Iaia Guardo all’A Book – Pinacoteca Agnelli (ore 17.00)

Must Try

Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

Oggi alle ore 17.00 si abbatterà un’altra tragedia sulla città di Torino, che inspiegabilmente mi ha accolto in modo talmente meraviglioso e immeritato che continuo a fissare il vuoto inebetita.

Non si tratta dell’ennesima Presentazione del Libro senza Libro ma di una Standing Conversation “Discussione improbabile con Maghetta Streghetta” dove praticamente non si farà nulla se non mangiare paste di mandorle, girare intorno agli scaffali e piangere un po’. Io per felicità e commozione mentre gli altri per disperazione e sfinimento.

Qui il sito della Pinacoteca

Via Nizza 203/103 Telefono 011.0062713 segreteria@pinacotecaagnelli.it

Se la domanda che ti attanaglierà da questo momento in poi sarà “Ma cosa dovrebbe fare Maghetta Streghetta alla Prestigiosissima Libreria A Book della Pinacoteca Agnelli per non presentare il suo libro visto che non ha un libro?”, la risposta è solo una:

Una bruttissima figura (a quanto pare l’ennesima).

Se ti fa piacere e vuoi rovinarti il sabato pomeriggio sarei felice di mostrarmi in tutta la mia serenità con quello sguardo tranquillo che ha un cerbiatto a cui sono stati incollati i piedi in mezzo alla strada mentre un camion a 240 km/h senza freni sta per travolgerlo.

Forse potrebbe interessarti leggere...

13 COMMENTS

  1. Maa… Il resoconto per noi poveri tapini che non abbiamo potuto (Snif) partecipare a tutti questi meravigliosi avvenimenti arriva, vero???
    Titti la groupie orgogliosissima❤

  2. Buongiorno Giulia
    Oggi è inevitabile rivolgere un pensiero alla tua regione bellissima
    e di conseguenza il pensiero corre anche a te che sei diventata LaSiciliana più famosaefesciondelueb
    Aspetto con impazienza la recensione della presentazione e degli incontri che fanno bene al cuore anche se vissuti in disparte e da lontano.
    Un abbraccio forte forte ?

    Ma ci vieni a Milano prima o poi?!?!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le mie Storie in Cucina

Articoli recenti

More recipes like this