Ghostperitivo

La ricetta dell'ultimo minuto. Ma proprio l'ultimo ultimo ultimo

Per preparare i contenuti di un determinato evento, come chiunque svolga questo lavoro/alimenti questa passione, ci si organizza per tempo. Non vi è un’altra spiegazione. In piccolo è lo stesso modus operandi di una rivista, magazine o pubblicazione. Per stare al passo con il tempo che scorre inesorabile ti ritrovi a Ferragosto con qualche fantasmino per casa e hai già deciso se “dorato o argentato?” a  fine Settembre, per i decori natalizi. È capitato -se segui le mie storie su instagram da un po’ sai già- che un albero sia allestito pure ad Agosto e un presepe a Maggio. Per le foto, le illustrazioni e i contenuti in genere il tempo si annulla e chi vive con te si è ormai rassegnato al fatto che le stagioni e gli eventi si mescolano al quotidiano in un disturbante, ma molte più volte divertente, susseguirsi di tempo mescolato e frullato. Quando ho scritto il libro per Mondadori era Dicembre e cercavo disperatamente un’anguria perché la ricetta era stagionale e la richiedeva. Ricordo quel momento, come molti altri, come uno dei più esilaranti della mia vita. Faceva freddo, che quasi nevicava pure in sicilia, ed io maneggiavo un cocktail di anguria e un drink di cocco come fossi alla Bahamas.

Perché ti racconto questo? Perché se riuscirò a fare anche solo un mini Ghostperitivo sarà un miracolo. Non credo proprio che il 31 io riesca a festeggiare Halloween. Non arriverò a preparare una cena degna di questa nome. Posso sperare forse nelle patate della Lidl a forma di zucca da buttare nel forno insieme ai fantasmini di sfoglia che non mancano mai.

Questo per dirti che sì. Se cerchi la ricetta della disperazione e dell’ultimo minuto questa sicuramente fa per te: fantasmini di sfoglia (magari già comprata così facciamo prima checcefrega?!) da buttare in forno e via. Per i più impavidi e temerari si sappia: la sfoglia fritta è una goduria. Ma anche al forno mica scherza. A 180 per qualche minuto -dipende dalla forma e dallo spessore- e il Ghostperitivo insieme a due olive, un drink e perché no un patè di pomodori secchi che mi piace tantissimo è servito.

Le ricette di Halloween

Le ricette di Halloween le trovi tutte cliccando qui. Sono divertenti, scenografiche e facilissime da realizzare. Sono tutte sane, vegetariane o vegane e di grande impatto. Ci sono preparazioni dolci e salate ma anche apparecchiature, tanti modi per decorare la casa, menù, film da vedere e tutto quello che serve per trascorrere un Halloween indimenticabile. 

QUESTO POST È STATO PUBBLICATO IL: 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

Seguimi anche su Runlovers

Tutte le settimane mi trovi con una ricetta nuova dedicata a chi fa sport

MUST TRY