Rai News mi chiama Cuoca Matta e Libero l’illustratrice di Biscotti

Must Try

Un pasticcio al giorno per te

Corri sempre sull'Etna tra lava, neve e cenere.  

Questo Blog non va mai in vacanza ma ve le augura con tutto il cuore (e pure il fegato e i polmoni)

Koi e io ci faremo un giro giù per i dodici mari tra pesci, meduse, alghe e qualche creatura incantata. Purtroppo viene con noi...
Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

Questa donna ridicola infilata in un portabagagli con un nano da giardino, orecchie di coniglio e parigine bucate che corrisponde al nome di Giulia Grazia Guardo è stata (inspiegabilmente) intervistata per Libero- Tutto sul lavoro, ricevendo anche parole molto lusinghiere.

Non si può che commuovere, ringraziare e frignare incessantemente con moccio colante al grido di Grazie. Grazie. Grazie.

“Il titolo può trarre in inganno perché Giulia Grazia Guardo, trentenne di origini catanesi, non è solo una disegnatrice ma anche una fotografa, una foodblogger per Style.it e una narratrice di storie. Le sue foto catturano a distanza ravvicinata i colori e la consistenza dei cibi, i suoi fumetti sono teneri e buffi, la sua penna un estroso fiume di parole e di libere associazioni ironiche e leggiadre. È anche un’amante della numerologia, Giulia. È ossessionata dal numero 12, forse perché ricorre insistentemente nella sua vita: è nata il 12/12 alle 12, il suo nome è di 12 lettere, è la 12esima nipote e sta lavorando a 12 progetti. Uno di questi la vede reclutata da Mulino Bianco in qualità di “illustratrice di Pan di Stelle” sulla piattaforma di Instagram”.

L’intervista, per chi avesse piacere, si può leggere qui >>>>

( io davvero non so come dire grazie.grazie.grazie.grazie.grazie)

Forse potrebbe interessarti leggere...

15 COMMENTS

  1. Anche io mi unisco al coro : grazie, grazie, grazie, grazie, grazie….
    Insomma felicissimissima per te io, anche se mi sento un po’ sbattuta come una pallina da pingepong 😀

  2. “Quella è la mia zietta!” dice con orgoglio Frugolino… e io dietro con gli occhi lucidi… Siamo così felici per te! Abbracciamoci!!!

  3. Grande! …no. Rifaccio.

    Grandissima! …no. Ririfaccio.

    Immensa… Sì.

    Ah già, quindi: IMMENSA Giulia!!!

    Ueh ragazzi qui è ora di fondare un fan club in piena regola con tessera e t-shirt e orecchie da coniglio e striscioni e newsletter e raduni! Se non per Iaia per chi?!? Saremo i fanclubbiani più ganzi del reame! Tutti ci invidieranno! E si aggregheranno! Iaia avrà sempre più discepoli, saremo sempre più numerosi e sempre più picchiatelli!

    Pianteremo la Iaia-bandiera anche in cima al Cervino (però la bandiera rossocrociata non si tocca eh, al limite la spostiamo un po’ di lato)!!!

    Iaia conquisterà il monnnndo!!! MUahahahahah!

  4. no vabbè ma come si sono permessi?
    trentenne?
    ti hanno dato della trentenneeeeeeee ma ci rendiamo conto?

    vado gli tatuo il numero 25 in fronte e torno. tsk.

  5. Io lo dicevo già in tempi non sospetti che la nostra Iaia avrebbe conquistato il mondo.
    Ecco.
    Perchè è troppo braverrima, non c’è trippa per gatti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le mie Storie in Cucina

Articoli recenti

Gelato al burro d’arachidi salato

Il gelato viene sempre prima di tutto. È la cosa che mi piace di più in assoluto. Sempre e per sempre. Questo al burro d'arachidi non credevo potesse essere così buono.

Colazione dolce o salata?

Colazione dolce o salata? Un po' come essere o non essere? Che sia dolce o salata la colazione è necessaria per la tua salute.

Il terzo numero di Mag-azine

Il terzo numero di Mag-azine è dedicato ai profumi di Sicilia. Un'isola incredibile che non smette mai di farti sognare.

Crema salata agli arachidi

Una crema strepitosamente buona che ti lascerà senza parole a base di burro d'arachidi e salsa di soia. Perfetta per condire insalate, involtini primavera e vietnamiti con le cialde di riso.

10 Primi piatti siciliani che non puoi perderti

La pasta alla norma e quella col macco. Il riso con l'ennese che profuma di zafferano e l'immancabile pasta al pistacchio senza dimenticare "a muddica". Scopri i dieci primi piatti irrinunciabili che non puoi perderti se sei in Sicilia.

More recipes like this