Spider Pizza

Scusi cameriere c'è un ragno nella pizza?

Insieme alla Ghost Pizza è una delle poche certezze di Halloween. Certo se continuo a elencare tutte quelle che credo certezze, finiamo per scrivere 40 portate da preparare la sera di Halloween. Ma seriamente: come si fa a rinunciare alla Spider pizza? C’è anche la versione più terribile con gli spaghetti e un ragno gigante fatta anni fa; che se vuoi puoi guardare qui. 

Le olive nere per fare decori culinari si riconfermano alla voce: NECESSARIE. Anzi a dirla tutta: INDISPENSABILI. Puoi farci gli occhi, i corpi, tutto. Guai a non avere un barattolo di olive nere in casa per Halloween! Pure per il resto dell’anno a ben pensarci; e te lo dice un’invasata di olive. Mangerei olive tutti i giorni (in effetti le mangio ma questo è un altro discorso).

Con l’impasto della pizza di famiglia. Con l’impasto comprato al supermercato. Ma pure con l’impasto del banco frigo non importa: in qualsiasi modo Spider Pizza win!

Come per la ghost pizza poco importa come si fa la pizza. È necessario farla: fine del discorso. Bastano giusto un po’ di olive per stupire. Sono stata un po’ cauta con gli alimenti perché mi interessava dare risalto all’idea, ma tu dacci sotto senza paura! Vadi di ingredienti gustosi e poi sopra: ragnetti! Da tempo voglio farne una versione con una simil ragnatela ma non ho mai trovato l’ingrediente adatto che mi permettesse di renderla perlomeno credibile. Mi arrendo? Giammai! Anzi se hai qualche idea sarò felice di sentirla.

Il Reel su Instagram

Le Ricette di Halloween

Le ricette di Halloween le trovi tutte cliccando qui. Sono divertenti, scenografiche e facilissime da realizzare. Sono tutte sane, vegetariane o vegane e di grande impatto. Ci sono preparazioni dolci e salate ma anche apparecchiature, tanti modi per decorare la casa, menù, film da vedere e tutto quello che serve per trascorrere un Halloween indimenticabile. 

QUESTO POST È STATO PUBBLICATO IL: 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

Seguimi anche su Runlovers

Tutte le settimane mi trovi con una ricetta nuova dedicata a chi fa sport

MUST TRY