Pumpkin Hummus con lime, tahina e arachidi

Potessi mangiare hummus ogni giorno lo farei perché è uno dei miei piatti preferiti di sempre e per sempre. Questa cosa di arricchirlo con la barbabietola e farlo diventare rosa e colorarlo in ogni modo poi, inutile dirlo mi piace ancora di più. Per i puristi (ma qui non lo siamo, e si vede!) e Mister Precisetty non farà simpatia questa variazione ma con il sottotitolo “ecchisseneimporta” procediamo stoici e impavidi: 

Hummus con polpa di zucca

una roba paradisiaca! 

Lavori i ceci come nel più classico dei modi insieme alla tahina e l’olio ma al posto del limone ti consiglio il lime che sprigiona insieme alla zucca e i ceci un sapore davvero particolare. La quantità di polpa di zucca come sempre la decidi tu. Se mi segui anche solo da tre secondi sai che non amo le dosi precise e maniacali perché non stiamo facendo i Macaron o qualcosa di pasticciera. 

Stiamo cucinando insieme e ci stiamo scambiando semplicemente idee senza grammature precise. 

Assaggia. È quella la dose giusta. Se assaggi e senti che ci vuole più zucca, fallo. Il tuo palato non può tradirti ed è unico e diverso dal mio e da tutti i palati del mondo. Che se ci pensi è pure una cosa bellissima, no? La personalità in cucina è tutto. Il resto è: robotica. 

Per mio gusto ci aggiungo pure degli arachidi sopra perché mi piace la nota croccante. Non ho voluto mettere i pop corn come al solito perché questo hummus ha bisogno di una punta salatissima e gli arachidi sono semplicemente perfetti. Semi di zucca e via. Un idillio! 

QUESTO POST È STATO PUBBLICATO IL: 

1 COMMENT

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

Seguimi anche su Runlovers

Tutte le settimane mi trovi con una ricetta nuova dedicata a chi fa sport

MUST TRY