Maghetta Streghetta è un Marchio Registrato

Must Try

Il poolish

Il poolish, altrimenti detto biga liquida, serve per consumare pochi grammi di lievito di birra. Un altro modo per consumare meno lievito e ottenere dei...

Torta al cioccolato vegana (la più buona since 2012!)

Era il 2012 quando per la prima volta pubblicavo questa ricetta sul Blog. Ne rimane traccia però solo un vecchio post che non ricordavo....

Organizziamo i pasti per vivere sereni, felici e in salute, soprattutto

Ehhhhh. Sono tornata! E lo dico con voce da Freddy Krueger quando tutti credevano fosse finito a pezzetti nella fornace e invece. Con la...

I miei indispensabili in cucina: Elettrodomestici, aggeggini e Crock Pot

Ti racconto i miei indispensabili in cucina; quelli senza la quale tutto sarebbe più difficoltoso. Vieni in cucina con me che te li mostro e te li racconto come facci con le mie amiche.
Iaia
Una che disegna, scrive, cucina e fotografa ma non fa bene nessuna della quattro cose.

Molto prima della notizia che ha cambiato radicalmente il percorso della mia esistenza (sì ce ne sono state due in effetti nel 2012 ma intendo quella bella ergo il libro) avevo deciso di ufficializzare legalmente il mio pasticcio Maghetta Streghetta; soprattutto sotto stretto consiglio di Charlie (ndr Essere Mitologico – Pastiglietta Leone). Non ho di certo inventato io le espressioni manga, anche se quella inebetita e statica di Maghetta è completamente fuori dagli schemi classici. Come non ho certamente inventato io il doodle in generale. Come non ho. Vabbè ci siamo capiti. C’è una differenza sostanziale, e non sarò certo io a spiegarla quest’oggi, tra il plagio, l’imitazione e l’ispirazione e la conosco perfettamente. Non si può dire lo stesso per tutti ma sta di fatto che a me non dispiace più vedere “plagi” di Maghetta Streghetta su Instagram. Come non mi dispiace più vedere le mie foto “rubate” e “rivendute” per proprie. E non ho buttato giù neanche mezzo litro di ansiolitico.

Onestamente ne sono lusingata, ormai. Mettendo a disposizione un concetto, un sogno e una speranza e soprattutto un incitamento a disegnare senza paura credendo fortemente che proprio tutti dovrebbero farlo come terapia sarebbe un controsenso gridare al plagio. E non lo faccio non perché appunto sarebbe solo un controsenso e non voglio quindi contraddirmi trattenendomi ma semplicemente perché lo penso. Un conto è fare Maghetta bionda, leggermente più bassa, alta, “rubare foto” spacciandole per proprie (su Pinterest ci sono circa 234092034923042834 mie foto firmate con altrettanti 309493482409824098 nomi diversi. Soprattutto per quanto concerne il “food Blog”. Basta mettere Christmas Food per vedere tutti i miei Cupcake Natalizi come fossero stati scattati a Taiwan da Yaki Pin, in Germania da Frauke e in Polonia da Anka) e blablabla, un conto è che sia davvero io e che il “prodotto” finito porti il mio nome.

L’unico modo, senza girarci tanto intorno, era tutelarsi legalmente affinché qualcuno non facesse magliette di Maghetta Streghetta truffando chi invece onestamente si diverte solo un po’ a sognare e fare propria Maghetta; che devo arrendermi non è più mia ma di tutti. E la cosa seppur con un pizzico di nostalgia è chiaro che mi renda felice.

Per impedire la follia, ahimè dilagante, di persone che speculano sui sogni (perché è inutile ribadire che Maghetta ai fini commerciali sino a ora a me non ha messo in tasca nulla, ma lo faccio. E non ha messo in tasca nulla perché IO ho deciso così. E perché ora mi sta bene solo così. Poi c’est la vie. Si vedrà) ho dovuto tutelarmi/ci.

Maghetta Streghetta è un marchio registrato già da mesi e ne do notizia solo ora per mancanza di tempo e perché di tempo ne occorre e parecchio pure. Non solo il nome Maghetta Streghetta ma anche l’immagine. Per nessuna ragione entrambi, marchio e immagine, potranno essere utilizzati se non da me. Nessuna maglietta, gadget e varie categorie di merchandising possono essere prodotte. Dietro alla registrazione di un marchio e di un’immagine ci sono passaggi e leggi severissime (e pure spese spaventose. E quando dico spaventose giuro: spaventose). Credevo fosse complicato sì ma mai avrei creduto tanto.

