Passione cactus e casa invasa dai volti

In questi giorni sto sistemando la veranda e la terrazza della cucina. Qualcosa te l’ho già mostrata sull’account instagram iaiaguardo dove parlo a ruota libera delle mie giornate. Farò un post dedicato al completo restyling dello spazio in questione, corredato da video. Nel frattempo però volevo dedicare un velocissimo post a questi vasetti. Sono mesi e mesi e mesi che ricevo la domanda: “iaia dove li hai presi?” e non ne ho mai fatto mistero. Però, ecco, magari ti trovi a passare da qui o fai parte del team “mi vergogno a chiedere”: Anthropologie! Il sito è affidabile e adesso che non è solo in America -ma anche in UK- il rischio dogana non esiste più. Ho preso qualcosa come sette bamboline e un numero inquantificabile di vasetti con diversi volti; se vai a dare un’occhiata su instagram vedrai che l’artista che li ha creati ne ha fatta uscire una versione nuova nel 2018. In Total white smerlata ai bordi.

Lo spazio per le piantine è davvero ridotto. Non si sono macchiate e sono di ottima ceramica molto resistente. Il prezzo, rispetto all’anno scorso, si è notevolmente abbassato e dal vivo -se possibile- sono ancora più belli.  Ormai ho casa invasa dai volti. E non potrei desiderare di meglio per i miei adorabili e amati cactus (gli unici che non mi fanno sentire Miss Pollice nero).

 

Seguimi anche su Instagram: iaiaguardo 

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

ARTICOLI RECENTI

MUST TRY