Hocus Pocus Pancake

I put a spell on youuuuuuu

Ma quanto manca per il nuovo appuntamento? Dobbiamo aspettare il 2022! Non sarà un po’ troppo? Trent’anni senza e adesso semplicemente uno pare l’eternità.

Giallo, Arancione e Viola sono generalmente i colori di Hocus Pocus; questo perché i capelli delle streghe Winifred “Winnie”, Sarah e Mary sono appunto biondi, fulvi e violacei. In America c’è una vera e propria mania per l’Hocus Pocus Food. Non mancano mai questi colori e in aggiunta il verde. Dai pop corn ai calderoni sino ad arrivare al libro con l’occhio, indiscusso protagonista del film. Nelle mie intenzioni -e sogni- c’è proprio quella di realizzare un enorme Spellbook Cake. In genere oltreoceano amano realizzare la versione mini del book con il Rice crispies mescolato al marshmallow.

Ho deciso di realizzare questi pancake verdi e viola con una vagonata di smarties per una colazione speciale in pieno mood Hocus Pocus. Sarà sicuramente anche una delle tue scene preferite ma onestamente:
Winni che canta I put a spell on you, quanto è STREPITOSA? Salto dal divano e comincio a cantare (un po’ quando come Rocky tira gli ultimi pugni a Tispiezzoindue). Credo sia una delle poche scenografie che eseguo correttamente.
Correttamente è un parolone in effetti.

I put a spell on youuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuu

Ah sì la ricetta!

Gli ingredienti sono orientativamente per 2/3 persone
130 grammi di farina 00, 30 grammi di burro, 2 uova grandi, 200 grammi di latte intero, 8 grammi di lievito per dolci in polvere, 20 grammi di zucchero
Per il ripieno tra un pancake e l’altro ho usato: della polpa di zucca, cotta in forno, lavorata con il robot da cucina insieme a qualche generosa cucchiaiata di burro d’arachidi e poca panna (o latte, yogurt). Faccio a occhio senza problemi. Nel caso assaggio e poi aggiusto. Questa polpa è buonissima anche mettendo delle gocce di fondente o pezzetti tagliati a coltello. Si può spalmare tra un pancake e l’altro

Metti il burro nel micro e lascialo sciogliere. Non cuocerlo però. Deve semplicemente sciogliere e diventare allo stato liquido. Dividi gli albumi dai tuorli. Sbatti i tuorli con la frusta a mano e poi unisci il burro fuso, a patto che non sia caldo. Deve raffreddare. Aggiungi poi il latte a filo sempre sbattendo fino a ottenere un composto chiaro e spumoso. In un’altra ciotola aggiungi il lievito alla farina e setaccia aggiungendo al composto di uova e burro. Monta gli albumi a parte versando lo zucchero pian pianino. Quando avrai ottenuto un composto spumoso incorpora ai tuorli con movimenti dal basso verso l’alto stando attenta a non smontare tutto. Una volta ottenuto questo composto scalda la padella per i pancake, versa poco burro e procedi alla preparazione dei pancake versando poco alla volta l’impasto e girando quando si saranno formate delle piccole bollicine. Procedi fino a quando l’impasto termina. Il primo pancake, come sai, in genere non risulta mai. Non avere paura e prosegui.

Informazioni utili

  • Il tovagliolo è ricamato da mia nonna
  • Il piatto è Gucci
  • Il bicchiere è Anthropologie

 

Le Ricette di Halloween

Le ricette di Halloween le trovi tutte cliccando qui. Sono divertenti, scenografiche e facilissime da realizzare. Sono tutte sane, vegetariane o vegane e di grande impatto. Ci sono preparazioni dolci e salate ma anche apparecchiature, tanti modi per decorare la casa, menù, film da vedere e tutto quello che serve per trascorrere un Halloween indimenticabile. 

 

 

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

MUST TRY