Home / Illustrazioni  / Un po’ difficile

Un po’ difficile

E’ un po’ difficile. Combattere con il mostro che ti ha reso tale e trasformalo in vita. Sistemarlo su di un piatto senza assaggiarlo e fotografarlo per poi parlarne al mondo e a quelli che hai creato, tu. Mentendo a volte sul fatto che non avevi voglia di assaporarne la croccantezza . Sfornando  una torta mentre infili uno stecchino per  vedere se fuoriesce asciutto quando lo è al contrario dei tuoi occhi. Sforzandoti di infilarne un pezzo e masticare. Ritrovandoti a sputare in una pattumiera quello che incautamente in un momento improvviso di normalità ti aveva portato quasi a inghiottire. E’ facile essere se stesse e combattere lo schifo, l’invidia, il qualunquismo e la bassezza morale con un sorriso. Non per sentirti superiore, perché a volte è facile esserlo dipende con chi ti confronti, ma semplicemente perché è davvero tutto inutile. Sono intralci al tempo e lo hai capito con fatica e dolore. Allora lo applichi senza pensarci e continui. Mettendo l’ennesimo giocattolino lì. Da solo. In quel cassetto di ricordi che apri e chiudi all’occorrenza. Alcuni marciscono tra formiche e caramelle mentre altri rispolverati poi potrebbero pure non essere guasti del tutto.

E’ un po’ difficile tenere ben saldi una rete di rapporti che vorresti modificare ma che nella realtà non trovano appiglio perché hai deciso di intessere tutti i sogni come trame di una coperta fittissima e calda da poggiarti perché senti maledettamente freddo anche quando c’è sole. Perseguiti il tempo per leggere quello che ti piace ma non puoi perché devi. Arrancando disperata ad un miscuglio di doveri e piacere. Puoi concederti poco Hisaishi perché se i colori ci sono e pure tanti quando si trasformano in date, scadenze e orari diventano diversi e assumono contorni che prima non avrebbero avuto.

E’ un po’ difficile tornare alla normalità di una passeggiata con papà senza che il promemoria non ti ricordi di sistemare il planner su Ical dove hai opportunamente scritto “bevi l’acqua” quando sai già che salterai pure quello. Ed è anche un po’ difficile essere un po’ più tecnica, un po’ più te stessa, un po’ meno te stessa. Dare indicazioni anche quando sei la prima a cercarle e rispondere a tutti che  incessantemente  urlano “urgente”.

E un po’ ‘ difficile l’urgente. Perché io di urgente non ho nulla se non scavalcarlo. Al contrario è facile immaginare una nuvola, tanti nani, sorrisi e musiche leggere dove cullarsi tranquillamente tra sole e stelle. A volte mi chiedo se quel “un po’ difficile” emerga e se dietro quei sorrisi si comprenda un disagio evidente di dire : sono una. Ho inventato dodici personalità e tanti nani ma sono:

Una.

Ed è un po’ difficile essere anche solo una ; il tasto “moltiplicati” non riesco ancora a trovarlo però. Forse se non fossi dimagrita e  mi fossi tagliata in tre parti avrei potuto essere tre. Forse se ingrassassi nuovamente troverei parti di me che volteggiano in qualche cassetto tra caramelle e colori. Ed è un po’ difficile sì affrontare la maratona nudi e soli con la pioggia. Anche se al taglio della striscia ci sono applausi coperte e coppe. Con tante bibite energetiche fruttate.

Per dire che sì. E’ un po’ difficile ma bisogna correre e non fermarsi. Basta solo imparare  a saltare ostacoli, giocattolini, eventi fintamente urgenti e guardare quella striscia.

Traguardo.

E arrivarci assolutamente sola. Ed è un po’ difficile perché   la paura di non trovare chi desideravi ti aspettasse diverrà sicuramente conferma,  ma è nella  rinuncia talvolta che arriva la comprensione.

Che si deve dare priorità a quell’: una.

