Senza Maidera Cake non è un tea time perfetto

Non è un tea time perfetto senza la Madeira

Must Try

Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

Abbiamo cominciato con il primo post dell’anno dedicato ai sandwich più famosi per il tea time; per meglio dire:  alcuni tra i più famosi perché sono davvero tanti. Il Tea time è un argomento vastissimo e quest’anno sarà assoluto protagonista dei miei contenuti, insieme alla cucina orientale e tradizionale dal mondo. Incentrerò principalmente i miei articoli su questi argomenti; spero che la cosa ti faccia piacere e accetto qualsivoglia consiglio o suggerimento. Le tue parole sono strumenti fondamentali e importanti.

La Madeira cake è la protagonista indiscussa del tea time insieme al plumcake profumato al limone (a tal proposito ti ricordo questa ricetta strepitosa di un plumcake fatto in occasione della mia Rubrica dedicata a Downton Abbey). Anticamente i nobili amavano, oltre che bere il tè, accompagnare delle fette di dolce a un buon vino liquoroso chiamato Madeira. È per questo che nasce la Madeira cake:un dolce -una sorta di ciambella- con all’interno appunto il liquore Madera. Ricorda per certi versi la sponge cake perché ha una trama molto compatta e infatti risulta sempre perfetta per essere base di dolci imbottiti e ricoperti. In verità nonostante la ricetta originale preveda la presenza del Madera, ormai sono davvero poche le torte che lo contengono. Viene prodotto nell’arcipelago portoghese di Madera nell’Oceano Atlantico e non è così facile trovarlo (qui dove abito io, perlomeno). Se vuoi, quindi sostituirlo con qualcos’altro puoi farlo. Basteranno giusto 3 cucchiai non di più a insaporire l’impasto.

Per la Madeira occorrono:

  • 400 grammi di farina 00
  • 260 grammi di zucchero semolato bianco
  • 250 grammi di burro a temperatura ambiente
  • vaniglia Bourbon
  • 4 uova
  • una bustina di 16 grammi di lievito per dolci in polvere

Lavori burro e zucchero con le fruste e poi aggiungi una ad una le uova. Poi aggiungi la farina con il lievito e la vaniglia (tutto setacciato insieme precedentemente) fino a ottenere la classica consistenza della ciambella che noi tutti conosciamo. Lavora con le fruste fino a quando tutto è amalgamato e poi versa in una teglia di massimo 22 centimetri imburrata e infarinata. Cuoci a 170 per un’oretta circa facendo prova stecchino.

Tea Time

 

I Diversi tipi di Tè, proprietà, benefici e Leggende

Forse potrebbe interessarti leggere...

2 COMMENTS

  1. Non so da quanto tempo mi riprometto di preparare la Madeira Cake, che ho visto già in molti blog… mi da proprio l’impressione di qualcosa di sofficioso e coccolosissimo! 🙂

    • Luci mia che bello leggerti qui <3 Prima di tutto un abbraccio, scusa ma devo.
      Sì, la Madeira è davvero sofficiosa e perfetta per un vero tea time. Sul libro del ritz che parla del tè perfetto non manca mai. Mi dici quando la provi?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le mie Storie in Cucina

Articoli recenti

More recipes like this