(Japanese) Tulip Sandwich

Un sandwich incredibilmente elegante, che rispecchia perfettamente la visione giapponese delle cose.

Sul Mag-azine di Maggio ti parlo di Kantaro, il rappresentante goloso, una serie tv giapponese su Netflix molto particolare che è anche una grande vetrina dei dolci tradizionali giapponesi; tra questi sicuramente i sandwich dolci. Di rara bellezza spicca il Tulip Sandwich, che regala uno splendido tulipano all’apertura. Questo modo tagliare il sandwich è tipico giapponese anche nella versione salata. Esteticamente meraviglioso con quell’aria eterea che solo il Giappone e l’oriente in genere possiede. Elegantissimo e facile da realizzare.

Serve del pancarrè o pan bauletto. Io ne ho usato uno con la farina di quinoa buonissimo, della panna da montare, fragole e kiwi. La panna puoi zuccherarla o no – io non lo faccio- perché cambia davvero poco. La dolcezza della frutta è già perfetta e bilanciata così. Ti lascio il video su Igtv e mi permetto di consigliarti un’ora di freezer e poi il resto del tempo, qualora servissi dopo molte ore, in frigo. Molti saltano il passaggio del freezer ma è davvero importante.

Nel caso del mio sandwich lo stelo è un po’ “scivolato” perché il kiwi era piccolino e quindi non è riuscito a creare un dislivello. Scegli un kiwi piuttosto grande o una fragolina più piccola. Il kiwi deve essere posizionata prima in orizzontale, poi in verticale e infine in orizzontale.

Sicuramente il video sarà più esplicativo. Il passaggio è semplicissimo. Puoi vederlo cliccando qui.

 

 

Il Video su IGTV – Il canale su Instagram

View this post on Instagram

Per il tulip sandwich, uno dei più famosi panini dolci giapponesi, ti serve il pane in cassetta o il pancarrè, la panna fresca, fragole e kiwi. Molti aggiungono lo zucchero quando montano la panna ma lo trovo un passaggio superfluo. Monta la panna a neve fermissima. Fai un primo strato di panna. Poggia la fragola e poi prosegui con tre fette di kiwi: la prima in orizzontale, la seconda in verticale (lo stelo), la terza in orizzontale. Avvolgi in pellicola e metti un’ora in freezer se vuoi servirlo subito altrimenti 3 ore in frigo. Si possono fare tantissimi sandwich così delicati e sognanti. E li faremo insieme, ancora e ancora. A volte il kiwi si sposta. Dipende moltissimo dalla forma del kiwi. Alcuni sono talmente piccolini che non riescono a dare l’esatta impressione dello stelo ma non demordere. Sono tutti tulipani diversi. Alcuni intagliano anche le fragole nella parte superiore tagliando degli angolini per rendere ancora più l’effetto dei petali ma se le fragole sono piccole come le mie è meglio non farlo. Regolati tu, come sempre. Se li fai, fammelo sapere perché ne sarò felice. #food #foodie #sandwich #ilovejapan #tulip #tulipsandwich Musica: For Now Musicista: Gabriel Url: https://icons8.com/music/ App: INSHOT

A post shared by 𝗚𝗥𝗔𝗭𝗜𝗔 𝗚𝗜𝗨𝗟𝗜𝗔 𝗚𝗨𝗔𝗥𝗗𝗢 (@iaiaguardo) on

 

 

2 COMMENTS

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

ARTICOLI RECENTI

MUST TRY