Cold Brew Coffee

Un semplice caffè freddo? No

Brew letteralmente significa infuso. E il 2022 è l’anno degli infusi a freddo.
Sostanzialmente un caffè freddo? Ni. Perché non si fa con la moka per poi andare in frigo. E no, non viene allungato con acqua o come nei modi classici che conosciamo. Il cold brew coffee è un’infusione del caffè con acqua fredda. E devi aspettare dalle 8 alle 12 ore prima di filtrarlo e berlo.

Esistono diversi strumenti per farlo ma nella realtà puoi anche semplicemente adoperare una bottiglia e filtrare con colini, garze o quello che ti viene più comodo. Nel corso di queste settimane ti farò vedere diverse caraffe e oggetti. Per questa prima volta insieme ho deciso di adoperare un classico bicchierone con tanto di possibilità filtraggio incorporata. Lo strumento classico e più famoso si chiama Toddy e te ne parlerò. Si chiama Toddy  perché a inventalo è stato proprio  Todd. Esattamente Todd Simpson con una laurea di ingegneria chimica alla mano. Appassionato di buon cibo. Era intollerante all’acidità del caffè e per questo ha tentato di cercare una soluzione. E l’ha trovata. 

Pare infatti che dopo tanti esperimenti si sia reso conto che l’acidità diminuisse con l’abbassarsi della temperatura dell’acqua. Ci sono pareri, opinioni e infinite discussioni aperte sulla questione perché la temperatura se eccessivamente fredda potrebbe sprigionare un sapore intenso. Troppo intenso (che piace a molti, a quanto pare). Per non sbagliare? Acqua di frigo bella ghiacciata e fredda ma senza ghiaccio (perché alcuni lo usano).

Per il cold brew coffee si preferiscono sempre caffè fruttati e floreali come quelli africani principalmente del Kenya e dell’Etiopia ma non tutti sono d’accordo. Altri dicono che non c’è bisogno di affidarsi a caffè pregiati particolarmente perché quelli riescono a regalare delle note incredibili solo con l’acqua calda. Di fatto, ti dico, molti americani usano il Lavazza qualità rossa per il cold brew coffee (e se la tirano pure, giustamente! Quindi è facilissimo per noi provare con questa qualità) e alcune varietà di Starbucks. Questo cold brew coffee viene poi bevuto così nature, altrimenti arricchito con latte, creme, panne, caramello (ricordo il salted caramel cold brew coffee dell’altro giorno che ama Vecna? Ecco) e base per diverse bevande davvero golosissime.

Proporzione 1:10

Uno di caffè e dieci di acqua; questa è la proporzione giusta; dipende dalla qualità e la cosa più opportuna è che tu possa regolarti in base al tuo gusto. L’acqua, poi è fondamentale.

Il Video su Instagram

QUESTO POST È STATO PUBBLICATO IL: 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

Seguimi anche su Runlovers

Tutte le settimane mi trovi con una ricetta nuova dedicata a chi fa sport

MUST TRY