Menù per il Compleanno di Hitchcock

Must Try

Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

Il brunch terrificante: Cheesecake salata con mimosa di tuorlo, uovo in gabbia con semi di lino e uovo insanguinato.

Sul mio libro ” Le ricette di Maghetta Streghetta” edito da Mondadori e disponibile in tutte le librerie (anche su amazon) a pagina 100 si celebra il compleanno del grande Maestro: Hitchcock.

Una fumettoricetta dedicata alla sua insana passione e pura paura verso le uova con tanti aneddoti e curiosità riguardo la sua vita privata.

Le uova insanguinate sono state eseguite con la classica tecnica del tè (che ho mostrato miriadi di volte per Halloween) ma adoperando il colorante alimentare rosso,  mentre per quanto riguarda la Cheesecake Salata con pochi ingredienti si ottiene davvero un piatto unico gustoso molto coreografico grazie alla mimosa di tuorlo. L’uovo in gabbia? Sempre un successo. Come servire un uovo bollito facendo credere che sia qualcosa di incredibilmente fantasioso ed elaborato.

Ti aspetto in Libreria insieme ad Alfred. Speriamo solo che non mi chieda di fare una doccia.

Forse potrebbe interessarti leggere...

5 COMMENTS

  1. Ricordo che mio papà non riusciva ( e ancora adesso non riesce) a pronunciare Hitchcock e siccome doveva parlare in pubblico, faceva le prove con noi figli.
    Ma Hitchcock non ha proprio la faccia da uovo?

  2. non riesco a commentare sotto al post di ferragosto. non so, forse perché qui a berlino non si festeggia e mi tocca lavorare come un qualsiasi 17 novembre, sarà anche la pioggia e il conseguente freschino. comunque. non é che avessi chissà cosa da dire alla fine.
    cuori, quelli sì.

  3. neanche io riesco a commentare sotto il post di ferragosto e probabilmente è perché vorrei scavarmi una fossa, lontana da luce e gente. in aggiunta potrei darmi all’alcool il tempo passerebbe in fretta e pure i ricordi *_* (faccio selfie con Marino ubriaco nel caso.)

    <3

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli recenti

More recipes like this

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: