Le FumettoRicette di Maghetta Streghetta (e di quella scema di Iaia Guardo)

Must Try

Notting Hill Carnival

E' dal 1965 che si tiene questa allegra manifestazione nelle strade del quartiere di Notting Hill a Londra. Dura due giorni consecutivi generalmente e...

Menù per il Compleanno di Hitchcock

Il brunch terrificante: Cheesecake salata con mimosa di tuorlo, uovo in gabbia con semi di lino e uovo insanguinato. Sul mio libro " Le ricette...

Il mio libro al 5° posto tra i Bestseller di Amazon per la Cucina delle Feste

(clicca sull'immagine per ingrandire) (clicca qui per visualizzarlo su Amazon) Non è che io stia promuovendo moltissimo il mio libro e va detto; sicuramente con un...

Il Menù di Natale che ti propongo sul Libro? Eccolo

Sul Mio libro le Ricette di Maghetta Streghetta (che se ti fa piacere trovi anche online) ci sono diversi menù dedicati. Uno, naturalmente, alla festa...
Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

Non era l’Overlook Hotel ad avere un’anima diabolica trasferitasi tra i tessuti e le viscere di Jack Torrance ma l’attività che svolgeva. Mi spiego meglio (sì regia, state ancora festeggiando Capodanno ma su “mi spiego meglio” devono partire le risate registrate), è proprio l’attività di scrivere un libro che ti fa uscire fuori di senno. E fin qui potrebbe pure essere solo una semplice e stupida (naturalmente; la sto facendo io del resto) considerazione personale. Ma la reale domanda è:

se un libro lo scrive una che non è mai stata in senno?

Al massimo sono stata in sonno, considerato che i primi venti anni della mia vita li ho passati dormendo e non c’è da stupirsi che io adesso voglia recuperare riposando 15 minuti a notte.

Fumare. Ho sempre e solo avuto voglia di fumare. Come Jack disperato andava al bar a farsi un goccetto io guardavo il rosmarino con fare voglioso. Arrotolarlo anche nel cartoncino della carta igienica e accendere. Fumare. Inspirare, sputacchiare, espirare, fumare. Un calumet, non della pace, ma di basilico-menta e maggiorana tuttoinsiemeperstordirmi (parliamo per favore dei concorrenti di Masterchef che confondono il prezzemolo con la salvia? per favore ne parliamo?).

La notizia sta già trapelando (avevo sempre sognato di dire questa frase) ed incredibilmente mi viene detto “due copie! ne voglio due copie! ho già prenotato la mia! venti copie! cinque copie!” e. E dillo MAMMA! DILLO! che sei tu con nick diversi che per incoraggiarmi dai i numeri!

Non c’è altra spiegazione.

Il libro di Grazia “Giulia” Guardo, Iaia Guardo, quellascemainsommachenonsamancoleicomesichiama, e di Maghetta Streghetta disponibile nelle librerie tra Marzo e Aprile 2013 edito da Mondadori Electa (una virgola la metto?) sarà *RULLODITAMBURI (nani che rullano i tamburi):

Le FumettoRicette *applausi (misti a pernacchie) a scena aperta.

Il mio compenso sarà interamente devoluto all’AIRC per la lotta contro il Cancro.

(Vi va di seguirmi anche su Mondadori Electa Facebook? Ci saranno TANTEEEEEEEEEEE topppplesssssssssssssse. Cliccate qui!)

Uhhhchenovità. Serpeggiava l’idea che fosse un trattato sulla filosofia Kantiana (quello lo faccio a Ottobre viste le mie sfolgoranti conoscenze filosofiche) anche se l’ipotesi di un libro interamente dedicato alla razionalità e allo studio delle funzioni e derivate era quello più accreditato (oh. quello lo faccio per Natale 2014) ma essendo io una COLTISSIMA AUTRICE (coltissima non può essere neanche stupida imitazione  “cinese” perché corta non sono, vabbè. A corto di neuroni però sì) ho optato per la scelta che più si confaceva a me stessa:

disegnare e scrivere Fesserie. Ma proprio TANTE fesserie. Infinite Fesserie in un Calendario Matto. Il tempo, fondamentale, scandito con bianco, rosso e nero a tratti grigio. Sono sessanta fumettoricette ma nella realtà un centinaio perché all’interno delle fumettoricette stesse ci saranno alternative per intolleranze o momenti epici di vegetarianesimo dove la mia schizofrenia acuta culinaria prende vita.

Su Hoepli (sì lo so è assurdo che io sia finita tra gli Autori di cucina come Montersino e Ramsay santocieloaiuto. Che il buon gusto mi perdoni) c’è questa Maglietta Streghetta (amo tutta la redazione di Hoepli. Se cambiate Maglietta mi offendo lo giuro!) cliccando qui che risulta essere “in pubblicazione”.

