Home / Brunch  / Habemus “MM” il Muffin Max!

Habemus “MM” il Muffin Max!

 Non sto certamente dicendo nulla di originale ma è chiaro ai più che il cibo oltre ad essere correlato ai momenti più importanti della nostra vita diventi a tutti gli effetti tradizione, storia e blablabla. Un noioso bla. Bla. Bla che potrebbe blablare per lustri e lustri. Si comincia già dal menù a capire che ci saranno chiare difficoltà oggettive nella convivenza. Il menù del matrimonio. E’ chiaro che se la futura sposa vorrà dei finger food agli asparagi e fragole lui opterà per un bell’arancino con il ragù di cervo in salsa tonnata. E’ un copione che va seguito scrupolosamente. Se prima si parte con i convenevoli ” ma vabbè pucci trottoloso decidi tu “ e si continua con un “ma no trottolina patatosa sei tu la regina della casa” ci si ritrova su un ring a suon di cazzotti dove diventa quasi giustificato malmenarsi perchè cacchio no. La tartare di manzo la prozia della zia della vicina di casa non la mangia e il vicinato deve dire che ha mangiato benissimo! Che mai si è mangiato così bene ad un ricevimento.

Purtroppo dal basso della mia esperienza posso asserire che è proprio il menù l’apoteosi dell’apocalisse. Con il menù si decidono le sorti del futuro. A ben guardare, proprio come nel fondo delle tazzine dei caffè, si potrebbe pure predire se il futuro sposo sarà lo stesso che dopo anni, nel buio di una lampadina di 50 watt di una cucina country, ti dirà serafico ” ehhhh come faceva la salsa la mia mamma! Nessuno riesce ad eguagliarla”. Ammesso che io non bevo caffè e sul fondo leggo solo: “mettimi in lavastoviglie” posso altrettanto asserire che incosciamente io e il Nippotorinese ci siamo proprio voluti risparmiare questo dialogo davanti ad un fantomatico chef. Perchè se già è stato difficile essere seguiti da un bizzarro architetto ( e chi mi segue da sette anni sa a cosa mi riferisco. Purtroppo aggiungerei. Ma soprattutto chi mi segue da sette anni attualmente è ricoverato in una clinica psichiatrica a mie spese ma è meglio non divagare. cosa stavo dicendo? ah sì) figuriamoci la scelta del menù.

Per giorni ci siamo crogiolati sul colore dei divani. E ho vinto io. Per giorni ci siamo crogiolati sul colore della cucina. E ho vinto io. Per giorni ci siamo . Ok basta. Decido io. E vinco io. Non c’è tanto da girarci intorno. Sono un donnino predisposto al dialogo, è cosa risaputa. Accondiscente, soprattutto.

Indi per cui il menù dovrò deciderlo io. E non mi starà bene a prescindere pressochè nulla. Ora cosa c’entra il menù del mio matrimonio contando che nessuno mi ha chiesto di sposarmi?

Niente. Devo però lamentarmi in primis e mandare messaggi certamente non subliminali. Solo che non ho mica tempo per essere anche logica, io. Chi ripete Io pare sia egocentrica. SMENTISCO ! Io.io.io.io. Ho dei peluche da stirare e sono le dieci di sera. Ho mangiato azuki verdi come non ci fosse un domani e sto male. Tanto male. Avrei voluto correre un po’ sul tapis roulant ma pare che sia bizzarro farlo dopo cena e allora scrivo. Scrivo a raffica su non so cosa. No. In realtà lo so .

Insomma. Ricapitoliamo. Il cibo è correlato al  momento. Il cibo è importante. Il matrimonio bla.bla.bla. Ah sì.