Questo significa che largo a tante MaghetteStreghetta nel mondo, anzi: grazie. E’ solo pubblicità che ahimè va solo a me (e mi spiace sempre davvero moltissimo quando chi manifesta questo “affetto” nei confronti di Maghetta si prende insulti vergognosi. Basterebbe semplicemente dire “cita Iaia. sivabbèmaperòèmaghettanonèCippalippa e roba così). Ma Stop a chi specula/vorrebbe speculare su Maghetta Streghetta.

Su quello sarò categorica e spietata. Ho molto tempo da perdere con il mio avvocato; che tra l’altro è simpaticissima e sta proprio sotto casa mia. E ho anche molto tempo da perdere per gingillarmi tra cavilli, leggi e marchi registrati.

Maghetta Streghetta è di tutti in quanto sogno. Maghetta Streghetta non è di tutti in quanto denaro. Perché tra il sogno e il denaro c’è una differenza che io ben conosco e nel mio personale codice d’onore e d’azione ha un posto non solo di rilievo ma.

Ma è proprio al primo posto.

E ora non ci resta che festeggiare l’adozione ufficiale della mia/nostrainaffidamento Maghetta Streghetta. 

Forse potrebbe interessarti leggere...

27 COMMENTS

  1. *________* comunque lei mi ha detto che vuole vivere con me perchè tu strilli e non capisce gnente di quello che dici.
    dettoquesto, la farò bionda *_*
    cià

  2. Hai fatto benissimo. E condivido pienamente: chi specula sui sogni è un mostro. Ed è la cosa più volgare e triste che un individuo possa fare. Bacissimi coccolosi.

  3. Brava Iaia!!! Gente ignobile chi spaccia per proprie, cose altrui!!!
    Un abbraccio forte e buon weekend 🙂

  4. acc dovro buttarle tutte quella magliette con TappettaTarrochetta… acc!

  5. Hai fatto benissimo! Ora il problema è questo: ho circa tre scatoloni di t-shirt appena stampate, un centinaio di tazze da thè e circa un quintale di spilline. Che ne faccio? 🙂

  6. strafatto bene! cmq ho bisogno di un favore da te Iaia, te lo devo chiedere in privato e spero di ricordarmene…

  7. Uh! Benissimo hai fatto (mi sto portando il pollice sulla guancia, si vede? Ed ho anche il labbro inferiore un po’ sporgente. E dimenticavo, per l’occasione ho anche una coppola). Bene, hai fatto, assai. Pecchè le minchia di maghettestreghette che ce stanno in giro son tutte da elimminare. Mi spiegai? tutte da elimminare pecché queste cose non se devono più reppetere.

  8. Iaia posso venire a fare pratica legale nello studio sotto casa tua??e poi ovviamente verrei a fare merenda da te 🙂

  9. Iaia!! Hai fatto benissimo. Anzi ti dirò, lo sto facendo anche per i Malti da Legare perché credo sia giusto così. Mi sa che ti farò un sacco di domande su come dove quando, so che non è banale fare la registrazione sigh…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le mie Storie in Cucina

Articoli recenti

La frolla con i fiori

I fiori si possono ammirare, coltivare, regalare e mangiare. Sì, esistono dei fiori eduli perfetti per zuppe, insalate e dolci sorprendenti.

Il poolish

Il poolish, altrimenti detto biga liquida, serve per consumare pochi grammi di lievito di birra. Un altro modo per consumare meno lievito e ottenere dei...

(Japanese) Tulip Sandwich

Di rara bellezza spicca il Tulip Sandwich, che regala uno splendido tulipano all'apertura. Questo modo tagliare il sandwich è tipico giapponese anche nella versione salata.

Il Latte di mandorla Siciliano

Per noi siciliani è sempre stata la bevanda estiva. Quella che bevi ghiacciata sotto il patio nella bottiglia di vetro. Uno scrigno di ricordi e bontà.

Torta al cioccolato vegana (la più buona since 2012!)

Era il 2012 quando per la prima volta pubblicavo questa ricetta sul Blog. Ne rimane traccia però solo un vecchio post che non ricordavo....

More recipes like this