La Torta al limone nella tazza

Must Try

La Panna Cotta al tè matcha

Un dolce gustoso, facile e fresco caratterizzato dall'inconfondibile sapore del tè matcha. Perfetto per un dopo pasto ma anche per accompagnare un tè nero fumante caldo e avvolgente.

Semi di papavero e glassa di limone

Una delle preparazioni più buone mai preparate. Mi è sempre piaciuto moltissimo questo accostamento, quello dei limoni con i semi di papavero. Diversi dolci pasquali polacchi e dell’Est Europa hanno proprio i semi di papavero; anche il cozonac, per esempio, ha diverse volte il ripieno di semi di papavero. Il risultato -ma con una ricetta di Ottolenghi è facile- è sorprendente. Molto profumata, leggera e gustosa.

Tiramisù fragole e basilico e un dolce speciale

Un tiramisù molto profumato e fresco. Stupisce per leggerezza e freschezza questo dolce al cucchiaio di cui tutti sono ghiotti.

Torta alle pesche al profumo di limone

È l'ultimo mese per gustare le pesche e soprattutto per farci le ultime torte, meglio se morbidissime, soffici e profumatissime come questa. È una variazione di Donna Hay e dovresti proprio prenderla in considerazione. L'ho provata anche con le ciliegie e le albicocche e devo dire che il risultato rimane sorprendentemente buono. 
Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

Sostenere la ricerca scientifica non è solo importantissimo ma fondamentale per il mio, tuo e nostro futuro. Per il futuro di chi ami e di tutti. Preoccuparsi degli altri e non solo di se stessi è il primo passo vero e reale che ci consente di migliorare. La malattia, fortunatamente, per alcuni è solo un numero di telefono a cui fare sporadicamente una donazione minima, un’immagine che passa alla televisione o un servizio al telegiornale. Ma c’è chi la malattia la porta addosso sulla pelle e a contatto, con chi ama, la trasforma in altre forme di distruzione. Dal 3 al 11 Marzo possiamo fare tutti noi qualcosa di veramente concreto sostenendo la ricerca scientifica di @fondazioneumbertoveronesi e acquistando i Limoni per la Ricerca che saranno presenti in moltissimi supermercati italiani. Consultando il sito www.fondazioneveronesi.it potrai scoprire il punto vendita più vicino a te e nel caso sfortunato non ce ne fosse uno puoi sempre fare una donazione online: non è solo importante quanto. È fondamentale farlo. Anche un minimo, quello che chiaramente puoi permetterti, è importante. Non sottovalutarlo. 

#ilimoniperlaricerca #fondazioneumbertoveronesi 

Non voglio limitarmi alla divulgazione delle date ma cucinare con te qualche delizia al limone. Questa settimana vedrai quindi una ricetta al giorno con i limoni. Voglio immaginarci tutti insieme in cucina mentre prepariamo queste dolcezze. Uniti, forti e propositivi. Aiutandoci, sostenendoci e incoraggiandoci. 

In genere queste preparazioni, come sai, risultano un po’ stopposette durante il raffreddamento e quindi vanno mangiate proprio sul momento quando sono ancora caldissime. Questa preparazione, a differenza delle altre provate, rimane morbidissima e soffice. Non posso garantire dopo venti minuti però.

La tazza sta intorno ai 350 ml e infatti non è arrivata al bordo. Di solito le dosi indicative, anche se raramente qualcuno le pubblica, sono per tazze che stanno intorno ai 180 ml. È sempre un terno al lotto perché oltre alla tazza -capienza- dipende anche dal materiale e dal tipo di cottura che varia inevitabilmente da un microonde all’altro.

 

La Ricetta

  • una fetta di burro spessa almeno un centimetro
  • 4 cucchiai pieni di zucchero
  • un uovo
  • 4 cucchiaini di panna fresca
  • 6 cucchiai di farina
  • la scorza grattugiata di mezzo limone
  • mezzo cucchiaino di lievito per dolci

 

Sciogli il burro in una ciotola (puoi sostituire con un cucchiaio di olio di girasole) e poi dentro la tazza mescola velocemente tutti gli ingredienti con una forchetta. Se vuoi puoi prima lavorarli in un piccolo recipiente a parte e poi travasarli nella tazza. Come preferisci, perché non è un problema. Una volta che tutti gli ingredienti sono ben amalgamati cuoci per 2 minuti circa a 800 watt nel microonde. Come in tutti questi tipi di preparazione dipende, ahimè, dalla tazza e dal microonde. La mia tazza era intorno ai 300 ml per capirci e non è arrivata all’orlo. Una mug classica di solito sta intorno ai 250 ma non c’è una “regolamentazione”, quindi dipenderà dalle prove che farai. Sono sicura che troverai una quadra dopo un po’ di tentativi.

Forse potrebbe interessarti leggere...

3 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le mie Storie in Cucina

Articoli recenti

Le polpette di melanzane di mamma

La mamma ha sempre ragione anche quando non ce l'ha. In cucina poi non ne parliamo. Se la mamma dice "a occhio" allora tu devi fare "a occhio", fine del discorso.

Il Cantalupo con la feta

Un piatto facile, veloce e strepitoso. La feta con l'anguria, da anni, è una certezza ma con il cantalupo hai mai provato?

Le Ricette di Mamma – Siciliane a base di pesce

Ti racconto alcune delle ricette siciliane che mia mamma prepara da sempre. Delle preparazioni che non sono solo piatti ma scrigni di ricordi, giorni e vita. Un tour tra cuore e tavola.

Le melanzane più buone! Come le fa mamma

Una delle ricette che amo di più e che mangio sin da piccola. Che sa di tradizione, amore e casa.

Crema salata agli arachidi

Una crema strepitosamente buona che ti lascerà senza parole a base di burro d'arachidi e salsa di soia. Perfetta per condire insalate, involtini primavera e vietnamiti con le cialde di riso.

More recipes like this