Correlo dei momenti a dei cibi. E volevo correlare questo incontro con Max con un cibo. La cosa che più mi ricorda Roma sono le fave. Perchè papà dice che al militare in una trattoria magnava fave e pecorino cantando allegramente. Mamma ha un problema con le fave tanto quanto con le uova. Il Nippotorinese adora il formaggio e le fave fresche e alterna fasi “pecorinosardo-pecorinotoscano-pecorinoromano” passando poi a roba puzzosa e ricercata che ha vinto premi e bla blabla. In più durante il periodo di tesi ha studiato a Roma e  anch lui si concedeva fave e pecorino in una trattoria tipica. E tadan! Io amo le fave. Il pecorino no. Ma se fosse una pecora piccola maschio, sì quindi tutto torna.

Se penso a Max la prima cosa culinaria che mi viene in mente è il guanciale. Ma non la pancetta eh! Il guanciale. Quello vero che si mette nei bucatini all’amatriciana! Ma anche quella sua adorabile repulsione per questi cibi assurdi e poco tradizionali . E allora mi sono detto Muffin ! Il Muffin Max pecorino romano e fave !

Fingendo entusiasmo il Nippotorinese ha annuito leggermente. Mentre ero tutta gasata al grido di “Il Muffin Max!!! “; Non roteando gli occhi all’insù ma solo annuendo leggermente. Sintomo che era una stratosferica stupidata sì, ma che poteva essere di entità maggiori indi per cui. Ecco qui il muffin pecorino romano e fave ma senza guanciale. Perchè oggi di guanciale qui non ce ne era . Per onestà non ho messo la pancetta ma ammetto che fotograficamente avrei pure potuto farlo passare come guanciale. Insomma per dire che Il Muffin Max è un Muffin onesto. Bello e fascinoso Tradizionale e all’avanguardia, morbido e di carattere. Un Muffin assolutamente da provare. Come stuzzichino, brunch, finger food, apripasto, chiudipasto, inframezzopasto.Il Muffin Max è per sempre! Qualcuno mi dia un calmante perchè lo stato di gasamento è pari ad una ragazzina emo davanti  ad una bomboletta di lacca gel per ciuffi duri col 50 per cento di sconto.

Il Muffin Max manco a dirlo arriva sempre primo! E’ incredibile.

La Ricetta del Muffin Max al pecorino romano e fave la trovi cliccando qui >>>

Una che disegna, scrive, cucina e fotografa ma non fa bene nessuna della quattro cose.

Review overview
26 COMMENTS
  • Cey 27/04/2011

    Bellissimo =)

  • Bibi 27/04/2011

    strepitoso.

    • maghettastreghetta 29/04/2011

      ogni volta che vedo le fave penso a te che haifattoilmaccoconlebucccciiiiiieee e mi sento in colpa. pecchè è stata sicuramente colpa mia.
      ecco.

  • Bibi 27/04/2011

    °_°
    ed io e Cey qua, per prime.
    ok io seconda.
    e abbiamo letto io lo so. sennò saremmo arrivate prima delle prime.

    e le fave mi piacciono un sacco anche a me.

    • maghettastreghetta 29/04/2011

      elllolssssoooo che ti piacciono uffa 🙁
      infatti ho già fissato menù per quando siamo vicinevicine.
      Al tipo pelato mi sa che dobbiamo fargli quella cosa cioccolatozenzero.
      Lui non ama per nulla il cioccolatotroppocioccolatoso ( da bravo piemontese rompe e non poco sul buon cioccolato) ma ancora continua a dire: fallatipregofalla.

  • lachiari 27/04/2011

    Come no! (riferito all’architetto) perchè tu non ti sarai mica dimenticata il mio assatanato archibarba che voleva farmi fare la sala verde bosco………

    nevveroooooo????
    xoxo
    c.

    • maghettastreghetta 29/04/2011

      ghghghhghghghg
      Io l’archibarba me lo ricordo. E mi ricordo le foto della casa in costruzione. E sì.
      Santo cielo *_*
      madaquantotempociconosciamo?*disse abbracciandolafortelontanodallosguardoassassinodipicio.

      Ma che poi verde bosco.
      PERCHE?

      A me è riuscita a farmi la finestra cattedrale con i vetri colorati.
      Quando la guardo ( ogni giorno almeno 203482048248 volte) piango.
      Ma piango forte eh.

