Il pesce spada alla messinese nella Slow Cooker

Del pesce spada alla messinese abbiamo già parlato diverse volte; qui in casa si fa spesso soprattutto perché è una preparazione che piace molto alla mia mamma. Gli ingredienti immancabili sono: cipolla, pomodoro, capperi e olive nere di quelle grandi e succose. L’ottimo pesce spada fresco neanche lo dico. La preparazione del pesce spada alla messinese, come sempre accade, prevede o meno degli ingredienti. La versione più ricca vuole che il tutto sia spolverizzato con pangrattato misto a farina di mandorle e prezzemolo. Ti confesso che questa versione in casa si è fatta diverse volte e anche con grande successo ma generalmente si preferisce la versione semplice, ovvero senza.

Ho sempre fatto la ricetta nel modo classico ma, come sai, ormai da anni appartengo alla temibilissima setta della Slow Cooker. Avendo molto lavoro e poco tempo e volendo  provare se anche nella slow cooker si potesse ottenere un piatto interessante, mi sono detta: facciamolo. E in men che non si dica ho messo nella crock pot: filo d’olio extra vergine, pezzo di pesce spada tagliato piuttosto alto, della cipolla a fette sottili e dei datterini (ma sono perfetti anche i ciliegini) a metà. Capperi e un po’ di sale e via. Sono bastate due ore con il mio modello alla posizione High e quindi alla temperatura massima per ottenere un ottimo pesce spada alla messinese. Mamma, come me del resto, si preoccupava che si sfaldasse troppo (come accade col pollo ma dipende dal taglio) e invece il risultato, contro ogni aspettativa disastrosa, è stato a dir poco perfetto.

I miei assaggiatori di fiducia mi hanno detto che forse il pesce, in questo caso specifico, rimane più saporito perché passato in padella di certo acquista un altro sapore (un po’ come avviene con il ragù se il soffritto non lo fai prima in padella e poi lasci cuocere dentro la slow cooker per ore). Di fatto rimane un’idea semplice, facile, salutare e molto gustosa che spero possa piacerti nel caso in cui la volessi provare.

Se non hai la slow cooker e lo vuoi preparare nel modo classico metti tutto nella pirofila e inforna a 200 per 20 minuti massimo. Il pesce, se fresco e di ottima qualità, non deve mai cuocere tanto ma questo lo sai già. C’è chi lo preferisce con del vero e proprio sughetto ma quello è a tua discrezione. I pomodorini comunque rilasceranno il succo e sarà buono ugualmente.

 

 

QUESTO POST È STATO PUBBLICATO IL: 

1 COMMENT

  1. Frugolino ed io amiamo molto il pesce spada, proverò anche questa versione in crock pot!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

Seguimi anche su Runlovers

Tutte le settimane mi trovi con una ricetta nuova dedicata a chi fa sport

MUST TRY