Zucchero di canna integrale, ingrediente base per gli scrub

Non voglio essere ovvia e ripetitiva -sottotitolo: lo sarò- ma con il sale e lo zucchero si possono fare degli scrub davvero eccezionali. Come nelle ricette anche qui la materia prima conta tantissimo e scegliere prodotti di prima scelta fa sempre la differenza. Unendo il sale -meglio se non troppo fine- e lo zucchero -meglio se integrale e di maglia grossa- al miele come anche a delle polpe di frutta si ottengono degli scrub incredibili che possono essere adoperati su tutto il viso e il corpo.

Mischiare l’olio di oliva con degli oli essenziali e poi dello zucchero e ottenere uno scrub da utilizzare su tutto il corpo sotto la doccia ti farà ricredere sull’incredibile efficacia che questi composti naturali hanno sulla tua pelle.

Sono infiniti gli scrub e pian piano li scopriremo tutti insieme ma lo zucchero di canna integrale -come il sale grosso- è in assoluto uno degli ingredienti base che non devono mai mancare nella tua dispensa per prenderti cura naturalmente del tuo corpo.

Una pelle idratata e liscia con lo zucchero e l’olio

  • 3 cucchiai di zucchero di canna
  • 1 cucchiaio di olio extra vergine di oliva 
  • gocce di olio essenziale al limone

Inumidisci il tuo corpo sotto la doccia e procedi con lo scrub che hai preparato utilizzando questi tre ingredienti. Fermati sulle parti che necessitano più di idratazione con movimenti circolari decisi e continui. Puoi anche preparare un bel barattolone da tenere in doccia; le quantità ovviamente -come sempre- le deciderai a seconda delle zone da trattare.

Per una versione più “morbidosa”? Aggiungi la polpa matura di una banana e lascia in posa, dopo aver massaggiato, per qualche minuto prima di risciacquare.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

ARTICOLI RECENTI

MUST TRY