Una che disegna, scrive, cucina e fotografa ma non fa bene nessuna della quattro cose.

Review overview
38 COMMENTS
  • Wish aka Max 24/04/2012

    Prrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrimo!!!

    • Wish aka Max 24/04/2012

      Ho visto il titolo e l’incipit. Non potevo non essere primo, su questo post, e con strillo e tutto. Volevo solo dirti “io ci sono” e non so ancora come prosegue. Ora leggo e poi commento.

      • Wish aka Max 24/04/2012

        Non aggiungo nulla. Io ci sono. C’ero prima, ci sono ora, continuerò a esserci.
        *accento texano* You ain’t gonna get rid of me, gal.

      • Giulia 24/04/2012

        so che ci sei Max. E io ci sono ( che fa un po’ ridere considerando il fatto che dovevamo sentirci tre ore fa).
        sparami *_*

  • Ninphe 24/04/2012

    :*

    • Ninphe 24/04/2012

      Tu lo sai che ci sono anche io. Una mail, un telefono e a settembre me medesima (se mi vorrai)

      • Giulia 24/04/2012

        ti voglio bene Sel.
        Tantissimo.
        Spero solo di meritare il tuo di affetto.
        grazie infinite.

        e bastaaaaaaaaaaaaaaaaaaaadammiunafazzolettoooooooo

        • Ninphe 24/04/2012

          potrei dire lo stesso io. <3 me lo merito il tuo affetto?

  • ђคгเєl 24/04/2012

    Sei una e sei stupenda così. Corri si, ma non troppo. Non scordarti mai di sostare ogni tanto…di guardarti attorno e respirare. Non serve far altro che non pretendere troppo da te. Capisco la gioia di fare tutto quello che volevi fare..capisco l’entusiasmo…ma tutto quello che fai fallo perchè ti fa stare bene e stop, E noi ti capiamo pure se sei in ritardo, se non ci rispondi, ecc ecc, A noi basta sapere che ci sei, qui con noi, in qualunque forma tu possa farlo. Noi stiamo qui per quella che sei, non per quella che vorremmo che fossi. Oh..e se a qualcuno non sta bene…l’uscita è in fondo a sx….occccchei??? io sto qui,..seduta nel tuo divanetto rosso 🙂 prima o poi arrivi 😉

  • Giulia 24/04/2012

    ah bene ho pure finito i fazzolettini di hello kitty e ora dove smoccollotuttoquestocosinocolantedalnaso?

    eh?
    dove?

    sul maglioncino, ovvio.

    è meraviglioso perché poi diventa duro e credo che se lo spezzetti puoi pure giocarci, vero?

    sarà come il das?
    proviamo insieme?

    e. la verità è che. non so neanche io santo cielo come faccio a meritarvi.

    ci buttiamo tutti sul divano rosso e ci abbracciamo fortissimo?
    siete gli unici che farei entrare con le scarpe in casa mia.
    con tutti i germi delle suole.
    tutti tutti tuttti.
    senza neanche preoccuparmi .
    anche se foste stati ad un rally dove c’erano formiche e lombrichi viscidi che avete schiacciato.

    e.

    e un attimo che lo faccio davvero.
    smocciolo sul maglioncino.
    fermi tutti
    ( faccio una foto su instagram?)

    • ђคгเєl 24/04/2012

      guarda che ti abbraccio pure col moccolo sul maglioncino sai????? <3

      • Giulia 24/04/2012

        guarda che mi infilo in macchina e ti vengo a smoccolaredavvero eh?

        Grazie. Per leparole. E.
        Grazie infinitamente Hariel mia.
        Ti voglio bene. Davvero tanto.