  • Wish aka Max 27/04/2011

    Che spettacolo…

    • maghettastreghetta 29/04/2011

      se salgo a roma..
      se scendi giu’.
      se siamo a palermo.
      a milano.
      io te ne preparo una vagonata e tu fingi che siano buone occhei?

  • yliharma 27/04/2011

    ecco questo somiglia alla pizza di Pasqua (fave a parte), quindi è bonoooooooooooo di sicuro 😀

    • maghettastreghetta 29/04/2011

      Ma Paolamore a te non piacciono le fave?
      (eccolapizzadipasqualadevofare)
      e 3109482349382948203482048 baci

      • yliharma 01/05/2011

        sì sì le adoro!!!!!! crude e cotte, a minestra, intere, tantissimo bollite e condite col camoun (non so come si traslittera in italiano…è una miscela di spezie nordafricana a base di cumino). intendevo che non ci sono nella pizza di Pasqua tradizionale 🙂

  • Marta (twitter) 28/04/2011

    Evvvvabbbbbbe pure il muffin ! 🙂
    Ma allora ditelo ahahhahaha
    Invidia allo stato puro ma tanto felice . Che bella amicizia! Complimenti Gi sei sempre bravissima e dolcissima

    • maghettastreghetta 29/04/2011

      :*
      un muffin fave e pecorino? vuoi?
      (offro solo quando sono certa. e a quanto pare sono andate a ruba)

      Grazie Marta.
      Sei sempre gentilissima con me.
      Un bacione!

  • hendrixandme 28/04/2011

    In un primo momento ho pensato che l’ingrediente principale del MM fosse lo stesso Max! Avrei gradito lo stesso ma atti di cannibalismo così spudorato non mi sono concessi…al massimo autoccanibalismo mentre mi mangio le mani dall’invidia provata per questo santuomo! Ma questi li farò in onore di questo ingegnere motociclista a cui voglio anch’io tanto bene. Perchè Max è Max e guai a chi ce lo tocca! Anche se un mozzichetto….quasi quasi!

    • maghettastreghetta 29/04/2011

      Dico sempre che sono vegetariana. Mica non sono cannibale.
      Mi riferivo sempre alpelatonippo*fischietta ma in effetti un mozzicchetto a MAX gnam *_*

      ed è inutile.
      il destino rema contro.
      io sto per comprarmi un motoscafo .
      perchè santocielo siamo su una barchetta. Devo fuggire.
      passo da te e Hendrix (digli di prendere tutti i conigli) e andiamopecchelasituazionestadiventandoinsostenibiledavvero)
      e ti amo.
      ma lo sai.

  • barbara 28/04/2011

    Adotto il Max…. ehm… il Muffin Max, ovviamente!! E semplicemente strepitoso!! Sei… una santa donna… da sposare!!!!!!!!

  • EssenZadiCanneLla 29/04/2011

    Hai ragione il cibo è sempre o quasi legato a un momento o a qualcuno. Ora che ci penso si è proprio così. Neanche io amo il pecorino e neanche le fave, quindi ahimé per quanto bello è questo Maxi Muffin ne starò alla larga. Sai che non riesco a concepire il muffin salato…!!Non so se questo sia l’ultimo post dopi il mio ultimo commento, ma stancaiiiiiiiii!Un bacione Ale.

    • maghettastreghetta 29/04/2011

      stancaiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii 😀 (rido troppo)
      Sei adorabile!!!
      ADORABILE!!!!!

      A molti non piace questa versione salata del muffin ma come stuzzichino, apripasto, fingerfood , cippalippa. Se fatto piccolino e non invadente generalmente qui riscuote abbastanza successo. A me sembra un frittatone con farina gonfio *_*
      Certo è che se non ti piace il pecorino e le fave santo cielo questo no. Proprio no*_*
      Piuttosto che mangiare pecorino io andrei scalza fino a roma. Ma le fave santo cielo.
      Non smetterei mai *_*

      ora scusami continuo a ridere per stancaiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

      Mille baci !

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi