Un ibrido di Smoothie e Granita con Pesca e Mango

Must Try

Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

Niente altro che smoothies, granite, gelati e sorbetti. Se come un geco attaccato al termosifone non faccio altro durante il periodo invernale figuriamoci adesso. Con il mio fido frullatore a immersione dalle lame potentissime o grazie all’ausilio del mio frullatore sino ad arrivare al Bimby, sono inarrestabile. Pochissimi minuti per ottenere piscine di vitamine, sorrisi e benessere.

Oggi è  il caso di uno smoothie granitoso (pare che tanti smoothies facciano pure ringiovanire. Evvabbècrediamoci ma continuiamo a spalmare creme antirughe costosissime per favore) totalmente vegano composto semplicemente da acqua, mango, pesca della qualità gialla e pesca della qualità “sberge” (ho avuto la soffiata che pure a Porta Palazzo qualcosa dalla Sicilia si trova. La Socia cognata è l’inviata specialissima del mio cuore che mi aggiorna tra patate e carote viola e nuovi e strambi frutti sconosciuti). Senza zucchero (al massimo io lo confesso metto un po’ di dolcificante. Che mi si picchi subito! Ma proprio una goccina e rare volte, uff) e via. Una botta di energia senza contare che del mango è sempre un bene lasciare qualche pezzotto di buccia che ha proprietà nutritive davvero interessanti (e poi francamente: togliere la buccia dalla frutta è obiettivamente inconcepibile).

Il sapore del Mango ghiacciato mi riporta alla Boqueria di Barcellona e un impeto violento di preparare ghiacciolini fatti in casa si impossessa di me. Se ne riverseranno qui davvero parecchi perché la produzione casalinga è talmente fervida da far impallidire il bar sotto casa. Fortuna vuole che possa comporli a secondo dei gusti e delle esigenze e tutti ma proprio tutti qui ne vanno matti. Anche il Nano da giardino Pippo.

Che sia una Domenica meravigliosa per voi, amici miei.

Forse potrebbe interessarti leggere...

14 COMMENTS

  1. Ma io ti picchio subito per il dolcificante, ma a sangue proprio!!!Ma ma ma…vabbè dai, se mi prometti che smetti subito (no, vabbé, sono per la piena di libertà d’azione, ma esprimo tutto il mio dissenso agitando la chioma, nononono!) Una domenica meravigliosa, anche a Pippo naturalmente *______*

  2. acqua, mango, pesca della qualità gialla e pesca della qualità “sberge”. avevo letto con sicura convinzione pesce di qualità gialla. dovrei versarmelo in testa lo smoothie per avere un effetto positivo. è l’umidità che mi surriscalda i neuroni, mica sono deficiente sul serio.

  3. Ecco… Di questo me ne berrei un litro… Quest’arancione così leggero e delicato… Ormai è quasi finita, comunque buona domenica!!!

  4. La pesca è per antonomasia (insieme a tutte le varietà del melone) la frutta dell’estate ed in famiglia ne siamo tutti ghiotti e ne consumiamo quantità industriali, di ogni varietà! Eppoi il colore di questo smoothie ti rinfresca e addolcisce l’anima al solo guardarlo….slurp! 😛

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le mie Storie in Cucina

Articoli recenti

More recipes like this