A colazione con Dracula

Must Try

12 Ricette dolci facili, veloci e divertenti per Halloween

La ciambella dell'assassino, pupazzetti di Halloween, Le mummie con tanto cioccolato, Il tiramigiù di Halloween, Gli immancabili S'more, i ragnetti dolci, i cerotti insanguinati, gli occhi insanguinati, la merenda di Halloween, i tre dolcetti più facili e gustosi e i muffin vegani al cioccolato per un Halloween indimenticabile.

6 (e più) idee facili e veloci per arredare la casa a Halloween

Nella playlist Halloween del mio Canale Youtube trovi sessanta video dedicati ed è in continuo aggiornamento (ricoveratemi, sì). Ho deciso di raggrupparne sei, girati lo scorso anno, per idee velocissime e carine dell'ultimo minuto. Basta davvero pochissimo per rendere l'atmosfera unica e indimenticabile. Ti confesso che non sono ancora riuscita a intagliare una zucca o ad appendere una piccola ragnatela per casa. Il primo anno in assoluto (shhhh non dirlo a nessuno) che non riesco ma. Mai demordere! Entro sera cercherò, tra dita mozzate e dolcetti di ogni tipo e sorta, in qualunque modo di rendere accogliente la mia casetta per tutti gli adorabili mostri e fantasmi che vorranno presentarsi e cenare con noi. Nel frattempo magari faccio un bel ripasso anche io con questi video, che non guasta!

5 drink salutari e buonissimi per Ottobre (e Halloween!)

Ecco cinque bevande salutari, buonissime e facili da preparare per l'Autunno, o più nello specifico per l'imminente notte di Halloween. Purtroppo non sono riuscita...

Graham Cracker (vegano) per fare gli S’more

Di questo libro, regalo prezioso del mio amato amico Stefano, Cioccolato Vegan della Costigan ho parlato così tante volte (anche su youtube) che proprio...
Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

Una colazione a base di Pancake con Dracula e Succo di Barbabietola

125 grammi di farina, 2 uova, 12 grammi di zucchero, 25 grammi di burro, 200 ml di latte intero, 8 grammi di lievito, 1 pizzico di sale, aroma che si preferisce (io ne ho adoperato uno di mandorla).

Marmellata di ciliegia (o quella che si preferisce) o mirtilli o frutti di bosco.

Succo di barbabietola ad accompagnare, se piace.

Dosi per  4 persone circa.

Monta i bianchi ma senza renderli una neve ferma insieme al pizzico di sale e allo zucchero. In un recipiente versa i tuorli e aggiungi il latte e il burro fuso tiepido. Mescola per bene e aggiungi la farina setacciata con il lievito. Aggiungi gli albumi al composto di tuorli con una spatola facendo un movimento dal basso verso l’alto e cercando di non formare grumi.

Metti a scaldare una padella antiaderente a fondo spesso e spennellala con un filo di burro. Versa al centro di questa con l’aiuto di un mestolino il composto e lascia che si espanda e solidifichi con il calore. Girala e prosegui la cottura fin quando è dorata e si stacca delicatamente dalla padella. Continua così fin quando tutto il composto è finito.

 

Il succo di barbabietola

è una di quelle scoperte che può cambiarti la vita. Se ti piace la barbabietola, sottotitolo tanto insulso quanto vero. Della mia passione viscerale per questo ammasso ortaggioso sanguinolento ne ho discusso a ben donde (quanto mi piace ben donde. Devo ricordarmene! E metterlo così a caso anche quando nulla c’entra). L’idea di oggi è facilissima, veloce e anche adatta a chi non ha tempo ma vuole comunque regalarsi un piacevole angolino horror durante il periodo di Halloween. Sono dei semplicissimi pancake, che rimangono sempre tele perfette per disegnare mostri-creature e quant’altro, ricoperti di marmellata e serviti con una di quelle dentiere draculesche 0.99 centesimi a pacchi da cento.

In realtà era più per sproloquiare circa il succo di Barbabietola, fido amico della salute certamente e anche di Halloween.

E fido amico anche dei nostri amici a quattro zampe (stanno arrivando le ricette per e con Koi, eh). Koi la mangia senza difficoltà e le piace molto. Ma mai quanto la zucca e il centrifugato di carota (nessuno mi faccia notare che ho un cane squilibrato, grazie).

Colorante naturale per eccellenza, durante un’apparecchiatura può tornarci davvero molto utile. Come avrete modo di vedere, purtroppo dopo il 31 Ottobre e non prima, durante il mio piccolo Party ne userò a botti da cento litri cadauna. Non mi preoccupo affatto se possa piacere o no perché ho solo una certezza: lo berrò io. Come un’assetata vampira. E vorrò farlo in questi bicchieri da Margarita che non avevo mai posseduto. Poi all’Ikea li vedo e: illuminazione! Mi sono convinta che fino a Natale berrò solo ed esclusivamente lì. Pure il caffè? Pure il caffè. Come in tutte le cose senza una ragione ben precisa l’inconscio (?) mi dice che è la scelta giusta (c’è uno psichiatra online tra di voi?). Sono bicchieri scomodi, che contengono poca quantità di bevanda e non ci si può neanche infilare la cannuccia (e ti bagni tutto il naso, vabbè). Ma sembra facciano uno strano gioco di onde quando muovi dal basso fingendo di essere un esperto sommelier, e questo mi piace molto.  E’ un’illusione ottica che ti fa apparire una quantità spropositata per poi finire improvvisamente in quel restringimento. Come in un tunnel. Che non porta a nulla (ma cosa sto dicendo?).

Non è meraviglioso perdere tutto questo tempo per delirare sul restringimento del bicchiere da Margarita? Invece di correre a comprare quintali di mostarda in quel di Santa Venerina? Santosuccodibarbabietola! Corro.

(la domenica la fanno freschissima con la cannella e io che ho mangiato semi per una settimana: ne pretendo otto chili SUBITO!)

 

Forse potrebbe interessarti leggere...

4 COMMENTS

  1. <3 <3 <3 è semplicemente perfetto.
    siccome mi sto un attimino ossessionando con Halloween vorrei un calice da vino dove versare questo insospettabile succo di sangue di barbabietola.
    il colore della mostarda. e il profumo. cosa potrebbe abbinarsi meglio??????

Rispondi a bestiabionda Cancel reply

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le mie Storie in Cucina

Articoli recenti

Gelato al burro d’arachidi salato

Il gelato viene sempre prima di tutto. È la cosa che mi piace di più in assoluto. Sempre e per sempre. Questo al burro d'arachidi non credevo potesse essere così buono.

Colazione dolce o salata?

Colazione dolce o salata? Un po' come essere o non essere? Che sia dolce o salata la colazione è necessaria per la tua salute.

Il terzo numero di Mag-azine

Il terzo numero di Mag-azine è dedicato ai profumi di Sicilia. Un'isola incredibile che non smette mai di farti sognare.

Crema salata agli arachidi

Una crema strepitosamente buona che ti lascerà senza parole a base di burro d'arachidi e salsa di soia. Perfetta per condire insalate, involtini primavera e vietnamiti con le cialde di riso.

10 Primi piatti siciliani che non puoi perderti

La pasta alla norma e quella col macco. Il riso con l'ennese che profuma di zafferano e l'immancabile pasta al pistacchio senza dimenticare "a muddica". Scopri i dieci primi piatti irrinunciabili che non puoi perderti se sei in Sicilia.

More recipes like this