Vellutata verdevermosa con uovo mostruoso

Must Try

La carbonara di Avocado

La carbonara è solo una, e siamo tutti d'accordo. Le declinazioni vegetali però sono gustose, ricche e sorprendenti. Questa una variazione che ti promette un successo assicurato.

La carbonara di Asparagi

Una versione vegetariana di uno dei primi più amati in tutto il mondo.

Le lasagne con il ragù (di lenticchia)

Il ragù di lenticchie, food obsession di sette anni fa circa, è tornato in voga più che mai. E io, chiaramente, ne sono felice. Pur non essendo un'appassionata di pasta lo sai -assurdo ma faccio parte della setta del riso- queste lasagne fanno molto gola anche a me. 

Risotto con miele di manuka e yogurt

La Ricetta Facilissima e di ridicola preparazione. Lascio dorare la cipolla nell'olio extra vergine d'oliva e quando è ora metto il riso a tostare. Aggiungo...
Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

La vellutata di piselli, menta e avocado facoltativomaèbuonodavvero (sì la solita, insomma di Nigelliana memoria ma in versione “passata” e giustappunto morbida e vellutata *inspiro espiro*) rimane un’idea orrendamente papposaschifettosaverde perfetta per Halloween, no?

Certo che io so proprio far venire l’acquolina in bocca eh (ironia feroce parte prima, finita). Insomma! La sbobba verde sadddafffà a Halloween perché è coreografica. Per me ha il valore aggiunto del verde che è terrore allo stato puro  ma credo che anche le “persone dotate di raziocinio, cervello e buon senso” al contrario di me non troveranno affascinante un piccolo mostro uovoso in un lago di vomitodistrega. Ok forse sto esagerando.

Ma è nel titolo di presentazione che si dà al piatto in questi casi. Frullato verde di verme putrido. Vellutata di vomito di strega. E cose così che ti fan solo venir voglia di prendere a ceffoni il cuoco.

Rendere mostruoso geometricamente un uovo è poi cosa semplice e basta un piccolo pezzetto di peperone verde come bocca rettangolare e capelli dritti dalla paura e due capperi salati ma anche pezzotti di olive o qualsiasi frutto. I capelli con i broccoli? adorabili. Con i cavolfiori? esilaranti. Caviale per far finta che sia un uovo con cervello schizzato? L’idillio.

E si potrebbe continuare così sino all’infinito. Fortuna per voi sono già in ritardo imbarazzante (sottotitolo: ettepareva).

I cupcake scheletrino con i Ringo mi sono rimasti nel cuore, uff. Lo confesso. Li ricordo ancora e pure il Nippo il sapore. Mi avevano conquistato e pur ripromettendomi di farli seppur in un’altra versione non riuscirò sicuramente nell’intento. Lascio quindi, sempre rispolverando l’archivio degli Halloween passati, l’idea qualora qualcuno volesse dar loro nuovamente vita. Clicca qui per la ricetta, il delirio e per sbirciare un altro po’ di foto se ti va.

———————————-

Su Le Ricette di Halloween.it ho raccolto tutte le elaborazioni preparate al Gikitchen con Maghetta Streghetta in versione Zombie.

Non ho ancora inserito quelle di quest’anno (noncelapossofare) ma nel caso si volesse dare una sbirciatina per spunti, idee, mise en place, apparecchiature, frizzi e lazzi si deve solo cliccare qui>>>> 

Le Ricette di Halloween *****

Ti va di scrivere un racconto del terrore,disegnare una storia, registrare un file audio o dare libero sfogo alla tua creatività e fantasia? Sederti intorno al fuoco la Notte di Halloween con me e tutti i miei amici per far scorrere qualche brivido e soprattutto risate? Clicca qui e vedi come partecipare. Ti stiamo aspettando!

Forse potrebbe interessarti leggere...

12 COMMENTS

  1. La vellutata di piselli è un classico sulla nostra tavola… non ho mai provato a presentarla come vomito di strega o frullato di verme, chissà che così Frugolino non si decida a provarla! Un abbraccio stellina e buona giornata! Bacetti frugolinosi…

  2. la vellutata è ingannatrice. Innanzitutto perché il velluto in genere è blu-viola-rosso-marron. DIciamo che il velluto per me nasce viola e siamo a posto e già trovarsi davanti ad una vellutata che in genere è verde si rimane disorientati. E poi, la vellutata ti sa prendere in giro perché può contenere grumi che grattano il palato oppure essere troppo liquida e allora addio solletico.
    Tutto questo per dire che mica è semplice fare una buona vellutata. No no. Forse l’uovo mostruoso dà una mano a non pensarci troppo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le mie Storie in Cucina

Articoli recenti

Gelato al burro d’arachidi salato

Il gelato viene sempre prima di tutto. È la cosa che mi piace di più in assoluto. Sempre e per sempre. Questo al burro d'arachidi non credevo potesse essere così buono.

Colazione dolce o salata?

Colazione dolce o salata? Un po' come essere o non essere? Che sia dolce o salata la colazione è necessaria per la tua salute.

Il terzo numero di Mag-azine

Il terzo numero di Mag-azine è dedicato ai profumi di Sicilia. Un'isola incredibile che non smette mai di farti sognare.

Crema salata agli arachidi

Una crema strepitosamente buona che ti lascerà senza parole a base di burro d'arachidi e salsa di soia. Perfetta per condire insalate, involtini primavera e vietnamiti con le cialde di riso.

10 Primi piatti siciliani che non puoi perderti

La pasta alla norma e quella col macco. Il riso con l'ennese che profuma di zafferano e l'immancabile pasta al pistacchio senza dimenticare "a muddica". Scopri i dieci primi piatti irrinunciabili che non puoi perderti se sei in Sicilia.

More recipes like this