    • Wish aka Max 24/04/2012

      LOL e non hai visto gli sms ancora… Aspetta a dire che smoccoli, leggi e poi ne parliamo, di fazzolettini e smoccolate!!!!! 😀 😀 😀 😀 😀 😀

    • tittisissa 24/04/2012

      Ma perchè porco sciampin io arrivo sempre tardi?!?! Eh, perchè?? Forse perchè è davvero inutile che io scrova niente. Tu sai. Sai giá ogni cosa. E ti assicuro che ci sono e sarò sempre. Per te. Mi piaci come sei e basta smocciolare adesso, sorridi che sei splendida quando lo fai! Pian piano la nebbia si diraderà e ti sará tutto più chiaro Smetti direoccuparti e guarda avanti…C’è tanta tanta gente qui con me ad aspettarti! 🙂 ti voglio bene tesoro mio

  • cucciola non fa male rallentare un pò ogni tanto lo sai? prepara (anzi fatti preparare dal nano 😉 ) una bella tisana e tu e le tue dodici personalità sedetevi e gustatevela in tranquillità…farà bene a tutte 😉 <3

  • Katia 24/04/2012

    Potrei trovare dodici parole, da dire a tutte le dodici te che hai. E sarebbe più facile, perchè non sbaglierei la mira: ognuna avrebbe la sua parolina, forse giusta, forse no, da me a te. Ma io vorrei invece trovare l’unica parola esatta e farla arrivare proprio lì, a quell’una, a quella Giulia che imparo a conoscere giorno per giorno e che è quella che preferisco, anche se vorrei che fosse fatta solo di sorriso (ma per lei, non per me), anche se vorrei che non avesse mai paura, dolore, stanchezza da sopportare.
    Ora, sono una che più che dare risposte sa porsi infinite domande. E non pretendo di dire qualcosa che risulti utile. Ma l’unica parola che mi sale alle labbra, dal cuore, e che vorrei dire a te, Iaia, è amore. Lasciati prendere da quello. Non dico che le salite si appiattiscano e che i muri si abbattano. Ma spesso, insieme, si mettono insieme i vuoti e si continua così. E sembra più facile. Se poi non lo è davvero, pazienza. L’importante è farcela.

  • pieceofstar24 24/04/2012

    Aspetto oltre il nastro.
    Io ci sono.
    Ci sarò.
    C’ero.
    Sempre.

  • spiessli 24/04/2012

    Presente!

  • Elisabetta aka Princess_76 24/04/2012

    E io sempre con l’ultimo treno arrivo 😉 , però ci sono e ci sarò anche io al traguardo ad applaudirti. Giuro niente ritardi per quel giorno 🙂

  • gluci77 24/04/2012

    A costo di ripetermi… Forse non sono tra quelli che vorresti trovare lì, al traguardo…ma io ci sarò… Perché non ti lascio più… E non mi importa quanto tempo ci vorrà perché – come qualcuno ha detto una volta – ciò che vale merita di essere atteso. E tu abbi sempre cura di te perché è la prima cosa che davvero conta. Prima di ogni scadenza, di ogni impegno. Prima vieni TU. Ti voglio bene. E so che lo sai.

  • lagonzi 24/04/2012

    Io ci sono.
    Che tu sia una tutte insieme o a pezzettini per me sei sempre e solo Tu.
    Ti aspetto, non importa quanto ciao metti, io ti aspetto li!

  • Bibi 24/04/2012

    io non sarò là al traguardo ad aspettarti, no assolutamente.
    io sarò in pista con te.
    che tu lo voglia o no.
    a volte dietro, a volte avanti, a volte accanto dandoti persino la mano.
    io sono con te.
    con tutte le te o con l’unica te.

    • ssandrici 24/04/2012

      si e dopo tutta questa dolcezza lacrime frizzi e lazzi io saro’ in mezzo alla pista a rompervi le balle, farvi lo sgambetto e prendervi per il c ops prendervi in giro ecco e basta cia’.

      • Bibi 24/04/2012

        vieni e fatti coccolare tu, bestia.

