Il mio libro al 5° posto tra i Bestseller di Amazon per la Cucina delle Feste

Must Try

Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

(clicca sull’immagine per ingrandire)

(clicca qui per visualizzarlo su Amazon)

Non è che io stia promuovendo moltissimo il mio libro e va detto; sicuramente con un mea culpa ma neanche troppo culpa va. Ho fatto solo una presentazione a Catania (il 12 Ottobre ed è vergognoso che io non abbia ancora pubblicato le foto ma ci sono stati dei problemi con le fotografie ufficiali realizzate da una bravissima fotografa) e poi il nulla. Per il resto è stata una mia scelta. Mi sono state proposte diverse “situazioni” ma ho sempre rifiutato perché ho voluto restare qui. A casa. A seguire i miei amori e come tutti sanno la situazione delicatissima del mio papà.

Si fanno delle scelte nella vita e io ho scelto la famiglia, l’amore e l’amicizia. Quella vera. Diciamo poi che non sono bravissima ad autopromuovermi. Mi sembra sempre di essere invadente e faccio fatica. Mi impongo di scrivere qualcosa a riguardo e di buttare qualche link qui e lì ma poi mi rendo conto che nella battaglia editoriale dove ci sono MILIARDI di pesci nell’oceano certo facile non è.

Solo che io ho sempre creduto fermamente una cosa. Se davvero una cosa vale (anche un sorriso, intendo) non c’è marketing che tenga. Magari non ottiene i risultati sperati ma magari chi li sperava non era tenuto a farlo. Per me è già tanto e troppo così.

Sono al 5° posto tra i Bestseller di Amazon nella Categoria delle “Cucina per le Feste” e al sesto c’è Cracco con il Panettone; il che mi fa intuire che il mondo gira al contrario perché dovrei essere anni luce lontano da quel nome. Ma proprio.

Anni Luce. Il mio del resto per quanto se ne possa dire rimane comunque tutto tranne che un libro di cucina.


(clicca sull’immagine per ingrandire)

(clicca qui per visualizzarlo su Amazon)

Nella classifica generale dei Bestseller di Amazon invece mi trovo al 78° posto che è davvero troppo e tanto per me. Ne sono lusingata, commossa e onorata. Per me già vendere un libro era un’aspettativa che non riuscivo a immaginare. Trovarmi da Eataly e in diverse vetrine durante le Feste di Natale è stato e continua a essere un sogno ad occhi aperti.

Per questo devo ringraziare assolutamente e solo voi. Vorrei potervi abbracciare uno a uno. La verità è che farei la presentazione del Libro in giro per l’Italia solo per questo. Ma poi so già che non mancheranno occasioni e che non bisogna per forza che io presenti il libro per abbracciarvi.

Magari posso presentarvi solo me stessa, un gelato, un caffè e un sorriso. E spero un’amicizia che duri tutta la vita.

Grazie infinite. Per tutto.

———————

(vabbè dai ci provo a fare un po’ di autopromozione. Se volete il formato Kindle e lo volete fare sapere all’editore su Amazon basta cliccare “Dillo alla casa editrice. Vorrei leggere questo libro su Kindle“. Magari potrebbe accadere. A me confesso piacerebbe moltissimo. Sarebbe un sogno ma è giusto anche che non tutti diventino realtà. Stiamo un po’ a vedere)

Forse potrebbe interessarti leggere...

13 COMMENTS

  1. Cracco: PRRRRRRRRRRRRRRRR.

    non è troppo, è “meritato”. hai presente quella parolina carina che si chiama merito e che tu ti ostini a chiudere fuori dalla porta? ecco siediti, stai zitta e guarda il monitor con sguardo vitreo dueminuti. poi alzati, vai in terrazzo e datti una pacchetta sulla spalla. Te lo meriti e ti meriti anche di più <3

  2. Abbraccio. Stretto stretto. E certo che ce potresti puro venì a Roma… Ma non è che ti andrebbe di fare una presentazione congiunta? 😉
    E ti dico anche un’altra cosa. Col libro tuo fa’ come te pare, ma il mio lo promuovi eccome, capitoooooooooooooo????? 😀 😀 😀
    (forse abbiamo una data… ma non è ancora certa…)

  3. Dai al limite ci si mette d’accordo per fare una presentazione nei salotti. Non quelli importanti e scic delle marzotto e co., ma quelli molto più fighi di tutti gli amici che ti vogliono bene.
    Io mi occupo di spostare i nani nelle lochescion occhei?

  4. tantotroppo felice *______________*

    sei meravigliosa. e questo è l’inizio. punto.

    che poi per l’autopromozione fai un po’ come vuoi. verrà col tempo forse.
    ma se pensi di essere da meno e di non meritare tutto questo vengo a gonfiarti de datteri. (de botte no perché sei piccolabimbacheèanchestatamale.)

  5. io ti propongo, e non scherzo, un incontro nella biblio da me e più precisamente nel mio gruppo di lettura… un ambiente amichevole e bo affollato, come piacerebbe a te… pensaci che a me farebbe piacere avere il meglio dell’Italia da me… e il meglio sei TU Iaia Guardo!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli recenti

More recipes like this

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: