Una vita in Polaroid

Must Try

Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

Stavamo facendo una foto per Ale e Cri durante i festeggiamenti del compleanno. Mi piace mandar loro qualche stupida immagine familiare quando vorrei che fossero con me. Prima ha detto allo schermo dell’iphone “Ciao Alessandra! Ciao Cristiana!” pensando fosse un video. Poi quando gli ho detto “E’ una foto, papà”. Mi ha mollato un bacio ed è rimasta questa immagine. Che non cancellerò mai.

Una Sette Veli. Con sette diversi strati. Con sette tipi di cioccolato. Con sette consistenze. Con sette gridolini di piacere.

Turi è l’uomo che colleziona Torte. Ne riceve più di qualsiasi altra persona. Un motivo ci sarà, no?

Il Nippotorinese versa nel decanter uno dei pensierini in bottiglia che Turi ha ricevuto.



Ombrella insieme a Totoro? E’ venuta pure con me appesa alle lancette del cuore.

Nanda ha fatto delle piccole polpette del peso complessivo di seicento grammi circa cadauna. Alla domanda “Ma non dovevano essere con le foglie di limone che sono le polpette preferite di papà?” la risposta è stata “Le ho tenute un po’ le foglie e poi le ho tolte”.

Il Perché? Non si sa. Le classiche polpette siciliane alle foglie di limone hanno proprio la peculiarità di far cuocere la carne a contatto con la foglia proprio per ricevere da questa l’essenza e il sapore. Urge insomma ricetta delle polpette con la foglia di limone senza foglia di limone di Nanda.




Notare la mia eleganza in casa: pantaloni alla zuava di Topolino vintage abbinati a maglia della salute con biker pelosi e pon pon e comoda pochette porta ipad totoro in pelle cucita a mano.

Dovrei parlarne della monotonia di Top of the Lake, della crusca e della frutta esotica. O forse no.


Sta cercando in tutti i modi di farmi capire che vuole quel Labrador Chocolate mentre mangio porridge all’avena con tonnellate di cannella. E comunque il porridge pure con il latte di soia è buono da pazzi, tzè.

Vedere successi e traguardi di amiche è sempre bello.

Spaghettate insieme. Poco importa se sono Shirataki per me e Spaghettini numero tre per lui (con i pomodorini Così Com’è!).

Ho provato il pesto light. Come si fa? Niente. Si fa che si frulla il basilico con l’acqua e si aggiunge un po’ di sale. Triste? No. Molto buono con gli shirataki. Forse aggiungendo le mandorle (che i pinoli non mi piacciono poi così tanto) la prossima volta sarà meglio.

Esistono amiche speciali. E poi esiste Mary che è composta di un’essenza ancor più più più. Un angelo caduto in volo qui. Per portarmi sorrisi, speranze e anche molti splendidi regali. Anche se il migliore rimane comunque sempre il suo sguardo rassicurante.

Forse potrebbe interessarti leggere...

11 COMMENTS

  1. che bella famiglia. un’atmosfera piena di calore… calore vero, sincero. la cosa più bella (e rara) che si possa desiderare nella vita. un abbraccio virtuale che vi avvolga tutti, anche se non vi conosco vi voglio bene e siete nei miei pensieri, non solo alle 12.12.

    • (naturalmente il mio italiano va a farsi benedire quando sei sveglia da una mezz’oretta scarsa XD ) <3

  2. ah ma te l’ho detto che nella mia casa di campagna avrò la cucina uguale a quella di Nanda? devo solo andare a prendere un paio di anfore in mare, poi chiamo Turi e gli chiedo se mi accompagna.
    poi da grande voglio anche i pantaloni e i biker pelosi come i tuoi
    e le polpette con le foglie di limone senza foglie di limoneeeee? cosa stai aspettandoooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo?

    (e stò labrador ce la facciamo o no?)

  3. La cucina di Nanda è un’immagine che resterei a fissare per ore ed ore,e ancora ore ed ore…E il bacio di Turi pure <3

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le mie Storie in Cucina

Articoli recenti

Gelato al burro d’arachidi salato

Il gelato viene sempre prima di tutto. È la cosa che mi piace di più in assoluto. Sempre e per sempre. Questo al burro d'arachidi non credevo potesse essere così buono.

Colazione dolce o salata?

Colazione dolce o salata? Un po' come essere o non essere? Che sia dolce o salata la colazione è necessaria per la tua salute.

Il terzo numero di Mag-azine

Il terzo numero di Mag-azine è dedicato ai profumi di Sicilia. Un'isola incredibile che non smette mai di farti sognare.

Crema salata agli arachidi

Una crema strepitosamente buona che ti lascerà senza parole a base di burro d'arachidi e salsa di soia. Perfetta per condire insalate, involtini primavera e vietnamiti con le cialde di riso.

10 Primi piatti siciliani che non puoi perderti

La pasta alla norma e quella col macco. Il riso con l'ennese che profuma di zafferano e l'immancabile pasta al pistacchio senza dimenticare "a muddica". Scopri i dieci primi piatti irrinunciabili che non puoi perderti se sei in Sicilia.

More recipes like this