        • ssandrici 24/04/2012

          no io son cinghiala pussa via tzè

  • Pia - Artemisia 24/04/2012

    Vorrei dirti tante cose Iaia ma oggi riesco solo a mandarti un bacione. :*

  • Paola D. 24/04/2012

    ci sono anch’io. che abbiamo parlato al telefono solo una volta ma per tre ore e che sono sicura che avremmo parlato per ancora tantissimo tempo ché mica avevamo finito di chiacchierare e ciagolare :-))) che se non ti chiamo non è perché non ti penso ma perché temo di disturbarti e allora ti mando un sms e tu mi rispondi chiedendomi scusa perché (forse) mi ha risposto in ritardo (ma che devo fa con te? eh?)
    ci sono anch’io, perché tu giulia entri nel cuore, con la tua luce e le tue ombre e non ne esci più.

  • ogni giorno (puntuale o meno) sto qui a vederti correre. tutt’al più potrei lanciare qualche bibita fruttoenergetica e applaudire. posso solo guardare e aspettare ogni giorno il succedersi di eventi e post. e lo farei anche se ci fosse un solo post a settimana, con una foto, 12 parole e l’istituzione del divieto di rispondere ai commenti (???). io sto qui, che poi vuol dire che ci sono insomma, anche limitatamente rispetto a molti altri. e non mi importa davvero se rispondi o no o se leggi o no. in qualche modo se ho qualcosa di importante da comunicarti quel qualcosa sarà comunicato. oggi, tra dodicianni (dodicianni..) tramite uno stupido commento o tramite rabbit express.
    e solo il fatto di poter leggere ciò che scrivi. insomma. sono minimo minimo 3 post al giorno. cazzo, dovrei volere una risposta? non restituisco nulla di quello che ogni giorno mi arricchisce in un vortice di parole immagini e cibo. e a tratti me ne vergogno anche.
    la reazione che mi viene spontanea è di ringraziarti, ogni dannata volta. e rimango comunque fermamente convinta di non riuscire mai a ringraziare abbastanza.

  • Valebri 24/04/2012

    Eccomi anche io. Sempre. Lo sai.

  • Marina 24/04/2012

    Maghetta,😘!!!

  • Roberta Corti 24/04/2012

    Cuoricino,ho il cuore gonfio di tristezza e le parole mi si fermano in gola per quello che hai scritto,ti sono vicino e ti aspetterò al traguardo non importa quanto ci vorrà,ti abbraccio davvero forte,ti voglio bene

  • Dany 24/04/2012

    Giulia sei entrata meravigliosamente nella vita di tutti noi…. Ci regali sorrisi e grandi emozioni ogni volta che scrivi un post o che pubblichi una bellissima foto…. Ora siamo NOI tutti qui per te!ti meriti tutto qs affetto, forza!!! Forza…. Forza!!! Un forte abbraccio

  • wonderchiari 24/04/2012

    Daje iaia! Arrivo anche io tra un lattino nella destra e un pannolino Hiroshima nella sinistra.

    Ci siamo anche noi due!

    Chiari&Zelda

  • pani 25/04/2012

    se vogliamo, contando i semitoni, anche le note sono dodici. Prese da sole non direbbero nulla. Prendi una nota, suonala ripetutamente e ti pare di avere in testa la cornetta del telefono.
    Se invece le metti insieme, le combini, una la fai suonare di più, un’altra di meno…ci infili qualche pausa…ecco che viene fuori la musica.
    Il tuo è un bellissimo spartito, con qualche ritornello, come è giusto che sia. Ci sono acciaccature e mordenti, pause e legature. Insomma, non solo è bello da ascoltare ma anche da vedere.
    Sei musica, ci manca solo di vederti arrivare al traguardo al rallentatore, con il sottofondo di Momenti di Gloria

  • Pensamientos de vida 25/04/2012

    Esto es muy bonito!

  • Bea 21/05/2012

    questa non so come ho fatto a perdermela. e mentre cercavo una ricetta smarrita tra le tue infinite pagine, ecco…ti ho trovata. una e dozzina! (perdonatemi)
    e ti dico anch’io: presente!

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi