Le Barchette alla Norma

Must Try

La carbonara di Asparagi

Una versione vegetariana di uno dei primi più amati in tutto il mondo.

Come moltiplicare il lievito di birra

Il lievito di birra si può moltiplicare ed è un'operazione semplicissima. Puoi raddoppiarlo e partendo da un panetto puoi ottenerli tanti altri e ancora.

Risotto con miele di manuka e yogurt

La Ricetta Facilissima e di ridicola preparazione. Lascio dorare la cipolla nell'olio extra vergine d'oliva e quando è ora metto il riso a tostare. Aggiungo...

Spinacino, Fragole e semi di papavero

La fragola è una vera trasformista e nelle insalate diventa l'ingrediente sorprendente. Con lo spinacino verde poi, fa faville.
Iaia
Una che disegna, scrive, cucina e fotografa ma non fa bene nessuna della quattro cose.

Delle barchette di melanzane abbiamo chiacchierato recentemente ed esattamente nell’occasione degli gnocchi con mascarpone, pistacchio e salmone. Sai che la Norma rappresenta il piatto tipico della mia famiglia e del cuore. L’emblema di tutto è racchiuso in  questo scrigno di pochi ingredienti ma eccellenti: salsa di pachino, melanzane e un’ottima pasta. Nello specifico una pasta di Gragnano davvero speciale firmata Pasta Gentile, che un mesetto fa mi ha omaggiato di un ricco pacco pieno di delizie e meraviglie. Ho accettato il gentil dono -perché sai che non accade mai- in segno di amicizia e perché dietro questa azienda si nasconde una tradizione e una storia familiare degna di un romanzo.

La Norma, onestamente, l’ho presentata in svariati modi. Oltre all’impiattamento classico che rimane in assoluto il mio preferito e quello dell’involtino -ovvero involtino di melanzana con dentro gli spaghetti- devo dire che questo modo a barchetta mi ha entusiasmato proprio per la semplicità eppur scenografica.  È un modo poi per servire la Norma preparandola in anticipo e passandola in forno; fermo restando che la preparazione “sul momento” rimane sempre in cima alla classifica.

Appunti in Cucina

Basta incidere le melanzane e poggiarle su carta da forno. Un giro di olio extra vergine d’oliva e sale grosso. In forno a 180 per 20 minuti e nel frattempo hai messo su la salsa di pachino profumata al basilico fresco. Niente zucchero, ti prego. Se la salsa è di pachino non occorrerà e l’acidità sarà solo un triste ricordo. Prepara a parte dei cubetti di melanzana e friggili. Le melanzane, non devo dirtelo io, prima di essere trattate devi metterle sotto un peso dentro uno scolapasta con del sale grosso in modo che fuoriesca l’acqua amara. Friggile e asciugale. Prepara la pasta e uniscila con la salsa e i dadini di melanzane fritte. Gira per bene e metti delle belle forchettate sulle barchette. Se desideri servire più tardi il primo piatto lascia la cottura della pasta incompleta.
Chiudi con tanta e abbondante ricotta salata e qualche foglia di basilico. Una girata di olio extra vergine d’oliva a crudo.

Se lo passi nel forno ricorda di non mettere mai e in nessun caso la ricotta salata prima. Deve essere tritata freschissima al momento di servire.

*Lo spaghettONE è la Pasta Gentile che ho scelto. Uno spaghetto con un diametro molto spesso che ha conquistato tanti Chef famosissimi (ed è così buono che ho capito il perché).

Forse potrebbe interessarti leggere...

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le mie Storie in Cucina

Articoli recenti

La frolla con i fiori

I fiori si possono ammirare, coltivare, regalare e mangiare. Sì, esistono dei fiori eduli perfetti per zuppe, insalate e dolci sorprendenti.

Il poolish

Il poolish, altrimenti detto biga liquida, serve per consumare pochi grammi di lievito di birra. Un altro modo per consumare meno lievito e ottenere dei...

(Japanese) Tulip Sandwich

Di rara bellezza spicca il Tulip Sandwich, che regala uno splendido tulipano all'apertura. Questo modo tagliare il sandwich è tipico giapponese anche nella versione salata.

Il Latte di mandorla Siciliano

Per noi siciliani è sempre stata la bevanda estiva. Quella che bevi ghiacciata sotto il patio nella bottiglia di vetro. Uno scrigno di ricordi e bontà.

Torta al cioccolato vegana (la più buona since 2012!)

Era il 2012 quando per la prima volta pubblicavo questa ricetta sul Blog. Ne rimane traccia però solo un vecchio post che non ricordavo....

More recipes like this