Non lo avevo detto. Non per suspans (che si scrive così velodicoio) e neanche per scaramanzia (perché non lo sono) ma perché credevo che fosse quasi “ovvio” avendole inventate io (ghhghggh. Pippo Baudo si è impossssesssatttodime *risata malvagia con occhi iniettati di sangue rivolti al cielo e copiosi rivoli di bava alla bocca). Si sa sono molto modesta, sì.

Insomma. Ecco uff. Lo dicevano tutti tranne io (pure su Instagram santapizzetta! Sono stata informata che vengo tradotta. Cioè c’è gente dal Cile che mi traduce per capire cosa scrivo. MA PERCHE’? PERCHE’? La vita è bella! SMETTETELA DI PERDERE TEMPO! Masochisti! Tanticuoripervoi. Ma il tuttattaccato lo traduce gugol?). Mi sentivo un po’ come Belen incinta trenta volte e poi quando è diventato vero si parlava di gonfiori addominali e non più di gestazione, uff (cosa sto dicendo?)

Insomma:

Le FumettoRicette di Iaia Guardo. 

Da quando è trapelata la notizia (mipiacetroppo dire trapelata la notizia) si è come innescata una macchina mortale che mi vede detentrice di un’autorità che vorrei ricordare NON HO (detesto il maiuscolo ma è un chiaro sintomo di esaurimento grammaticale). Ero già in difficoltà con le email di amici e parenti (e vi chiedo PERDONO in ginocchio non soltanto sui ceci ma su spiedini di ceci dove ci sono stuzzicadenti appuntiti per perforarmi le ginocchia) ma adesso leggere di inviti a collaborazioni, riviste, assaggio prodotti e.

E calma.

Io sono sempre la solita cretina eh. Non ne capisco nulla di cibo. Non posso assaggiare il lardo di Colonnata e comprendere com’è. Capisco che è meglio guardare i miei pasticci visivi piuttosto che leggere le mie parole ma. Ma la situazione sta degenerando in qualcosa di divertente e paradossale sì, ma pure imbarazzante. Mi sento un po’ una fescionblogger alla quale dovrebbero arrivare a casa le scarpe e le borsette da sfoggiare. Ok d’accordo più fortunata io con il lardo di Colonnata ma santocielo che giudizio dovrei darne io? Aiutatemi amici. Organizziamo un gruppodiaiutoaiutoiaia e fondiamo una rubrica dove voi siete gli intenditori e gli assaggiatori ufficiali e io disegno stupidaggini, occhei? (ma perché non abbiamo ancora fatto una società?) 

La consegna ufficialmente è stata fatta (ma alla correzione delle bozze mi licenziano è ovvio) e a me rimane solo. Solo? Uhm.

Visionare le 203480234820348203482340982430982304982304982304982340 mail arretrate e scrivere nograzietroppogentilenonmangiolardononsonounesperta e capire cosa ne sarà esattamente della mia vita.

Oltre a essere sicura che manca davvero poco al mio internamento.

Devo un po’ carburare e capire come divincolarmi. Organizzarmi e decidere cosa fare di quei 20438230498203483094 post natalizi che avevo preparato ad Agosto. Lavorare ad un progetto segretosegretissimo (vabbè ve lo dico: fare una casetta al mio Nano da Giardino zoppo perché ha perso un piede a causa del vento e non può più stare fuori al freddo e al gelo. L’ha detto il dottornano, mica io). E. E boh. Ah sì.

Ed essere un pancake, come mi ero ripromessa confidando l’unico obiettivo e buon proposito che ho per questo 2013.

E Villainquieta. Io voglio dedicarmi a Villainquieta. E lo farò.

E Grazie infinite perché è solo merito vostro. 

—————

Da Hoepli la “trama” (sia mai che cancellino Maglietta! Ho pure fotografato lo schermo adimperituramemoria)

Pure il latino so. Pazzesco!

“Maghetta streghetta, food blogger, presenta in questo volume 60 fumetto ricette accompagnate da foto e illustrazioni da lei stessa create. Maglietta Streghetta insegue le lancette del tempo rincorrendo un bianconiglio completamente fuori controllo che la porta a toccare feste Internazionali in un giro nel Mondo delle Meraviglie culinarie. Un’ottima scusa per festeggiare ogni giorno e viaggiare attraverso il tempo e la fantasia. Vi porterà al Chicken Festival, al compleanno di Harry Potter e indietro nel tempo con Colombo. Vi farà fare un giro sull’Orient Express sino ad arrivare alla festa delle Stelle in Giappone. Per chiudere gli occhi, anche solo un ottimo, e sognare. Con gusto. Menù interamente dedicati al Natale, Carnevale, Pasqua e Halloween con ricette inusuali, sorprendenti e veloci da preparare, ma anche apparecchiature, spunti e ricette base. Particolare attenzione viene data alle diverse intolleranze alimentari con alternative e consigli per stupire”.

