Home / Dolce  / Bavarese Yogurt e Fragole della sacra Cognata da Torino

Bavarese Yogurt e Fragole della sacra Cognata da Torino

Diverse volte ho avuto l’opportunità di scrivere qualche riga circa la mia bellissima cognatina, al secolo conosciuta come: La Socia. Che poi non basti mai spendere parole su Paola è un’altra storia. Il sogno sarebbe stato quello di poter condividere questo spazio anche con lei ma. Si spera dopo la laurea, ecco. A questa ricetta sono particolarmente affezionata perchè rimarrà nel tempo un ricordo. Credo che già lo sia in effetti. Oltre ad essere la “mia prima volta con la bavarese” è la prima ricetta consigliatami in questo ponte virtuale culinario Torino-Catania che rende meno dolorosi i 1.600 chilometri di distanza. Sul sacro libro di Bodrum (dove annoto le ricette per chi si fosse perso fortunatamente le puntate precedenti) tra trenta anni leggerò “Al tizio pelato è piaciuta. La Dottoressa suocera pensa sia un po’ amara ma Piola sostiene essere perfetta così” . E sono cose che mi fanno star bene pensandomi tra trenta anni strapiena di botulino e paralizzata dalla parte destra. Ma anche sinistra.

La divulgo con una sensazione di gelosia. Questo fa di me, oltre che una psicotica certo, una tenerissima romanticona. Altro che Miss Cinismo 2010, tzè.

500 grammi di yogurt naturale non zuccherato

250 grammi di fragole fresche

30 grammi di zucchero

6 foglie di gelatina (12 grammi)

acqua Q.B. ( avevo sempre sognato di scrivere cubbì)

Mettere i fogli di gelatina in ammollo in acqua ghiacchiata perchè quando Montersino ci sgrida e ripete sempre ” In acqua ghiacchiata mi raccomando!” io annuisco e nel silenzio di quello spazio vuoto dove aleggiano due neuroni sussurro ” prometto maestro.prometto”. Quindi mica poi quando devo mettere in ammollo faccio la furba e non uso acqua ghiacchiata, sia chiaro.

In un pentolino picciuino picciuò poi si farà scaldare un dito d’acqua con i 30 grammi di zucchero senza farlo caramellare ma aspettando soltanto che lo zucchero si sia sciolto. C’è da dire che questa bavarese tutto è tranne che dolcissima. Se qualcuno quindi non apprezzasse particolarmente le ricette ipocaloriche ( fortunati. vuol dire che la prova costume, la prova pigiama, la prova jeans, la prova cappotto non vi turba. che  un chilo di grasso vi possa travolgere ora  SUBITO* risata satanica) può andarci giù di brutto aggiungendo un altro chilo o più di polvere zuccherosa. I fogli di gelatina in ammollo ( per almeno 8 minuti) e tuppete (suono onomatopeico che indica: rumore dei fogli di gelatina che interagiscono con acqua e zucchero) dentro.

Nel frattempo le fragole saranno state lavate e tagliate ricordandosi di metterne da parte qualcuna per la decorazione. In una ciotola quindi versare lo yogurt, le fragole e quell’acqua zuccherosa gelatinosa. Rimestare rimestare girare e rigirare. Ed voitlà questa ricetta complicatissima è finita.

Come mostra la diapositiva io ho versato il composto nella sobria forma hellokittesca ma si può sempre usare qualcosa di più serio. Che ne so Winnie The Pooh o Miss Piggy?

In Frigo per 3 orette ed è bella che pronta.

( Versione extralight. Così light che è senza ingredienti ma quelli immaginari ci sono : se usate lo yogurt Vipiteno 36 kcal per 100 grammi e il dietor liquido e fragole a pezzie. fa da sè che. che. la frase finisce qui)

(ma un pò di zucchero fa bene. che a lungo andare si diventa matti*sale sulla scrivania e si tatua “esempio”sulla fronte)

Una che disegna, scrive, cucina e fotografa ma non fa bene nessuna della quattro cose.

Review overview
7 COMMENTS

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi