Una ricetta con le zucchine antica e profumata

Must Try

Crema salata agli arachidi

Una crema strepitosamente buona che ti lascerà senza parole a base di burro d'arachidi e salsa di soia. Perfetta per condire insalate, involtini primavera e vietnamiti con le cialde di riso.

10 Primi piatti siciliani che non puoi perderti

La pasta alla norma e quella col macco. Il riso con l'ennese che profuma di zafferano e l'immancabile pasta al pistacchio senza dimenticare "a muddica". Scopri i dieci primi piatti irrinunciabili che non puoi perderti se sei in Sicilia.

La granita al Limone

La granita al limone racchiude tutta la mia infanzia, l'amore per nonna e i giorni felici. Farla in casa si può e sarà sempre un atto amore.

La granita di mandorla

Latte di Mandorle. Mamma mia, il latte di mandorle ghiacciato! Ne ho parlato e riparlato ma ti segnalo questo articolo riassuntivo dove c'è scritto...
Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

La zia Immacolata una volta fece recapitare, a me e Pier, un piattino stracolmo di questa delizia. Non avevo mai visto questo piatto e sin da subito ne rimasi colpita. In realtà poi mamma mi spiegò che lo aveva preparato anche lei diverse volte, passando a quanto pare inosservato ai miei occhi. Senza sminuire la precisione di mamma in cucina, c’è da dire però che il piatto della zia Immacolata, sorella di Nonna materna Argelia Angela, era composto con meticolosità e cura da lasciare estasiati. Zia ha cresciuto mamma, perché dopo essersi trasferiti dalla Calabria a Catania i miei nonni gliela affidarono per il troppo lavoro. Per questo motivo non è solo una zia ma una mamma a tutti gli effetti per la mia. E nel mio cuore un’anima speciale perché gentile, tenera e forte. Una donna che ha sofferto le peggiori pene in questa vita -perdendo anche il suo adorato figlio- ma che nonostante questo ha conservato un cuore pieno di bontà.

Pier ne rimase così colpito che lo richiese addirittura, questo piatto, il giorno del suo compleanno, con somma gioia da parte di mamma e zia che ormai lo hanno fatto diventare simbolo. Non è certo periodo di zucchine ma quando le vedo -o mamma le vede- non resistiamo e le acquistiamo sempre. Devono essere quelle verdi molto chiare, perché ho già provato con quelle scure e il gusto cambia e di molto. L’ultima volta che le ho mangiate è stato subito dopo Natale e le foto risalgono proprio a quel periodo. Mi perdonerai spero se le adopero ugualmente, perché non avendo avuto il tempo purtroppo di scrivere qui sul Blog non ho potuto -ahimè- conservarne il ricordo fotografico, neanche di una singola foto. Non voglio fare quindi progetti per questo anno che verrà: ho imparato con fatica e dolore che farli è da sciocchi. Si vedrà con il tempo se riuscirò ad attivare questo contenitore di ricordi capace di farmi stare bene o no. Inutile dire quale sia la mia speranza. Piano piano. Senza promesse, ansia e planner. Sto lavorando tantissimo e se mi segui un po’ su instagram (nel mio secondo profilo -al momento divenuto principale- iaiaguardo) sai già l’azienda mi ha ormai fagocitato. Un giorno ti racconterò meglio, promesso. Adesso Sto lavorando alla realizzazione del mio show room e sono molto presa, motivata e immersa.

 

La Ricetta

Prendi le zucchine verdi chiare e taglia le parti esterne. Le parti interne conservale per farne una zuppetta o una minestra o quel che ti piace di più. Sbollenta in acqua bollente salata le parti esterne e nel frattempo prendi della mollica e mischiala a menta tritata e sale. Io per far sì che il composto sia più omogeneo metto dentro il frullatore la mollica e le foglie di menta. Metto anche dei pezzettini di crosta di pane per dare una nota croccante, ma davvero pochi senza esagerare. Non far cuocere le zucchine molto perché devono avere carattere. In una teglia disponi prima le zucchine e poi cospargi con le molliche. Ancora una volta zucchine e poi molliche. Condisci con un po’ di aceto di vino bianco mischiato a olio e il piatto è servito. Se ti piace il parmigiano -mamma lo mette a volte- quando frulli mollica e menta. Una delizia che nella sua semplicità ti conquisterà. Ultima nota: a chi piace l’aglio questa è la preparazione giusta. Nel mio caso no. Non fa per me.

Spero che entri a far parte della tua tradizione casalinga. Te la lascio con amore.

Forse potrebbe interessarti leggere...

8 COMMENTS

  1. Ciao!!!! Mi fa molto piacere ritrovarti! Poi guardo con calma la ricetta 😄. Ora ti mando un grande abbraccio. Non sono su Istagram. È solo x dirti che non ti leggo da molto e quindi con piacere ti mando un caldo abbraccio. Ovviamente se arriveranno altri articoli (ma rispetto i tuoi silenzi) li leggerò molto volentieri. 😍

  2. Ecco io lo confesso la zucchina come ortaggio non mi convince ma combinata con altri ingredienti tipo formaggio diventa super accettabile, proverò questa ricetta

  3. Che meraviglia ritrovarti qui… sai quanto ami questo spazio!!! E poi, proprio le zucchine che a me piacciono tanto e che sono l’unica verdura che Frugolino (che effetto chiamarlo così ora che è “grande”… ma qui non potrà mai essere altro che Frugolino, vero?!) mangia volentieri! Ti abbraccio fortissimo <3

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le mie Storie in Cucina

Articoli recenti

Le polpette di melanzane di mamma

La mamma ha sempre ragione anche quando non ce l'ha. In cucina poi non ne parliamo. Se la mamma dice "a occhio" allora tu devi fare "a occhio", fine del discorso.

Il Cantalupo con la feta

Un piatto facile, veloce e strepitoso. La feta con l'anguria, da anni, è una certezza ma con il cantalupo hai mai provato?

Le Ricette di Mamma – Siciliane a base di pesce

Ti racconto alcune delle ricette siciliane che mia mamma prepara da sempre. Delle preparazioni che non sono solo piatti ma scrigni di ricordi, giorni e vita. Un tour tra cuore e tavola.

Le melanzane più buone! Come le fa mamma

Una delle ricette che amo di più e che mangio sin da piccola. Che sa di tradizione, amore e casa.

Crema salata agli arachidi

Una crema strepitosamente buona che ti lascerà senza parole a base di burro d'arachidi e salsa di soia. Perfetta per condire insalate, involtini primavera e vietnamiti con le cialde di riso.

More recipes like this