Forse potrebbe interessarti leggere...

49 COMMENTS

  1. Ma si può già prenotare??? Lo voglio giààààà!! Sisisisisi non si può aspettare! 🙂
    E poi me la metterai una dedicuccia Iaia cara? Eh?! 🙂

  2. Bello bello bello!!! ma io ne voglio almeno 3 copie però comprate alla presentazione dove ci sarai tu 😀 e magari una autografata..magari… ^_^ e…ok mi contengo!!! 😀 non vedo l’ora di averlo peròòòòòò 🙂

  3. Ne posso comprare 62 copie, vero?!?!?! Iaia sei un mitooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

  4. Vabbè quando verrai a presentare il tuo libro a Roma, io sarò lì, in prima flla con un variegato numero di copie in mano pronte per essere autografate da te. E io timida ti dirò “A Paola quella del parchetto…”. Mi riconoscerai perché avrò una maglietta con la scritta rossa su sfondo bianco I <3 Iaia

  5. io lo voglio.l’ho già detto e scritto.anche prima di sapere che.
    quando lo sussurravi dalle righe dei tuoi post.
    non vedo l’ora di averlo.sarà come avere un pezzetto di te.con me.

  6. Mia nonna si fumava i pampini. E questa volta proprio pampini non Pampìni come “Lasssiate che i pampìni vengano a me”, essì che son crucca ma. Comunque torniam alle cose serie: Belen incinta 30 volte?Ussegnur noooo te prego! Belen con i gonfiori addominali? Ghghghghgh . E comunque lardo di colonnata mi fa pensare ad una serie di colonne grasse che fanno acquagym.

  7. la notizia è trapelata!!!! ti amiamo tutti! <3
    E no..il lardo di colonnata non è degustazione adatto a te. no.
    lotterò con spade di finocchio e di carote per difenderti da questa assurdità! occchhhhhhei?
    Oh..io per il si e per il no..credo di non verti scritto mail per evitare di affollare la casella…qualche messaggiuzzo qua e la che non so se hai già letto…qualcosa così..nulla di che..tipo una cosa impoTTTTTTantissima?
    Oh….ma dell'autografo sul libro…ne vogliamo parlare?????

  8. io voglio SVARIATE copie.
    una la terrò nella cuccia di miss lemon.
    un’altra in cucina, sul bancone.
    Una per la sala. non mi dire niente ma ti avverto. ho anche dei libri nel bagno a righe, una copia potrebbe finire anche li, sia mai che durante un bagno pieno di bolle mi venga voglia di averti accanto.
    Una per gion. per tenerla in macchina, visto che tiene la macchina come una casa, ci vuole anche li.
    Una per il salotto. il salotto può avere SOLO i migliori libri, quindi una per il salotto.
    Una per lo studio. Si voglio proprio metterti tra Nigella & la Messeri. (ti va bene? no perchè se non ti va bene levo loro, non c’è problema)
    Una copia per il mio armadio. Devo assolutamente tenerti insieme alle mie borse fescion.
    Una per il mio banchetto dei trucchi. Devo assolutamente tenerti anche tra il mascare inimitable intense nero e inimitable intense blu.
    Unaper la terrazza, ma tranquilla, in inverno ti metto tra le piantine grasse sul trespolo, coperta, sia mai arrivi la neve anche a Latina.
    Una nella mia tuingo, mi dovessi piantare nel traffico nel tragitto casa.lavoro almeno passo del tempo con te.
    Una sul comodino.
    Una per mamma, una per mia sorella, una per babbo. (babbo ama la cucina quindi non può non averne una copia dannnnnnazione).
    In totale per il momento sono 15 (si, faccio i conti di lavoro, quindi sono precisisssssima). Ma non prenderlo come numero definitivo, che ci devo ancora pensare e altre 465768 copie potrebbero servire.

    ps Fiera. sono davvero molto fiera di te.
    V.

    ps2 tiamociao.

  9. Lo voglio, lo voglio, lo voglio. Ma lo voglio con l’autografo e la dedica. ECCO!
    E ora via, parte il trenino dei nani da giardino PEPEPE PEPEPE.
    Altri nani ballano sui tavoli e tutto attorno piovono stelline e cuori.
    Yeeeee!

