
Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

Io “mi sento un po’ gonfia” non lo dico mai. Dico sempre “sono così gonfia che sto per scoppiare”, ergo chi scrive è una che non soffre solo di ritenzione idrica ma della sindrome di Violetta Beauregarde.

Tranquillo se non conosci questa sindrome non è perché sei poco informato (sottotitolo: è che io sono troppo cretina) ma perché non hai ripassato i fondamentali degli anni settanta ovvero: La Fabbrica di Cioccolato. Violetta Beauregarde è quella tenera bambina biondina viziata vestita di viola campionessa nel masticare gomme che poi, proprio per il fatto di essere insopportabilmente antipatica e scorretta, viene fatta fuori -metaforicamente- dal Wonka facendola gonfiare come un pallone aerostatico. Ecco io sono come Violetta quando viene espulsa dalla fabbrica, sei giorni su sette. Direi sette su sette ma a volte va meglio. Qui su RunLovers ho scritto i 10 comandamenti per sentirsi sgonfi e felici; non ho parlato volontariamente della betulla perché chiaramente al pubblico di RunLovers diciamo che potrebbero interessare soluzioni diverse, rispetto a quelle su cui disquisiamo qui.

Hai detto betulla?

Sì ho detto Betulla e benedico il giorno in cui mi sono decisa a prenderla. Non starò qui a dilungarmi perché non è la sede opportuna ma da sempre credo tantissimo soprattutto negli estratti dei grandi alberi. Non solo credo alla loro forza vitale, che può essere assolutamente una sensazione soggettiva, ma conosco quella vitale e depurativa, che al contrario è assolutamente oggettiva. Che il corpo nutrendosi di natura riesca a raggiungere un equilibrio non è di certo una fesseria, anzi. Lo stretto rapporto che coesiste da sempre tra corpo e natura è alla base dell’equilibrio tutto. La betulla, oltre a contenere una sostanza con un’elevata attività antinfiammatoria, ha delle straordinarie proprietà diuretiche, depurative, detossinanti. La linfa riesce a far sciogliere tutti quei depositi urinari che ci fanno gonfiare soprattutto in alcuni periodi dell’anno (prima dell’estate anche tu? Qua la mano!). Favorisce l’eliminazione degli acidi urici quindi e ripulisce il fegato, i reni e tutto il sistema linfatico. Perché per eliminare i gonfiori in maniera efficace bisogna intervenire sui sistemi di drenaggio che in quel determinato momento non stanno funzionando al meglio.

Quando utilizzarla?

Al mattino prima della colazione. La trovi in diversi formati e sarai tu a decidere come assumerla, naturalmente parlandone prima con chi di dovere. Puoi rivolgerti anche al tuo erborista di fiducia senza problemi o se hai determinate patologie è sempre meglio contattare prima il tuo medico, che di sicuro non ti farà problemi qualora non andasse a contrastare altri tipi di disturbi et similia. Prova l’assunzione di betulla per almeno tre settimane e ti sentirai davvero rinata, depurata e i tuoi reni ti ringrazieranno. Linfa di betulla: elisir di benessere (e gonfiore). Sarò onesta a me il gambo di ananas e tutte le capsule che lo contengono non hanno assolutamente sortito l’effetto della betulla. Pare che aiuti anche per la sindrome premestruale ma su quello onestamente ti dico che: isterica ero e isterica sono rimasta (mi dispiace Betulla).

Non meno importante la questione detox della pelle. Grazie all’assunzione della betulla e all’eliminazione delle tossine avrai una pelle luminosa e bellissima. Rigenerata. Anche perché come mi piace sempre dire -con voce da vecchia zia zitella antipatica- possiamo metterci tutte le creme che vogliamo e farci maschere su maschere ma la vera bellezza viene sempre da dentro. Da quello che ingeriamo, sì.

Betulla Mon Amour, indiscutibilmente.

 

 

Forse potrebbe interessarti leggere...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le mie Storie in Cucina

Articoli recenti

Happy Vegan Christmas

Un libro che racconta un Natale total veg saporito, bello e profumato. Karoline sorprende con semplicità e con una disarmante bellezza.

Christmas Tea Time

La storia del marchio Dammann Frères ce la raccontano i diretti interessati nel sito ufficiale. Si tratta di un’infinita gamma di tè pregiati. Sir...

Mele, uvetta e cipolla

Amo questo contorno. L'ho scoperto un po' di anni fa e da allora è stato amore infinito. Facile, veloce, total veg e perfetto per quando hai voglia di qualcosa di buono e sano.

Chicago Pizza

La Chicago pizza, o deep dish pizza, ha un impasto dai bordi molto alti che viene riempito da mozzarella, salsiccia, parmigiano e salsa marinara.

Le polpette di melanzane

La mamma ha sempre ragione anche quando non ce l'ha. In cucina poi non ne parliamo. Se la mamma dice "a occhio" allora tu devi fare "a occhio", fine del discorso.

More recipes like this