Barrette all’avena buonissime? Eccole

La Ricetta

Il post su RunLovers lo trovi qui

Per 14 rettangoli circa

  • 300 grammi di fiocchi di avena
  • 130 grammi di farina (meglio se non raffinata)
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci (polvere lievitante)
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 170 grammi di sciroppo di riso
  • 130 ml di olio di semi di girasole
  • 5 cucchiai abbondanti di marmellata di frutta senza zuccheri aggiunti (ho adoperato una marmellata biologica di ciliegia)
  • 1/2 cucchiaino di vaniglia in polvere
  • 1/2 cucchiaino di cannella

Adopera le spezie che preferisci. Prova anche con creme spalmabili al cioccolato. Al biologico trovi prodotti che non contengono olio di palma, zuccheri raffinati e schifezzuole assortite. Nel caso in cui ti piacesse molto il sapore del cioccolato aggiungi anche 1 cucchiaino di cacao amaro all’impasto.

In una ciotola metti fiocchi di avena, farina, vaniglia, cannella, polvere lievitante e sale. Aggiungi poi lo sciroppo e l’olio. Mescola con un cucchiaio di legno. Versa metà del composto nella teglia leggermente oliata e poi distribuisci sopra la marmellata pian pianino. I cucchiai che servono. Versa poi sopra la marmellata l’altro metà dell’impasto. E con l’aiuto di una spatola livella bene il tutto. Cuoci in forno per 20 minuti a forno già caldo 180. Lascia che tutto si raffreddi. Taglia e servi. Si conservano benissimo anche per 20 giorni in frigorifero (d’estate) e nelle scatole di latta (d’inverno). Ma non preoccuparti perché una volta che li avrai provati questi dolcetti se arriveranno a sera sarà già un miracolo !

La teglia perfetta? Indicativamente 30×20.

QUESTO POST È STATO PUBBLICATO IL: 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

Seguimi anche su Runlovers

Tutte le settimane mi trovi con una ricetta nuova dedicata a chi fa sport

MUST TRY