  10. La nostra Maglietta… 😉 ormai davvero non so più che parole usare per dirti che sono emozionata, orgogliosa, felice… che non vedo l’ora di stringerlo quel libro, di sfogliarlo, leggerlo, farlo vedere a tutti…anche se so già che finirà nella libreria di Frugolino, che appena lo vedrà lo vorrà tutto per sé! Ti voglio bene, tanto.

  11. io vorrei facessero pure i piatti le mug e magari le tazzine da caffè della maghettastreghetta!!

  12. la voglio anch’io autografata, la copia!!! ti prego e ti scongiuro… la compro da te proprio per questo!!!!

  13. uno dei primi ricordi che ho di te è quando stranite e rincoglionite ci siamo sedute in terrazzo e tu hai detto “Giù fumo una sigaretta finta per alleviare la tensione”.
    E mi ricordo di aver pensato “forse dovrei fumare anche io”.
    Una copia per stanza, una copia solo per chi amo davvero. Ma soprattutto me la fanno portare una copia nella stanza imbottita? perchè io mica ti ci faccio andare da sola.
    e lo dicevo ieri a una persona, è bello essere orgogliosi di qualcuno, fa bene anche a sé stessi.
    ed è bello che io sia orgogliosa di te.

  14. Ecco. Te lo ricordi sì? Te lo ricordi quando te lo dicevo io dieci e più anni fa? Che avresti scritto un libro?
    Brava.
    Bravissima.
    Sono così orgoglioso. Tanto che non hai idea.
    E facciamola, ‘sta società. Io mi candido come assaggiatore di lardo, strutto, sugna, guanciale, tutti i derivati del maiale, e in generale tutto ciò che fa male e fa aumentare il colesterolo e potenzialmente provoca il diabete, tutto ciò che è rigorosamente non vegetariano, non vegano, non anallergico, e in generale non politically correct. Posso assaggiare Bambi, Tippete, Ka e anche Shere Khan. Non ho remore, non ho pietà. E’ uno sporco lavoro, ma qualcuno lo deve pur fare.
    E posso anche fare il consulente matematico per la scrittura del libro sulle derivate.

  15. senti. io intanto mi ti aggrappo al collo. poi forse rileggo tutto o forse no che il senso lo si evince ma non dalle parole (???)
    quando ti internano dimmelo che preparo una festa di benvenuto *-*

  16. prima di tutto voglio la maglietta di magliettastreghetta

    e poi stasera vado a prenotare la mia copia.
    sarà la prima volta che metto piedi da mondadori, te l’ho detto

  17. Ennnnonvedoloraaaaaaa!!!Grande Iaia che mi metti il buon umore e che mi insegni che nella vita non bisogna mai smettere di credere nei proprio sogni.<3

    • ❤❤❤❤❤Silvia !!! 4567787655 baci !!! Mai ! Non bisogna smettere mai ! Qualunque cosa succeda . Ti abbracciò forte e ti ringrazio tantissimo per essere qui

  18. traPELATO? dev’essere colpa del nippo!!! io ne so qualcosa di pelati, disse guardandosi la fede al dito mentre fischiettava!
    aspetto il libro in trepidante e spasmodica attesa.
    e spero di poterti abbracciare in qualche presentazione durante la tua tournè, ti porterò un mazzo di lardo e un microonde d’ore.
    ti vu bi

  19. Ma santo cielo si può già prenotare??!!! Devo mobilitarmi! Per carità se proprio devi fumare ti consiglio la pipa che fa le bolle di sapone, dona infinite soddisfazioni

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le mie Storie in Cucina

Articoli recenti

Gelato al burro d’arachidi salato

Il gelato viene sempre prima di tutto. È la cosa che mi piace di più in assoluto. Sempre e per sempre. Questo al burro d'arachidi non credevo potesse essere così buono.

Colazione dolce o salata?

Colazione dolce o salata? Un po' come essere o non essere? Che sia dolce o salata la colazione è necessaria per la tua salute.

Il terzo numero di Mag-azine

Il terzo numero di Mag-azine è dedicato ai profumi di Sicilia. Un'isola incredibile che non smette mai di farti sognare.

Crema salata agli arachidi

Una crema strepitosamente buona che ti lascerà senza parole a base di burro d'arachidi e salsa di soia. Perfetta per condire insalate, involtini primavera e vietnamiti con le cialde di riso.

10 Primi piatti siciliani che non puoi perderti

La pasta alla norma e quella col macco. Il riso con l'ennese che profuma di zafferano e l'immancabile pasta al pistacchio senza dimenticare "a muddica". Scopri i dieci primi piatti irrinunciabili che non puoi perderti se sei in Sicilia.

More recipes like this