Il Tiramisù dentro l’uovo di Pasqua

Il tiramisù pure infilato dentro un copertone, sarebbe buono no?

Must Try

Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

Questa è di sicuro classificabile come Food obsession ma di qualche anno fa; giusto 4-5 anni credo. Tutti impazziti per questo tiramisù messo dentro la metà uovo. E pensare che già nel 2009 qui -ex Gikitchen su wordpress- si riempivano uova con panna senza paura (sì, me la Sto tirando fingendo di aver precorso i tempi. Insomma, vaneggio).
Ho scelto di farlo in un uovo piccolo (totale 125 grammi diviso per due metà) e con circa 6 savoiardi in modo che fosse classificabile come monoporzione. Anche perché: come si dovrebbe mai servire? Facendolo in un uovo enorme, sì. Le fettine vengono bene ma in uovo di media misura le manovre sono pasticciate. Certo poi, sessantaduevirgolacinquehopresolacalcolatrice, di cioccolato sono un po’ troppi ma seriamente:
Stiamo a contare i grammi?
Da adesso fino a fine Pasqua non contiamo più niente.
Alla maledetta prova costume ci pensiamo dopo.
(Che tanto -subodoro- il costume me lo metterò per i tuffi nella vasca in bagno)
(e comunque questa storia della prova costume deve finire a prescindere perché è un’idiozia. Ansia senza nulla. Siamo belle sempre e comunque in costume e non dobbiamo dimostrare niente a nessuno. Fine)

La Ricetta del Tiramisù da mettere dentro l’uovo

500 grammi di mascarpone, 500 ml di panna da montare, 4 tuorli (prima lo facevo con 8 come insegna Valentina Gigli ma adesso ne metto la metà e viene buonissimo uguale), 120 grammi di zucchero semolato bianco, savoiardi, caffè e cacao amaro in polvere.

  •  la panna la utilizzo al posto degli albumi. Qualora tu non volessi adoperarla procedi con gli albumi sostituendoli a questa. Su Instagram ho pure fatto un piccolo sondaggio “Sei team panna o team albumi?”. Ad oggi vince il team panna ma se vuoi ribaltare o mantenere il risultato lasciamolo scritto nei commenti perché sono proprio curiosa.

Monta a neve fermissima la panna che hai messo precedentemente in frigo. Conserva sempre in frigo mentre prepari il resto. Nella planetaria  lavora i tuorli con lo zucchero e quando il composto sta montando pian piano incorpora il mascarpone senza fare smontare il tutto. Una volta che hai ottenuto un composto denso e compatto tira fuori la panna montata dal frigo e incorpora con movimenti dal basso verso l’alto. Il composto risulterà bello compatto e omogeneo. Conserva in frigo prima di usarlo.
Inzuppa i savoiardi nel caffè e procedi alla preparazione classica del tiramisù. Prendi la metà dell’uovo e comincia.

Con queste dosi ci fai almeno 6 metà di uovo da circa 150 grammi, quindi regolati di conseguenza.

Strato di crema sotto, savoiardi inzuppati, crema and repeat. Chiudi con cacao amaro in polvere e conserva in frigo per massimo due giorni.

Forse potrebbe interessarti leggere...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le mie Storie in Cucina

Articoli recenti

More recipes like this