Le mele caramellate

La versione caramel apple

La mela caramellata, candy apple, tipica degli Stati Uniti ha fatto sognare ogni bambino. Avvolgente, dolce, succosa e con tanti zuccherini (ma pure parti salate). Pare che la prima risalga nei primi del novecento quando un caramellaio di Newark durante la preparazione delle consuete caramelle rosse natalizie immerse una mela, la espose in vetrina e da allora il successo fu semplicemente inarrestabile. Ancora oggi la mela caramellata è tipica delle festività e immancabile nei luna park e luoghi di divertimento. Si possono caramellare con vero e proprio sciroppo e la durezza varia a secondo degli ingredienti e della tipologia di zucchero. Ci sono diverse declinazioni e quella che ti propongo io tecnicamente è più una caramel apple che una Candy apple, infatti le ho immerse in un vero e proprio caramello. La ricetta è di Preppy Kitchen, che seguo su YouTube da anni e che adoro. Propone delle preparazioni sempre incredibili. Il mio caramello è molto scuro per via dello zucchero che ho adoperato e del succo d’acero canadese scurissimo. Se lo farai con quello classico e userai delle mele verdi per esaltare il contrasto otterrai delle cromie diverse. A me interessava però la classica mela rossa che evoca la prima strega con la quale ci siamo sicuramente tutti confrontati per la prima volta: la strega di Biancaneve.
Ed è qui che il nostro viaggio nel mondo delle streghe ha ufficialmente inizio.

 

 

Per fare il caramello, gli ingredienti che ho adoperato per sei mele sono:

400 grammi di zucchero
Mezzo cucchiaino di sale
70 burro non salato
350 ml panna
240 ml succo d acero

Devi far sciogliere tutti gli ingredienti a fuoco medio basso girando di tanto in tanto. Non appena raggiunge il bollore gira continuamente piano piano e stai ben attento. Usa una pentola piuttosto alta perché il caramello si gonfierà. Usa il termometro. Appena raggiunge 112 gradi metti da parte e spegni il fuoco. Lascia che raffreddi almeno 12-15 minuti.

Le mele spesso contengono della cera che usano per il commercio e per renderle più lucenti. Immergile in acqua bollente per due minuti dopo averle lavate e poi asciugale con un canovaccio bello asciutto e pulito. Solo dopo questa operazione immergile nel caramello e gira. Posa su di un piatto e se hai intenzione di mettere su qualcosa fallo adesso. Caramelle, zuccherini, arachidi o quello che preferisci.
Io ho usato delle bacchette giapponesi in legno per infilzarle.

 

 

Le Ricette di Halloween

Le ricette di Halloween le trovi tutte cliccando qui. Sono divertenti, scenografiche e facilissime da realizzare. Sono tutte sane, vegetariane o vegane e di grande impatto. Ci sono preparazioni dolci e salate ma anche apparecchiature, tanti modi per decorare la casa, menù, film da vedere e tutto quello che serve per trascorrere un Halloween indimenticabile. 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

MUST TRY